MAGAZINE
Logo Magazine

Bonus Prima Casa: agevolazioni per gli under 36

Il Governo Draghi sta lavorando al nuovo Decreto Sostegni Bis, dove dovrebbe esserci anche un aggiornamento del Bonus Prima Casa. Ecco le novità

04-05-2021
Chiedi un preventivo per
agenzia immobiliare

Il Governo Draghi è a lavoro su diverse misure a favore dei giovani, pensate anche per il rilancio dell’economia. In particolare sta pensando a un nuovo Bonus Prima Casa riservato a tutti i giovani sotto i 36 anni. Questo è quanto previsto dalla bozza del Decreto Sostegni bis, per cui sono stati stanziati 40 miliardi. I giovani che acquistano la loro prima abitazione, ossia quella dove andranno a vivere e stabiliranno la residenza, potranno risparmiare su una serie di imposte. Nello specifico si sta studiando l’esenzione dall’imposta di registro, ipotecaria e catastale; mentre per le vendite che hanno l’IVA è previsto un credito di imposta. Per i mutui di questo tipo è prevista anche l’eliminazione dell’imposta sostitutiva. Facciamo chiarezza.

Bonus Prima Casa under 36: accesso al Fondo Garanzia

Il Governo Draghi sta riflettendo anche sulla possibilità di attivare un ingresso facilitato per gli under 36 al Fondo di garanzia per la prima casa, che venne istituito dalla Legge 147/2013. Si tratterebbe di un cambiamento importante rispetto a ciò che avviene nella normativa vigente, che invece include solo i giovani under 35 titolari di un rapporto di lavoro atipico. Un’altra ipotesi è quella di estendere l’accesso prioritario ai giovani under 36, ma solo fino al 31 dicembre 2022. Nel decreto ci dovrebbe, poi, essere un rifinanziamento di questo fondo per 55 milioni nel 2021.

Durante la presentazione del PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) in Parlamento, il presidente del Consiglio Mario Draghi aveva annunciato novità sulla casa, risorse per aiutare i giovani, e in particolare aveva parlato di una garanzia dello Stato per tutti coloro che volessero acquistare casa, ma non è ancora chiaro se la novità verrà inserita nel Decreto Sostegni bis.

Agevolazioni sulla tassazione: novità Bonus Prima Casa

Una delle misure più importanti riguarda il taglio di imposte, nello specifico quella di registro, ipotecaria e catastale. Le agevolazioni sono applicate in tutti gli atti stipulati fino al 31 dicembre 2022.

Le agevolazioni valgono l’acquisto di immobili destinati a diventare “prima casa” a meno che non appartengano alle seguenti categorie catastali:

  • A1 – abitazioni di tipo signorile
  • A8 – Abitazioni in ville
  • A9 – Castelli, palazzi di pregio storico o artistico

Inoltre, fanno eccezione anche gli atti traslativi o costitutivi di usufrutto e nuda proprietà.

Nel caso in cui l’acquisto della casa sia caratterizzato dalla presenza di IVA, viene riconosciuto all’acquirente un credito di imposta pari all’IVA corrisposta per l’acquisto, che può essere usato anche per risparmiare sulle imposte della casa e sui redditi delle persone fisiche in base alla dichiarazione dei redditi.

Insomma, il Governo Draghi è davvero impegnato nel trovare soluzioni che possano portare i giovani ad acquistare la loro prima casa. Quindi, chi ha questi requisiti e ha in programma di fare questo importante investimento, può affidarsi a una agenzia immobiliare capace e professionale, che può indirizzarlo verso un immobile perfetto per le sue esigenze.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a agenzia immobiliare
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE
Accedi con le tue credenziali