MAGAZINE
Logo Magazine

Piante non velenose per i gatti? Eccone cinque

Se si ha un giardino e un amico a quattro zampe è bene stare attenti ad avere piante non velenose per i gatti. Vediamo cinque piante adatte allo scopo

Chiedi un preventivo per
servizi di giardinaggio
richiedi un preventivo gratis

Avere un amico a quattro zampe è senza dubbio una compagnia formidabile, e se si ha un giardino gli si può anche lasciare un bello spazio per giocare e divertirsi. Tuttavia è bene stare attenti ad avere piante non velenose per i gatti, onde evitare che possano stare male. Sono infatti numerose le piante che non fanno bene ai felini, che spesso hanno l’abitudine di mangiare l’erba presente in giardino o di riposare sulle piante. Dunque, per evitare spiacevoli incidenti o corse dal veterinario, meglio conoscere bene quali sono gli arbusti che non creano alcun tipo di problema al gatto di casa. Vediamo cinque piante adatte allo scopo.

1 – Le erbe aromatiche

Per evitare che i gatti possano accusare sintomi di malessere, una garanzia sono le erbe aromatiche, che oltre a decorare, sono un ottimo accompagnamento in cucina. Queste, fortunatamente, non creano problemi ai felini. Ad esempio il basilico è un’erba sicura per i gatti in caso di ingestione. Un’altra erba aromatica a prova di gatto è la camomilla tedesca, ma attenzione a non confonderla con quella inglese, che invece è tossica. Altre erbe innocue per i gatti sono il coriandolo, all’aneto, al prezzemolo.

2. Il fiordaliso

Il fiordaliso è una delle piante non tossiche per i gatti, oltre ad essere molto bella e a produrre fiori di un delicato colore blu. Fiore che è addirittura commestibile anche per l’uomo, tanto che si può utilizare in cucina.
Questa pianta è originaria dell’Europa, ma si trova anche in Nord America e in Asia. Si tratta di una pianta perfetta per il giardino, che va posizionata sotto il sole diretto e in un terreno ben drenato e morbido. Va innaffiato spesso, circa tre volte a settimana, ma vanno evitati i ristagni d’acqua.

3. La petunia

Anche le petunie sono piante innocue per i gatti, che offrono bellissimi fiori colorati e che sono particolarmente adatte per guarnire giardini in cui circolano felini senza crear loro alcun problema. Ve ne sono di diverse varietà, che si differenziano sia per il colore sia per la dimensione dei fiori, nonché per la lunghezza del fusto.

4. Il falso gelsomino

Per chi vuole delimitare cancelli e balconi, tra le piante rampicanti non tossiche per i gatti si può scegliere il cosiddetto falso gelsomino, pianta che offre fioritura abbondanti e non necessita di grandi cure. È un arbusto molto resistente, soprattutto alle basse temperature, ma non soffre neppure il caldo. Esso tollera anche brevi periodi di siccità, ma non va posizionato in zone troppo ventose.

5. La zinnia

Infine tra le piante non velenose per i gatti si annovera anche la zinnia, che ha la particolarità di attirare le farfalle. Questo fiore è originario del Messico e dell’America Centrale. Ad essere coltivate come piante ornamentali sono delle specie ibride, che presentano fiori di tutti i colori possibili, escluso il blu e hanno una forma simile a quella della margherita. Si presentano in folti cespugli ramificati, con foglie di forma ovale.

Per sapere di più su quali sono le piante non velenose per i gatti da coltivare e il loro relativo costo, è consigliabile rivolgersi ad un esperto e richiedere un preventivo.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a servizi di giardinaggio
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE
Accedi con le tue credenziali