MAGAZINE
Logo Magazine

Quando la lavatrice puzza come si eliminano i cattivi odori?

Spesso capita che dopo qualche tempo la lavatrice inizi a puzzare: ecco tutti i consigli per una lavatrice igienizzata ed un bucato profumato.

Chiedi un preventivo per
IGIENE E PULIZIE DI CASA
richiedi un preventivo gratis

La lavatrice è sicuramente uno degli elettrodomestici più a contatto con l’acqua stagnante ed è proprio questo il motivo per cui prima o poi inizia a puzzare. Ciò è dovuto principalmente a muffe e batteri, che prolificano in un ambiente chiuso e umido. Molto spesso questa condizione incide anche sulla profumazione dei vestiti, che ovviamente non sprigionano più quel profumo di pulito, come all’inizio.
Affinché questa puzza sparisca ci sono diversi rimedi naturali. Innanzitutto va detto che la lavatrice è uno degli elettrodomestici più costosi e quindi per evitare che si rompa o emani cattivi odori, bisognerebbe pulirla periodicamente. Se è troppo tardi e il danno è già fatto, l’unica cosa da fare è chiamare un idraulico esperto che possa riparare a guasti o malfunzionamenti. Ma torniamo alla pulizia della lavatrice, che solitamente deve essere eseguita almeno una volta al mese, ma quasi nessuno se ne ricorda.

In cosa consiste la pulizia della lavatrice?

Non è altro che un lavaggio a vuoto, e al posto del detersivo utilizzato normalmente, va caricato l’aceto e la temperatura deve essere impostata al massimo, in modo da distruggere tutti i batteri, che ovviamente a basse temperature continuerebbero a intaccare la lavatrice. Se, dopo il lavaggio a vuoto, il cestello continua a puzzare di muffa, evidentemente il modello di lavatrice è di ultima generazione e ciò significa che è una lavatrice ad alto risparmio idrico. Per questo motivo il cestello durante il lavaggio non è completamente riempito d’acqua e a questo punto bisogna che ne aggiungiate voi durante il lavaggio a vuoto.

Come igienizzare la lavatrice

Per igienizzare la lavatrice bisogna pulire la striscia di gomma tra l’oblò e la bocca del cestello e le guarnizioni, infatti questi sono i punti dove si vengono a creare più muffe. Bisogna pulire anche la vaschetta del sapone, in quanto il sapone per la lavatrice può causare incrostazioni e residui indesiderati, sia nel filtro che nello scompartimento stesso. Per pulire la vaschetta versate un bicchiere di aceto bianco, che elimina in un batter d’occhio sia il calcare, che la puzza. Anche l’oblò e il cestello vanno puliti almeno una volta al mese con acqua tiepida. I filtri di carico e scarico dell’acqua devono essere sempre puliti.

Come disinfettare la lavatrice

Se si vuole disinfettare ulteriormente la lavatrice, perché magari sono state lavate coperte o indumenti del cane, può essere utilizzato un disinfettante oppure durante il lavaggio a vuoto si può versare una tazzina di candeggina e pulire con l’alcool le guarnizioni.

Alcuni consigli utili per evitare che la lavatrice emani cattivi odori:

  • Dopo il lavaggio non chiudere mai lo sportello, ma lasciare che passi aria e si asciughi;
  • Mantenere sempre puliti i filtri;
  • Usare poco detersivo durante i lavaggi;
  • Un paio di volte l’anno è bene utilizzare prodotti specifici per la pulizia della lavatrice;
  • Se il cattivo odore non sparisce, controllare il tubo di alimentazione dell’acqua;
  • Se avete problemi con il calcare utilizzare l’aceto di mele, il quale scioglie il calcare, ma avendo un’acidità pari al 5% non aggredisce la lavatrice.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a IGIENE E PULIZIE DI CASA
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE
Accedi con le tue credenziali