MAGAZINE
Logo Magazine

Come funziona la consociazione degli ortaggi?

La consociazione degli ortaggi rafforza l'orto, facendo crescere meglio i vari prodotti seminati e tenendo lontani i parassiti. Scopri su PG casa come farla

Chiedi un preventivo per
realizzazione orti
richiedi un preventivo gratis

Hai mai sentito parlare di consociazione degli ortaggi? Immagina di essere a scuola e che la professoressa ti sposti di banco vicino al compagno capace di stimolarti, al posto di quello che ti fa perdere tempo e che non ti invoglia a fare i compiti: un paragone abbastanza azzardato, ma sostanzialmente si tratta proprio di questo! La consociazione degli ortaggi è il sapere come abbinare gli ortaggi nell’orto affinché questi crescano rigogliosi, sani, e si difendano naturalmente come antiparassitari naturali. È una sorta di guida pratica e utile che ti insegna ad abbinare fra loro determinate tipologie di ortaggi e frutti che vanno messi nello stesso terreno, e al contempo insegna anche quali abbinamenti evitare. Vediamo insieme in questo articolo di PG Casa come fare una buona consociazione di ortaggi, come funziona la consociazione di ortaggi e fiori e tanto altro ancora.

Quando specie diverse si incontrano 

Come già accennato, la consociazione di ortaggi è una tecnica di coltivazione che permette di avere nello stesso terreno specie di piante diverse fra loro che non entrano in “competizione”, bensì si aiutano a vicenda. Le consociazioni di ortaggi e fiori, inoltre, ha una funzione protettiva anche da infestazioni di parassiti e funghi, permettendo a tutto l’orto di essere maggiormente in salute. 

Una lista utile 

Di seguito riportiamo una lista di consociazione fra ortaggi famosi, che possono servire come base per non commettere errori. Ad esempio, la consociazione delle zucchine può essere fatta senza problemi con fagioli e cipolle, mentre ad esempio nella consociazione dei piselli, le cipolle sono totalmente da evitare! Nel caso dei piselli, la consociazione va fatta con carote, ravanelli, rape, cetrioli, cavoli e finocchi, ma mai con cipolle, aglio, patate o gladioli. Ma andiamo con ordine:

  • Asparagi

Si sposano bene con pomodori, basilico e prezzemolo. Non si contrastano con nulla.

  • Carote

Bene con cipolle, ravanelli, lattuga, piselli, rosmarino, porri e salvi, ma è meglio non metterle accanto all’aneto.

  • Cavoli 

Consociazione con fragole, lattuga, piselli, pomodori, spinaci, sedani, barbabietole, cetrioli e fagioli rampicanti. Evitare invece aglio, cipolle e patate.

  • Cipolle e aglio

Benissimo con zucchine, barbabietole, fragole, pomodori, camomilla. Evitare cavoli, piselli e leguminose. 

  • Lattuga

Consociazione con cicoria, cavoli, finocchi, fragole, ravanelli, carote e cetrioli. Evitate di metterla però vicino al prezzemolo. 

  • Prezzemolo 

Ottima consociazione di ortaggi come ravanelli, asparagi e pomodori, male invece con lattughe e melanzane. 

  • Spinaci

Associarli con fragole, cavoli e ravanelli. In generale, non si contrastano con altri ortaggi o fiori.

  • Zucca

Bene con i nasturzi e il granoturco, da evitare l’associazione con le patate. 

Regole generali 

In linea generale, ricordati di non associare mai piante della stessa famiglia e di distanziare bene tutte le piante fra loro. Cerca di non mettere vicine piante che utilizzano terreno allo stesso modo, ovvero che sviluppino radici in maniera similare. 

Affidati ad un professionista del settore e richiedi un preventivo.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a realizzazione orti
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE
Accedi con le tue credenziali