Sei già cliente?

Gestisci i tuoi servizi nell'area dedicata di Italiaonline.

accedi all'area clienti

Vuoi trovare
nuovi clienti?

Scopri come inserire la tua attività
su PagineGialle Casa!
CONTATTI: NUMERO VERDE 800-011411
info@italiaonline.it

MAGAZINE

chiedi preventivo

Metodi e tecniche per creare l'effetto corten sul ferro

L’effetto corten è particolare, sofisticato e dà un impatto nuovo a uno spazio interno o esterno. Ecco come realizzarlo.

Chiedi un preventivo per FABBRI E LAVORAZIONI IN FERRO BATTUTO richiedi un preventivo gratis

L’effetto corten è un’ossidazione naturale o artificiale del ferro, che fa emergere una “ruggine controllata e voluta”. L’uso è soprattutto correlato al design moderno e contemporaneo, allo stile industrial, a spazi come cucine o bagni, banconi, mobili, muri o pareti da creare totalmente o parzialmente con questo particolarissimo effetto. L’effetto corten è applicato soprattutto sugli esterni ma si può utilizzare anche nelle soluzioni indoor.

La vera ruggine o l’effetto ruggine possono rappresentare un desiderio “antichizzante” anche per oggetti più piccoli come ferri di cavallo o altri utensili che si vorrebbero vedere con un effetto più particolare e vintage. L’impatto è quello di un metallo invecchiato, che dà un’immagine suggestiva.

L’effetto corten su una base di ferro può essere riscontrato con vera ruggine da fissare sul ferro o con una ruggine rievocata o simulata, dipinta o ricreata.

Per la vera ruggine su ferro ci sono diversi metodi ma è meglio rivolgersi a un fabbro esperto, che sia in grado di applicare i trattamenti corretti per avere e restituire il risultato desiderato. La ruggine prodotta correttamente con l’effetto corten ha la proprietà di autoproteggersi e non deteriorarsi, usando come filtro la stessa patina ossidativa.

Come ottenere l’effetto corten

L’effetto corten si realizza in diversi modi. Per scegliere quello che si preferisce bisogna incrociare diverse variabili: costi, esigenze, preferenze. In particolare, bisogna capire se si è disposti ad accontentarsi di un effetto ruggine o se si preferisce la ruggine vera e propria.

Ecco diverse modalità per creare l’effetto:

    • attraverso pitture che simulano le sembianze della ruggine; ci sono vernici di ultima generazione che oltre a riprodurre il colore e le venature della ruggine su metallo ne creano anche la consistenza al tatto;
    • attraverso materiali o patine che simulano la ruggine e la sua texture;
    • attraverso reagenti che provocano l’ossidazione del ferro.

Metodi fai da te

Non mancano neanche metodi fai da te per “datare” concretamente il metallo, come strofinare della carta vetrata, versare acqua e sale, esporlo all’umidità (il naturale agente che provoca la classica ruggine), applicare della finta ruggine con uno spray, arrangiarsi con la pittura (in commercio sono in vendita diversi prodotti appositi).

Soluzioni chimiche

Per chi è più esperto si può applicare sul ferro una soluzione di acido e rame da unire ad acido muriatico e con cui bagnare con metodo e cautela tutto il materiale. Si tratta però di un procedimento complesso e rischioso, da riservare solo a chi ha esperienza con questo tipo di reagenti.

Metodi professionali

Il fabbro esperto conosce metodi più sicuri ed efficaci (che non rischiano di rovinare la parete, l’oggetto o il complemento d’arredo). Ci sono a questo proposito attivatori di ruggine, formulati utilizzabili su corten, ferro sabbiato o decapato, che garantiscono la presenza della ruggine entro 72 ore dall’applicazione.

Questi prodotti vanno applicati in modo disomogeneo per ricalcare le irregolarità della superficie e restituire l’effetto corten che è completamente difforme. Il prodotto può essere ripassato con una seconda mano e tamponato irregolarmente con un pennello o una spatola.

Ci sono anche diversi metodi per creare in modo più naturale l’effetto corten su ferro (come su acciaio), come una serie di cicli di esposizione all’acqua e asciugatura, non senza utilizzare elementi e spray protettivi che evitano il danneggiamento del materiale.

Cautele

È fondamentale anche mantenere in modo corretto la ruggine, evitando che formi polvere.

Ci sono prodotti appositi, che un fabbro esperto usa e conosce, che evitano la corrosione della ruggine e mantengono la finitura. Dopo l’applicazione di questi prodotti bisogna far riposare la superficie per almeno 24 ore, o 72 ore se si tratta di una zona calpestabile. Essendo una reazione potenzialmente pericolosa, quando si tratta di creare vera ruggine su ferro è meglio rivolgersi a un esperto.

preventivo

Scegli uno dei nostri migliori professionisti! Richiedi un preventivo gratis a FABBRI E LAVORAZIONI IN FERRO BATTUTO

invia la tua richiesta gratis ricevi fino a 5 preventivi scegli il preventivo migliore

CHIEDI ORA
  • come fare effetto ruggine su ferro
  • vernici per ferro effetto corten