MAGAZINE
Logo Magazine

Come innaffiare le piante quando si è in vacanza

Innaffiare le piante mentre siete in vacanza può essere davvero complesso, per fortuna esistono diversi sistemi che vi possono aiutare. Scopriteli di seguito

Chiedi un preventivo per
impianto irrigazione
richiedi un preventivo gratis

È perfettamente legittimo chiedersi come innaffiare le piante in vacanza. Per dedicarsi alle proprie piante in giardino, sul terrazzo o sul balcone c’è bisogno di tempo e naturalmente queste hanno bisogno di essere innaffiate. Quando però si va in vacanza, specie se non c’è nessuno a cui poter lasciare l’onere di innaffiare le piante, bisogna avvalersi necessariamente di moderni strumenti che possono sostituirvi e continuare a dare acqua alle piante anche nel momento in cui si è in vacanza.

Innaffiare le piante in vacanza: irrigazione goccia a goccia

La cosa migliore per riuscire a innaffiare le piante durante una vacanza è certamente il sistema d’irrigazione automatica o dei gocciolatori che possano lavorare anche quando non c’è nessuno che possa innaffiare. In genere, gli irrigatori a goccia automatici sono consigliati per tutto l’anno, anche quando si è in casa. Questo perché l’impianto d’irrigazione permette di dare alle piante la giusta dose di acqua e non dimenticarsi mai di innaffiare. Gli irrigatori sono collegati a un timer riuscendo così ad attivarsi da soli anche quando non c’è nessuno in casa. Questi si adattano principalmente ai giardini, all’orto oppure per chi ha diverse piante sul balcone, come i fiori perenni.

Innaffiare le piante in vacanza: vasi autoinnaffianti

I vasi auto innaffianti servono per riuscire a rendere la terra delle piante sempre umida, anche quando non c’è nessuno che possa prendersene cura. In questo caso, le piantine vanno trapiantate all’interno dei vasi auto innaffianti, il loro sistema di funzionamento è davvero molto semplice. Questi vasi hanno un sistema di funzionamento specifico, di solito presentano una lingua che deve essere immersa in un recipiente con dell’acqua. La linguetta preleverà pian piano l’acqua del recipiente riuscendo a mantenere sempre la terra umida e non rischiare che le piante muoiano.

Innaffiare le piante in vacanza: le strisce di stuoia filtrante e l’acqua complessata

Esistono altri due sistemi di cui è possibile avvalersi per dare la giusta umidità alle piante quando non si è in casa, per alcuni giorni. Le strisce della stuoia filtrante sono la soluzione idonea quindi alle piante in vaso che hanno bisogno di essere innaffiate per alcuni giorni. Le strisce di stuoia filtrante devono essere acquistate al vivaio, queste devono essere inumidite bene e poi si deve porre una delle estremità o all’interno di una bottiglia o di un secchio. L’altra estremità invece deve essere infilata all’interno della terra del vaso, scendendo a una profondità di circa 3 centimetri.

Nel caso in cui non doveste “fidarvi” di questi metodi potreste rivolgervi ad un giardiniere e trovare insieme a lui la giusta soluzione per non far morire le vostre piante durante la vostra assenza! Richiedete un preventivo senza impegno.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a impianto irrigazione
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE
Accedi con le tue credenziali