Sei già cliente?

Gestisci i tuoi servizi nell'area dedicata di Italiaonline.

accedi all'area clienti

Vuoi trovare
nuovi clienti?

Scopri come inserire la tua attività
su PagineGialle Casa!
CONTATTI: NUMERO VERDE 800-011411
info@italiaonline.it

MAGAZINE

chiedi preventivo

Come riverniciare gli infissi e le persiane in legno

Le vecchie persiane in legno si possono riportare a nuova vita utilizzando queste semplicissime tecniche di restauro degli infissi alla portata di tutti gli appassionati di bricolage.

La verniciatura delle persiane è un lavoro fatto di molti passaggi preparatori e step successivi. Non c’è però da averne paura. Basta seguire le nostre semplici istruzioni per realizzarlo.

Chiedi un preventivo per FALEGNAMI richiedi un preventivo gratis

La verniciatura dei serramenti in legno tra vernice e carta abrasiva

La verniciatura delle persiane è il momento finale di un lavoro iniziato diverse fasi prima. Essa consiste nella stesura della vernice scelta ripetendola per almeno due volte e lasciando trascorrere, tra una passata e l’altra, come minimo 12 ore. Tuttavia, immediatamente prima, occorre eseguire sulla persiana o sull’infisso una leggera carteggiatura con una carta vetrata dalla grana molto sottile. Questa azione è necessaria per consentire l’aggrappaggio della vernice durante la vera e propria verniciatura degli infissi. Una volta lavorata in tal modo, la superficie della persiana in legno è pronta per essere ricoperta dalla nuova pittura.

Come ci si prepara a verniciare le persiane in legno?

Per prima cosa è necessario smontare dall’infisso qualsiasi parte metallica. Dove ciò non sia possibile può risultare allo stesso modo efficace proteggere quelle parti con scotch e carta. Adesso si passa a togliere dal serramento la vecchia vernice. Questa operazione può risultare lunga e delicata. La pittura ormai vecchia e scrostata si può rimuovere grazie a un getto di aria calda e con l’aiuto dei ferri da lavoro. Il rischio, in questa fase, è di respirare le esalazioni prodotte dalla pittura riscaldatasi. Detto ciò, raccomandiamo di svolgere questo lavoro all’aperto e sempre proteggendo bocca e occhi.

La sverniciatura chimica quando quella manuale non è stata risolutiva

Dopo la sverniciatura manuale è il momento di passare all’azione degli sverniciatori chimici. Tale tipo di prodotto va a rimuovere i residui di pittura non venuti via con l’azione del caldo e degli strumenti specifici. Lo sverniciatore va passato sulla superficie della persiana insistendo anche con una paglietta metallica così da rimuovere le incrostazioni più dure. A questo punto, occorre ripulire l’area trattata con una soluzione di lisciva e acqua. Essa serve a eliminare ogni traccia di sverniciatore, la cui presenza rende poi impossibile l’adesione della nuova vernice.

Il legno va prima lavorato con la carta vetrata e poi nutrito

È tempo di passare alla carteggiatura preliminare. Qui si usa una carta abrasiva dalla grana media con cui si lavora l’intera superficie del serramento insistendo sulle parti più porose o danneggiate. Dopo, si utilizza un impregnante a base d’acqua o sintetico che serve a nutrire il legno. L’impregnante va steso in maniera accurata anche negli angoli e va poi lasciato asciugare per 12 ore. In seguito, si passa lo stucco per colmare le piccole incisioni ancora presenti nel legno. Gli eventuali eccessi di stucco vanno eliminati prima di procedere alla stesura del fondo, una pittura protettiva che fa da base a quella definitiva.

Gli attrezzi indispensabili per svolgere un buon lavoro

La verniciatura di persiane e infissi richiede l’impiego di strumenti specifici, vediamo quali:

  • guanti
  • mascherina e occhiali per proteggersi dalle esalazioni delle vernici
  • carta vetrata
  • pennelli di diverse dimensioni
  • lisciva
  • vernici e pitture preparatorie

preventivo

Scegli uno dei nostri migliori professionisti! Richiedi un preventivo gratis a FALEGNAMI

invia la tua richiesta gratis ricevi fino a 5 preventivi scegli il preventivo migliore

CHIEDI ORA
  • persiane in legno
  • restauro infissi in legno