MAGAZINE
Logo Magazine

Camelia con foglie gialle, cosa significa?

Ci sono tre principali motivi per cui le foglie della camelia diventino gialle: disidratazione, malattia, terreno inadatto! Scopri tutti i dettagli di seguito

Chiedi un preventivo per
servizi di giardinaggio
richiedi un preventivo gratis

Elegante, resistente e colorata, la camelia è una pianta meravigliosa che può essere facilmente coltivata in ambienti ben ventilati e preferibilmente all’aperto. Quando cominciamo a prenderci cura di una pianta, la soddisfazione più grande è vederla crescere in maniera rigogliosa e sana: ecco perché è fondamentale capire quando la propria pianta denota primi segni di sofferenza, come nel caso della camelia con foglie gialle. Quando la camelia presenta foglie gialle, c’è qualcosa che non va nel suo status naturale di salute. In questo articolo di PG Casa vedremo cosa fare quando la camelia ha foglie gialle, i rimedi da applicare per recuperarla in tempo, e come fronteggiare altri piccoli disturbi di questa splendida pianta, adattabile anche all’interno di un appartamento.

Foglie gialle e appassite: SOS Camelia

La tua pianta ha sempre presentato foglie smeraldine e corpose, e all’improvviso hai notato una camelia con foglie gialle e poco vivide? Le cause possono essere varie, e bisogna ricercarle nella cura quotidiana della pianta o in un possibile parassita o agente esterno. Vediamo insieme come procedere:

Causa di disidratazione

Se la camelia ha foglie gialle, i primi rimedi da prendere in considerazione sono quelli legati alla sua idratazione. Il cambio di colore delle foglie può infatti essere un sintomo significativo di disidratazione, i cui effetti si palesano soprattutto nei mesi più caldi. Ricordiamo, infatti, che la camelia è una pianta che ama soprattutto le temperature rigide, ma non per questo disdegna di essere ben idratata e con costanza. Il terreno della camelia, soprattutto nei mesi estivi, deve rimanere umido ma mai troppo bagnato. Mantenere intorno alla pianta un ambiente umido è fondamentale per assicurarle benessere, e qualora sia possibile è bene preferire acqua non calcarea, soprattutto se c’è l’intenzione di annaffiare anche le foglie (che potrebbero rovinarsi proprio per la presenza di calcare). Nebulizza la tua camelia con acqua demineralizzata per pulire al meglio le foglie dalla polvere.

Ingiallimento: le malattie

Se la camelia ha foglie gialle che cadono, probabilmente – oltre alla disidratazione – la causa è da ricercarsi nelle malattie che possono colpirla. Tra queste, fatale è la presenza di funghi che rendono appunto le foglie appassite e gialle. In casi come questo, è bene annaffiare il terreno della camelia con un prodotto a base di alluminio, avendo prima verificato la presenza dei funghi. 

Attenzione al terreno!

Se noti un ingiallimento molto diffuso, forse la tua camelia è stata rinvasata utilizzando un terriccio non adatto alla sua crescita. Infatti, un terreno troppo calcareo è acerrimo nemico della camelia, che in questo caso va supportata con un terriccio adatto e con irrigazioni costanti di acqua che presenta chelati di ferro. È bene sapere che la camelia comincia a soffrire anche quando il terreno è poco e il vaso ormai troppo piccolo per le sue dimensioni: questo porta ad una sofferenza delle radici, che non crescono più e che lentamente portano alla morte della camelia. Per saperne di più, rivolgetevi ad un professionista del settore e richiedete un preventivo!

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a servizi di giardinaggio
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE
Accedi con le tue credenziali