MAGAZINE
Logo Magazine

Impianto elettrico: controlli periodici e normative

Se ci troviamo in presenza di un rischio elettrico, le verifiche periodiche dell’impianto elettrico devono essere eseguite da una persona esperta in ambito elettrico. Ecco tutto quello che occorre sapere

Chiedi un preventivo per
impianti elettrici
richiedi un preventivo gratis

Ogni impianto elettrico deve essere verificato con periodicità. Ecco ogni quanto fare le verifiche periodiche e perché sono così importanti.

Ogni giorno ci giungono notizie di disastri, incidenti: per questo la sicurezza deve essere un elemento a cui porre una particolare attenzione. Soprattutto quando parliamo di impianto elettrico, il quale non solo deve essere certificato quando viene eseguito o ristrutturato, ma andrebbe controllato periodicamente con delle verifiche, per evitare danni strutturali con delle brutte conseguenze.

Cosa si intende per verifica dell’impianto elettrico?

Innanzitutto, la verifica non va confusa con il collaudo o l’omologazione. Il collaudo deve controllare che ci sia una reale corrispondenza tra il progetto e l’impianto installato, l’omologazione invece è la procedura attraverso la quale un Ente proposto certifica la conformità con le norme e leggi in vigore.

Cos’è, dunque, la verifica dell’impianto elettrico? In realtà è un insieme di operazioni che appurano che l’impianto elettrico sia rispettoso delle norme di sicurezza e delle leggi in vigore (come spiega la norma CEI 64-8/6). Dopo le verifiche iniziali è fondamentale monitorare l’impianto con verifiche periodiche. La frequenza di queste verifiche è piuttosto variabile: bisogna considerare il tipo di impianto e dei componenti, il suo uso e funzionamento, la frequenza e la qualità della manutenzione.

Comunque (sempre secondo la CEI 64-8/6), l’intervallo tra due verifiche può essere di alcuni anni, in genere 5, ma anche 10 a seconda delle strutture. La frequenza della verifica diventa necessaria per legge ogni 2 anni in alcuni casi in cui esiste un rischio maggiore: nei luoghi con rischio di degrado, incendio o esplosione, nei luoghi in cui coesistano impianti di alta tensione e bassa tensione, nei cantieri e nei locali medici.

Chi esegue le verifiche?

Se ci troviamo in presenza di un rischio elettrico, le verifiche periodiche dell’impianto elettrico devono essere eseguite da una persona esperta in ambito elettrico (PES), che abbia cioè conoscenza ed esperienza rilevanti tali da consentire di analizzare i rischi e di evitare i pericoli che l’elettricità può creare (definizione 3.2.5 della CEI 11-27), oppure da persona avvertita in ambito elettrico elettrico (PAV), ovvero adeguatamente avvisata da persone esperte per metterla in grado di evitare i pericoli che l’elettricità può creare (definizione 3.2.6 della CEI 11-27). Nel caso in cui il lavoro non sia sotto tensione, può eseguire la verifica periodica dell’impianto elettrico una persona comune (PEC), ovvero una persona non esperta e non avvertita (definizione 3.2.7 della CEI 11-27) sotto la supervisione di PES, o sotto la sorveglianza di PES o PAV.

Come si eseguono le verifiche e il registro

Per eseguire una verifica periodica dell’impianto elettrico, dopo una attenta analisi delle documentazioni, si passa a un sopralluogo. Innanzitutto si fa un esame a vista, che deve valutare che i componenti siano correttamente scelti, installati e non ci siano danneggiamenti evidenti. In un esame a vista più approfondito bisogna anche monitorare con alcuni attrezzi che siano corretti i collegamenti, che non ci siano morsetti allentanti ecc. A questo punto si fanno le prove: attraverso delle misure si deve accertare che ci sia un livello di sicurezza idoneo rispetto alle nuove normative e tecniche del momento, per evitare di correre rischi o vedersi recapitate delle sanzioni.

È importante che ogni volta che si eseguono le verifiche periodiche il tecnico faccia un rapporto di verifica, in cui sia segnalato ogni eventuale danno o difformità. È opportuno conservare queste relazioni in un registro delle verifiche periodiche dell’impianto elettrico, in modo da monitorare lo stato di salute dell’impianto e risalire allo storico qualora fosse necessario.

Il nostro consiglio è quello di affidarsi a un professionista esperto per accertarsi sulla condizione del tuo impianto elettrico. Richiedi adesso un preventivo gratuito su PagineGialle Casa.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a impianti elettrici
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore

POTREBBE INTERESSARTI

Lavori da fare in casa?

Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona

TUTTE LE CATEGORIE

Accedi con le tue credenziali