MAGAZINE
Logo Magazine

Come scegliere il miglior box doccia, qualche dritta

La scelta del box doccia non è solo estetica, ma riguarda anche la funzionalità. Ecco i consigli degli esperti per fare la miglior scelta possibile

Chiedi un preventivo per
box doccia
richiedi un preventivo gratis

È tempo di dire addio alla tenda e lasciarsi ispirare dai nuovi suggerimenti degli esperti del box doccia: in cristallo, opachi, a vetro, in pvc e plastica, grandi e piccoli. L’unico limite sono i gusti personali e, naturalmente, l’armonia complessiva della progettazione del bagno.

Quando si pondera l’acquisto di un box doccia per sostituire il proprio, risulta importantissimo valutare le opzioni e prendere le dovute misure per l’ingombro. Non è un caso che un pubblico sempre più vasto di persone si lasci consigliare ogni giorno da internet in modo da perfezionare la propria idea di bagno perfetto.

La scelta del box doccia va effettuata sulla base dello spazio disponibile, sulla qualità dei materiali (e sul tipo di materiali usato nel resto del bagno), verificando anche la scivolosità del piatto e la facilità di pulizia dei vetri.

Ecco alcuni consigli generali per scegliere il miglior box doccia sul mercato:

  • Prendere le misure (per bene). A nulla ci serve il miglior box doccia del mondo se poi lo sportello non può essere aperto completamente. Scegliamo il miglior modello per le nostre esigenze di spazio.
  • Verifica che il piatto doccia sia perpendicolare al muro e perfettamente parallelo al pavimento, in maniera da evitare problemi di scolo.
  • Rettangolare, quadrato o ad angolo semicircolare: le forme del box doccia divengono ogni anno più creative e interessanti, e possono adattarsi a una grande quantità di spazi senza intralciare il passaggio.
  • Attenzione ai materiali di qualità: prediligi materiali superiori, come cristallo e alluminio, per una doccia bella che, soprattutto, dura negli anni.
  • Valuta le tue esigenze individuali: scegli modelli che possano resistere all’uso che ne fai, e durare nel tempo, oppure opta per l’installazione di strutture supplementari: es, manopole per reggersi, idromassaggio, supporti antiscivolo ecc.
  • Se vuoi un box doccia a vetro, preparati ad asciugarlo dopo ogni utilizzo!

I box doccia migliori: ecco quali scegliere

Il miglior box doccia dell’anno? Sempre più consumatori gradiscono la bellezza e la qualità di un box in cristallo trasparente, dove gli elementi della doccia (il miscelatore e le varie strutture) diventano elementi protagonisti della struttura.

Ma sono anche facili da pulire? La risposta, la più onesta possibile, è: dipende. I modelli che presentano un vetro unico, privo di saldature o bordi metallici, risultano essere i modelli più facili da tirare a specchio, proprio perché non presentano le classiche intercapedini dove calcare e sapone tendono ad accumularsi.

Il cristallo acidato effetto opaco presenta invece una problematica un po’ differente: per quanto magari lo sporco sia meno visibile, la porosità del vetro permette al calcare e alla sporcizia di sedimentarsi in profondità nella superficie, rendendo davvero difficile l’igiene.

Attenzione all’apertura del box

Un altro elemento da tenere in considerazione quando si acquista il box doccia è l’ingombro dell’apertura delle ante. Esistono molte soluzioni per introdurre box doccia belli e funzionali in ambienti piccoli. Ottima idea sono le porte a soffietto o a scorrimento, ideali per creare una chiusura eccellente e occupare poco spazio una volta aperte.

Affidati a un professionista esperto, richiedi subito un preventivo senza impegno!

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a box doccia
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore

POTREBBE INTERESSARTI

Lavori da fare in casa?

Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona

TUTTE LE CATEGORIE

Accedi con le tue credenziali