Sei già cliente?

Gestisci i tuoi servizi nell'area dedicata di Italiaonline.

accedi all'area clienti

Vuoi trovare
nuovi clienti?

Scopri come inserire la tua attività
su PagineGialle Casa!
CONTATTI: NUMERO VERDE 800-011411
info@italiaonline.it

MAGAZINE

chiedi preventivo

Recinto elettrico: come funziona e come costruirne uno

Il recinto elettrico consiste in un recinto costituito da fili metallici sostenuti da paletti. Viene costruito come controllo per animali domestici e selvaggi. Ecco le istruzioni per realizzare un recinto fai da te.

Se si vuole dotare la propria casa di un recinto elettrico, la prima cosa da fare è avere un’idea chiara di ciò che si vuole realizzare e per quale motivo si vuole costruire. Una buona progettazione consente di raggiungere più facilmente i propri obiettivi.

Recinto elettrificato
Chiedi un preventivo per RECINZIONI richiedi un preventivo gratis

Vari fattori sono da tenere in considerazione durante la progettazione. Tra questi è importante essere a conoscenza di tanti aspetti. In particolare:

  • Quali sono gli animali da controllare
  • Lunghezza della recinzione
  • Tipologia della recinzione (mobile, permanente o semipermanente)
  • Quanti ingressi ci sono
  • Numero e tipo di pali
  • Tipo di elettrificatore da utilizzare

Inoltre, bisogna considerare anche tutto il materiale necessario per costruire un recinto elettrico:

  • Elettrificatore
  • Presa di terra
  • Conduttore
  • Cancelli
  • Isolatorie Picchetti
  • Collegamenti
  • Accessori
  • Tester

Di estrema importanza la scelta dell’elettrificatore. Acquistare l’elettrificatore adatto è estremamente importante per realizzare una barriera efficace, adatta alle proprie esigenze.

Esso dipenderà anche da altri aspetti quali alimentatori, numero di interventi di manutenzione, costo di acquisto, voltaggio ed energia erogata.

Il sistema di messa a terra, inoltre, è una delle parti più importanti della recinzione, ma anche una delle più sottovalutate e trascurate. Infatti se non ben organizzata, non produce una scossa interessante all’animale. Rendendo vano il fine ultimo del recinto.

Altro aspetto riguarda la segnalazione delle altezze del recinto. Si tratta tuttavia di un dettaglio approssimativo. Devono essere adattate alla specie animali che volete tenere in recinzione. Una tale barriera elettrica serve sia per la gestione di mandrie che per tenere lontani gli animali.

Come funziona il recinto elettrico

Il recinto elettrico è formato da un elettrificatore per recinti che lancia impulsi elettrici lungo i fili della recinzione. L’impulso si esaurisce sulla recinzione elettrica. Il processo è continuo se non ci sono dispersioni. Nel momento in cui l’animale va ad urtare la recinzione funge come un interruttore chiudendo di fatto il circuito.

Il circuito elettrico quindi si completa, cioè l’elettricità si propaga contro l’animale e poi torna al recinto. Si innesca in tal modo una scarica che colpisce l’animale provocandogli una spiacevole, ma indolore scossa.

Quattro sono quindi gli aspetti di cui si compone il sistema di recinzione elettrico:

  • Un recinto elettrico che genera regolarmente impulsi di energia
  • Uno o più fili elettrici per recinzione che conducono la corrente
  • L’isolamento ottenuto attraverso isolatori che impediscono all’energia di disperdersi nel terreno
  • La messa a terra del recinto elettrico

Come installare la recinzione?

Uno degli aspetti più importanti riguardanti il recinto elettrico consiste nel fatto che è più sicuro e duraturo nel tempo rispetto a quelli tradizionali. Vari sono i componenti da installare che interagiscono tra di loro. Se ben  approntati, sicuramente si otterrà il risultato sperato.

Se non volete affidarvi al fai da te ma desiderate un'installazione a regola d'arte, consigliamo di rivolgervi a ditte specializzate. Se invece siete pronti a darvi da fare, ecco come procedere.

Innanzitutto. potete scegliere se acquistare il materiale singolarmente oppure sfruttare dei kit pronti al montaggio.

La prima cosa da fare per installare un recinto elettrificato consiste nel tracciare un perimetro. Se avete già una recinzione, potete sfruttare i vecchi pali di sostegno sui quali montare i fili metallici da elettrificare. Se invece dovete realizzare una recinzione elettrificata partendo da zero, avrete bisogno di due tipi di paletti di sostegno. Negli angoli del recinto installerete dei paletti piú solidi in modo tale da tenere salda la struttura. Oltre a questi aggiungete dei paletti meno massicci che serviranno per sostenere i fili.

Lo step successivo riguarderà il collegamento dei fili metallici con un elettrificatore per recinti o generatore di corrente. Importante sarà la scelta dei fili elettrici per recinzioni che andrete ad utilizzare. Sono consigliati dei fili di ferro zincato. Inoltre, sono necessari degli isolatori per i picchetti di sostegno e per i paletti. In seguito collegate tutto all’elettrificatore. Non sono da trascurare anche i vari optional come ad esempio cancelli, interruttori, tiranti e tenditori di linea. Ed anche dei cartelli di segnalazione elettrica ed il parafulmine.

Durante il montaggio in molti consigliano l’uso di almeno quattro fili metallici posti ad altezze diverse. Il primo sará posizionato a 25 cm dal suolo, il secondo a 50 cm dal suolo. Il terzo paletto, invece, a 120 cm da terra.

Quando il vostro recinto sarà pronto, ecco che potrete utilizzare il Tester. Si tratta di uno strumento che serve per verificare la funzionalità del sistema.

preventivo

Scegli uno dei nostri migliori professionisti! Richiedi un preventivo gratis a RECINZIONI

invia la tua richiesta gratis ricevi fino a 5 preventivi scegli il preventivo migliore

CHIEDI ORA
  • recinzione elettrica
  • recinzioni elettrificate
  • filo elettrico per recinzioni
  • elettrificatore per recinti