Sei già cliente?

Gestisci i tuoi servizi nell'area dedicata di Italiaonline.

accedi all'area clienti

Vuoi trovare
nuovi clienti?

Scopri come inserire la tua attività
su PagineGialle Casa!
CONTATTI: NUMERO VERDE 800-011411
info@italiaonline.it

Accedi con le tue credenziali

MAGAZINE

chiedi preventivo

Antifurto, la centralina del sistema di allarme

Quale momento migliore per svecchiare i nostri impianti di sicurezza? Ecco una utile guida per il rinnovamento dell'allarme e di tutti i suoi componenti

impianto allarme
Chiedi un preventivo per impianti di allarme richiedi un preventivo gratis

La centralina del sistema di allarme ha un ruolo primario nella gestione dell’impianto. Scopri come funziona e come evitare eventuali guasti.

Centrare il problema

Il bonus sicurezza 2019 non è alle porte, e già qui e – fintanto che si rientra tra i suoi canoni di eleggibilità – liberamente fruibile. Quale momento migliore per svecchiare i nostri impianti di sicurezza, quindi?

Quello dopo aver consultato il nostro articolo in cui parliamo di quello stesso bonus, naturalmente. Una detrazione del 50% è un’occasione decisamente ghiotta, ma prima di fare scelte ed acquisti affrettati è sempre meglio accertarsi di sapere quel che stiamo facendo – in questo caso, sapere se possiamo valerci di quella detrazione.
Fatto? Bene, proseguiamo.

La selezione di antifurto disponibili sul mercato è enorme, e per il personale non addetto ai lavori è difficile sapere dove guardare, cosa cercare, come dovrebbero funzionare e perché questa ‘centralina’ dell’antifurto sia così importante quando ne avete già altre in casa.
Questo articolo vi darà le risposte sugli impianti d’allarme che cercate

Centralina di comando

Partiamo dalle basi, quindi, e vediamo quali sono gli organi che vanno a comporre un impianto di allarme (il volgarmente definito ‘antifurto’).
Nella maggior parte dei casi, questi organi sono quattro – i sensori, gli allarmi, i dispositivi di comando e controllo, e infine la centralina.

I sensori, come lascia intuire il nome, servono a rilevare presenze all’interno del loro campo d’azione; ne esistono di svariate tipologie, ma sono tutti collegati alla centralina.

Gli allarmi sono i congegni azionati da una centralina che ha considerato anomale le rilevazioni dei sensori; solitamente producono rumori forti ed emettono luci per allertare gli inquilini e i vicini della presenza di intrusi, ma modelli più sofisticati possono anche mandare avvisi ai proprietari o ad eventuali compagnie di vigilanza.

I dispositivi di comando e controllo sono i banali radiocomandi, interruttori, pannelli, etc. usati per controllare appunto l’operato dell’impianto, remotamente o meno; le centraline più recenti possono essere anche controllare con app da smartphone.

La centralina è il nucleo dell’intero impianto d’allarme, in quanto riceve le rilevazioni dei sensori cui è stata collegata e determina, in base ai parametri che le sono stati dati, se sia opportuno azionare gli allarmi – tutti gli altri elementi del sistema le sono collegati, via cavo fisico oppure via wireless, e senza centralina questi sarebbero incapaci di operare adeguatamente.

Le centraline wireless risultano essere più sicure di quelle cablate, in parte perché non vi sono fili da tagliare ma anche perché operano su due frequenze di trasmissione (434 e 868 MHz) in modo da poter funzionare anche qualora una delle due venisse bloccata; e qualora un malintenzionato venisse rilevato dai sensori e l’allarme scattasse, le centraline spesso dispongono di un combinatore GSM con slot SIM per mandare automaticamente chiamate pre-impostate ai numeri sulla scheda.

Gestire la centralina

Data l’importanza della centralina per l’intero impianto d’allarme, è di vitale importanza gestire attentamente le sue impostazioni – questo significa attivare o disattivare i sensori a seconda del momento del giorno, in modo da evitare falsi positivi, monitorare periodicamente le condizioni dei sensori e della centralina in modo da evitare guasti, e cambiare sempre periodicamente le password dell’impianto in modo da assicurarci che non sia stata in qualche maniera intercettata.

Affidati a un esperto, richiedi subito un preventivo senza impegno.

preventivo

Scegli uno dei nostri migliori professionisti! Richiedi un preventivo gratis a impianti di allarme

invia la tua richiesta gratis ricevi fino a 5 preventivi scegli il preventivo migliore

CHIEDI ORA
  • impianto allarme