Sei già cliente?

Gestisci i tuoi servizi nell'area dedicata di Italiaonline.

accedi all'area clienti

Vuoi trovare
nuovi clienti?

Scopri come inserire la tua attività
su PagineGialle Casa!
CONTATTI: NUMERO VERDE 800-011411
info@italiaonline.it

Accedi con le tue credenziali

MAGAZINE

chiedi preventivo

Pisello odoroso: quando piantarlo e come prendersene cura

Avete intenzione di piantare un pisello odoroso? Ecco tutti i migliori consigli per procedere al meglio su PG Casa

pisello odoroso: come piantarlo?
Chiedi un preventivo per giardiniere richiedi un preventivo gratis

Il pisello odoroso è una pianta erbacea rampicante della famiglia dei piselli che può raggiungere anche un paio di metri d’altezza quando si trova a crescere in condizioni idonee al suo benessere. Si tratta di una pianta molto richiesta perché produce fiori di un bellissimo colore viola del diametro di pochi centimetri, con una corolla dalla caratteristica forma a farfalla. In commercio sono inoltre disponibili esemplari che producono fiori rosa, crema, bianco e rosso.  Il suo nome scientifico è “Lathyrus”.

Se state progettando l’acquisto di una pianta di pisello odoroso, siete nel posto giusto: in questo articolo vi spiegheremo infatti tutto quello che dovete sapere sulla coltivazione e su come prendervi cura di un pisello odoroso.

Come si coltiva un pisello odoroso?

Coltivare il pisello odoroso è una procedura semplice che, se effettuata con costanza, saprà regalarvi grandi soddisfazioni. Le piante di questa specie sono autofertili, ovvero sono in grado di moltiplicarsi per seme.

Una volta che vi siete procurati i semi di pisello odoroso e prima della semina, dovrete ammollarli in acqua a temperatura ambiente per diverse ore. Questa procedura serve per ammorbidire il guscio e rendere la germinazione meno problematica.

La semina va effettuata nel mese di aprile nel caso in cui si viva in un’area dove di notte la temperatura scende di molto. Nel caso in cui, invece, l’inverno non risulti particolarmente rigido (o si decida di coltivarlo in vaso), il pisello odoroso può essere piantato anche in autunno e messe al riparo da vento e intemperie tramite l’installazione di una serra da giardino o coperture in plastica. In pochi mesi noterete una crescita importante delle piantine di pisello odoroso: quando il fusto supera i 10 cm, potrebbe essere opportuno legarle a dei supporti verticali, in maniera da favorire la crescita e impedire agli animali di aggredirla.

La pianta di pisello odoroso predilige il sole, ma riesce a crescere senza troppa difficoltà anche nelle aree parzialmente coperte da ombra nel caso in cui le temperature raggiungano picchi molto alti (come ad esempio al Sud). Più il pisello odoroso trascorre tempo al sole, più acqua sarà necessaria perché questo possa prosperare. Annaffiamo le piante con regolarità, mescolando l’acqua al concime per piante almeno una volta ogni due settimane.

Il pisello odoroso ha bisogno di un terriccio ricco e altamente drenante, se possibile arricchito di concime organico. Una volta piantato, il pisello odoroso si autosemina, ma gli esperti giardinieri consigliano di cambiargli posizione con frequenza per favorirne la proliferazione.

Se non siete dei veri esperti in materia e il pollice verde non vi appartiene, non disperate! Su PagineGialle potrete contattare i migliori esperti in giardinaggio che sapranno aiutarvi nell’avere una pianta di pisello odoroso bella e rigogliosa. Richiedi adesso il tuo preventivo gratuito!

Parassiti e malattie

Attenzione inoltre ai parassiti: il pisello odoroso può essere infatti attaccato dagli afidi, i quali sono in grado di trasmettere malattie che causano la morte della pianta, come ad esempio il virus del mosaico. I parassiti inducono inoltre la formazione di melata, una sostanza zuccherina che attira inevitabilmente le formiche. Per risolvere questo problema, è importante individuarlo tempestivamente e procedere con dei lavaggi a base di insetticida ad ampio spettro, ideali anche per l’eliminazione della pericolosa cocciniglia. Il pisello odoroso può inoltre subire attacchi di bruchi, chiocciole o lumache.

Nel caso in cui il terriccio scelto per questa pianta non fosse drenante, non è rara la formazione di marciume radicale: il ristagno idrico, da evitare sempre, può causare la morte della pianta.

Quando fiorisce il pisello odoroso?

Il pisello odoroso, se riseminato con costanza, fiorisce da aprile fino a ottobre e produce splendidi boccioli a forma di farfalla, i quali regaleranno un tocco magico al vostro giardino.

preventivo

Scegli uno dei nostri migliori professionisti! Richiedi un preventivo gratis a giardiniere

invia la tua richiesta gratis ricevi fino a 5 preventivi scegli il preventivo migliore

CHIEDI ORA