MAGAZINE
Logo Magazine

Mutuo prima casa per i giovani: la novità del Governo Draghi

Il Governo Draghi sta lavorando al Mutuo Prima Casa senza anticipo per i giovani under 35: sarà lo Stato a fare da garante. Ecco i dettagli

28-04-2021 (Ultimo aggiornamento 10-06-2021)
Chiedi un preventivo per
ristrutturazioni

L’Italia nell’ultimo anno ha attraversato una profonda emergenza sanitaria che si è diramata anche a livello economico e sociale, acuendo una serie di problematiche pre-esistenti. Per esempio, parliamo della crisi demografica e della bassa natalità. I giovani hanno poche opportunità di comprare casa e mettere su famiglia. Tra gli obiettivi del Governo troviamo quello di aiutare i giovani sotto i 35 anni ad acquistare la loro prima casa. Questa necessità è stata sollevata dal Presidente del Consiglio Mario Draghi durante la presentazione del PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) alla Camera, che conta 248 miliardi di euro tra risorse nazionali e fondi europei. Ma quali sono i propositi per aiutare concretamente i giovani ad acquistare l’immobile di residenza?

Mutuo prima casa per i giovani under 35: novità dal Governo

Il Governo sta lavorando a un nuovo Decreto che prevede l’uso di nuove risorse mirate a diversi Bonus Casa. I fondi serviranno anche ad alleggerire le spese per il mutuo della prima casa da parte di giovani under 35. Il Decreto verrà finanziato soprattutto con i 40 miliardi previsti nell’ultima richiesta di scostamento di Bilancio.

L’obiettivo è permettere ai giovani di comprare casa, alleggerendo gli oneri. In particolare, si vuole eliminare l’anticipo, richiesto solitamente come garanzia per aprire un mutuo. Infatti, sarà lo Stato a fare da garante del 100% del mutuo per tutti i giovani under 35.

Mutuo prima casa giovani: tempistiche del Decreto

Il Governo sta ancora definendo i dettagli del nuovo Decreto, che servirà anche ad aiutare economicamente le imprese colpite da Covid-19. Attualmente il Governo sta lavorando sul Recovery Plan, quindi il Decreto potrebbe arrivare entro maggio. Draghi ha chiarito che verranno coinvolte anche altre risorse e si prenderà spunto da altre iniziative.

Probabilmente si riferisce al Decreto Crescita del 2019 che è stato poi rifinanziato con 100 milioni di euro e serviva appunto per offrire un aiuto economico a tutte le giovani coppie che desideravano acquistare casa. Questo Fondo è gestito da Consap e offre anch’esso una garanzia statale del 50% della quota capitale per tutti i mutui di massimo 250 mila euro chiesti per acquistare o ristrutturare casa, a patto che ci sia un efficientamento energetico dell’immobile.

Welfare, casa e lavoro: gli obiettivi del Governo

Durante il suo discorso alla Camera, Mario Draghi ha sottolineato quali sono i pilastri del Governo: welfare, lavoro e casa. Oltre a permettere a tutti i cittadini più svantaggiati di acquistare casa a condizioni agevolate, si vogliono costruire le basi per il welfare: infrastrutture sociali e case popolari, asili nido, istruzione e formazione in linea col mercato del lavoro, aiuti a palestre e incentivi per lo sport, ma anche sostegni alle imprese e soprattutto ai settori più colpiti dalla crisi, come il turismo.

L’aiuto ai giovani che chiedono il Primo Mutuo è sicuramente uno degli aiuti focali del Governo. Non rimane che attendere la pubblicazione del Decreto per capire come è strutturato e chi potrà usufruirne concretamente. Chi desidera già ristrutturare la propria abitazione può comunque richiedere il Superbonus 110% che permette di recuperare l’intera somma spesa.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a ristrutturazioni
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE