MAGAZINE
Logo Magazine

Esenzione IMU prima casa a rischio: facciamo chiarezza

L'IMU, la tassa sulla casa potrebbe tornare. Lo dicono diverse fonti vicine al Governo Draghi. Un'eventualità da considerare se si vuole comprare casa

03-05-2021
Chiedi un preventivo per
agenzia immobiliare

L’IMU è la famosa tassa sulla casa, che venne abolita nel 2016 per tutte le prime abitazioni non di lusso in Italia. Il nostro è l’unico Paese Membro dell’Unione Europea (insieme a Malta) a non pagare più questa imposta. Tuttavia, presto le cose potrebbero cambiare. Infatti, si parla nuovamente di IMU: sul tavolo del Governo c’è l’intenzione di inserire nuovamente l’imposta per la prima casa in modo da risanare i conti pubblici e avere risorse sa usare per diversi obiettivi. Attualmente questo sono solo notizie ufficiose, ma è utile illustrare la situazione e prepararsi all’eventuale arrivo imposte. In particolare, seguire l’evoluzione della vicenda può essere utile a chi in questo momento vuole comprare casa.

Governo Draghi: vuole riproporre l’IMU agli italiani?

Fin dal suo insediamento, Mario Draghi si è concentrato per trovare le risorse necessarie per risanare i conti pubblici e avere i fondi necessari per aiutare imprese, famiglie e altri attori sociali. I fondi potrebbero essere utilizzati anche per rifinanziare i tanti Bonus Casa attivi ormai da anni. Tra questi c’è anche il Superbonus 110%: si parla già di modifiche e proroghe. Certo non è facile reperire le risorse adeguate, per tale motivo ultimamente si sta parlando sempre più insistentemente di un nuovo sistema di tassazione. Sul tavolo del Governo ci sono diverse proposte: la Tassa Patrimoniale, una nuova Legge Fornero e anche il reinserimento dell’IMU per la prima casa.

Naturalmente, tali cambiamenti non saranno certo immediati, perchè il Governo attualmente è impegnato sul PNRR dove sono menzionate tutte le iniziative e i settori a cui destinare i fondi europei, quelli europei stanziati col Revocery Fund.

Nuova IMU in Italia: la posizione dell’Europa

Sarebbe proprio l’Unione Europea a volere l’adeguamento dell’Italia alla tassazione degli altri Paesi Membri dell’EU. Anche se alcune forze politiche italiane hanno già detto che faranno di tutto per sventare questo pericolo. D’altro canto l’Europa ha condotto degli studi in merito e ha affermato che la tassa potrebbe avere ripercussioni positive sul nostro Paese, per esempio potrebbe essere usata per stanziare fondi dedicati agli incentivi per le assunzioni. Inoltre, l’Italia per avere il Recovery Fund dovrebbe rispettare le famose raccomandazioni europee. Tra queste c’è la richiesta di trasferire il carico fiscale del lavoro verso aspetti meno penalizzanti per la crescita e si parla in questo caso di tassare in base al patrimonio posseduto dagli italiani.

Tute queste sono solo ipotesi, bisognerà attendere le decisioni del Governo Draghi.

Per il momento chi vuole acquistare la sua prima casa non deve quindi preoccuparsi di questa imposta, ma anzi può addirittura usufruire del famoso Bonus Prima Casa, ovvero una serie di agevolazioni che permettono di risparmiare su questa importante spesa.

Per fare il miglior acquisto è sempre necessario affidarsi a una agenzia immobiliare che fornisca una consulenza adeguata in base alle singole esigenze.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a agenzia immobiliare
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE
Accedi con le tue credenziali