PagineGialle Casa

Sei già cliente?

Gestisci i tuoi servizi nell'area dedicata di Italiaonline.

accedi

Vuoi trovare nuovi clienti?

Scopri come inserire la tua attività su PagineGialle Casa! NUMERO VERDE 800-011411 | MAIL info@italiaonline.it
PagineGialle Casa

PagineGialle Casa

chiedi un preventivo gratis

Legno di teak: caratteristiche, colori e prezzi

Il legno di teak è un legno dalle caratteristiche particolari: scopriamo insieme come utilizzarlo, quali sono i vantaggi e il prezzo!

Il legno di teak è un materiale pregiato famoso in tutto il mondo, conosciuto per la bellezza delle venature della sua superficie e per le sue eccellenti proprietà fisiche. Il teak infatti è un legno idrorepellente, resistente alla salsedine, agli agenti atmosferici e piuttosto robusto, ma allo stesso tempo morbido e facile da lavorare. Viene ricavato dalla pianta della Tectona, che cresce in Africa e in alcune regioni dell’Asia. Per le sue caratteristiche uniche il teak viene utilizzato nell’industria navale, nell’edilizia, nella realizzazione di arredamenti da esterno, per i pavimenti, per i mobili di pregio e nella carpenteria. Il colore naturale del legno di teak è piuttosto scuro, con sfumature che vanno dal nero al verde al marrone, mentre con il tempo tende a schiarirsi leggermente. Il prezzo del legno di teak è decisamente molto elevato, a causa della scarsità delle piantagioni e della crescita lenta della pianta da cui viene ricavato.

Legno di teak: caratteristiche, colori e prezzi
Chiedi un preventivo per FALEGNAMI richiedi un preventivo gratis

Tipologie principali del legno di teak

Perfetto per realizzare mobili come scarpiere su misura e tavoli, il teak è un legno che si trova in natura soltanto in due continenti, l’Africa e l’Asia. Il legno di teak africano è anche noto come teak da piantagione, poiché le coltivazioni di questo albero iniziarono circa 100 anni fa ad opera di latifondisti europei. A causa del clima arido e del caldo intenso, il teak africano risulta meno umido e con una bassa quantità di resina oleosa, tipica del legno di questa pianta. Tuttavia il legno di teak africano è molto utilizzato per la produzione di lamellari, che risultano ben più economici rispetto al teak originario dell’Asia. Oltre al minore costo di acquisto il teak africano è anche ecosostenibile, trattandosi di coltivazioni integrate annualmente con la piantagione di giovani alberi. Nonostante ciò questo tipo di teak deve essere trattato esternamente, per evitare la formazione di batteri e funghi che potrebbero danneggiare irrimediabilmente il legno.

Al contrario il legno di teak asiatico è molto pregiato e ne esistono ben 4 tipologie differenti, a seconda della zona di origine:

  • teak comune, Tectona grandis
  • teak Burma, Tectona hamiltoniana
  • teak indonesiano, Tectona hamiltoniana
  • teak filippino, Tectona philippinensis

Il legno di teak asiatico comune proviene dalle foreste dell’India e dell’Indonesia, possiede eccellenti capacità di resistenza agli agenti atmosferici, alla salsedine e all’umidità. Per questo motivo viene largamente utilizzato per l’arredo degli esterni, per le imbarcazioni e nell’edilizia. Il teak Burma cresce in Birmania, ed è in assoluto una delle varietà di teak di maggiore pregio, soprattutto grazie alle bellissime venature che il legno presenta sulla sua superficie. Anche il teak indonesiano e quello filippino sono molto richiesti sul mercato, tuttavia si tratta di legni provenienti da alberi in via d’estinzione, perciò il loro commercio è ridotto e il loro prezzo d’acquisto decisamente elevato.

In realtà la maggior parte di questi Paesi produce quasi solamente teak già lavorato, ovvero nella forma lamellare, mentre l’unico legno di teak totalmente naturale oggi presente in commercio è quello proveniente dalla Birmania. Infine esiste anche il teak sintetico, un materiale moderno, tecnologico, riciclabile, flessibile, resistente ed elegante. Si tratta di un derivato plastico con una struttura composta da una serie di resine sintetiche, che permette di evitare l’abbattimento degli alberi di Tectona pur conservandone le qualità fisiche e meccaniche. Il teak sintetico è particolarmente leggero, per questo viene largamente usato nel settore navale e nella realizzazione di pavimenti da esterno. Questo materiale darà sicuramente un tocco in più alla tua casa: contatta un falegname e chiedi un preventivo per realizzare il tuo mobile con legno di teak su misura!

Legno di teak: caratteristiche e vantaggi

Il teak è un legno molto pregiato, famoso in tutto il mondo per il suo suggestivo aspetto estetico e per le sue innumerevoli proprietà. Il legno di teak è idrorepellente, grazie alla presenza di pori distribuiti su tutta la superficie, che non lasciano accumulare l’umidità al suo interno. Inoltre si tratta di un materiale estremamente resistente e durevole, grazie alla resina oleosa che lo protegge dagli insetti, dai funghi e dalle escursioni termiche. In più il legno di teak è facile da pulire, morbido da lavorare, in grado di sopportare la salsedine, è antiscivolo anche quando la superficie è bagnata e non è particolarmente soggetto al cambiamento di colore, né a causa del passare del tempo o per l'esposizione agli agenti atmosferici. Queste caratteristiche permettono di ridurre al minimo gli interventi di manutenzione, infatti basta pulire la superficie con acqua tiepida e un panno o una spazzola morbida, oppure con un detergente neutro per poi risciacquare e asciugare con cura.

Legno di teak: prezzo

Il teak è un materiale estremamente caro, il cui prezzo si aggira in media sui 5-6000€ al metro cubo. Il costo del legno di teak dipende però da alcuni aspetti, come la qualità del legno grezzo, il grado di lavorazione e la stagionatura. Il teak naturale è quello più costoso ma è anche piuttosto difficile da trovare, mentre il teak lavorato in forma lamellare è decisamente più economico, come quello essiccato in forno per velocizzarne le tempistiche di vendita. Per quanto riguarda invece il parquet in teak, uno degli usi d’arredamento più comuni per questo legno, il prezzo può andare dai 50 ai 150€ al metro quadrato, esclusi i costi legati al montaggio e al trasporto. Nei pavimenti di teak incidono sul prezzo finale soprattutto lo spessore delle tavole, la provenienza e la qualità del legno. Invece il teak sintetico rappresenta una valida alternativa, seppur il prezzo di questo materiale plastico sia simile a quello del vero legno di teak. Importante è saper scegliere i giusti prodotti per lavare il parquet senza rovinarlo!

preventivo

Ti aiutiamo a cercare i migliori professionisti della tua zona! Chiedi un preventivo per FALEGNAMI

invia la tua richiesta gratis ricevi fino a 5 preventivi scegli il preventivo migliore

richiedi un preventivo gratis
  • legno teak prezzo
  • legno teak texture

Potrebbero interessarti anche