MAGAZINE
Logo Magazine

Muretti a secco: cosa sono e come realizzarli

Grazie al muretto a secco, un semplice muro di cinta può diventare arte. Ecco come sono fatti e come si realizzano questi capolavori Patrimonio dell'Unesco

Chiedi un preventivo per
muratore
richiedi un preventivo gratis

I muretti in pietra sono talmente belli che l’UNESCO ha definito la loro costruzione un’arte, e nel 2018 sono diventati patrimonio dell’Umanità. I muretti a secco sono particolari costruzioni di muratura, realizzate senza l’ausilio di collante cementizio ma non per questo meno solidi, infatti grazie a tecniche antiche è possibile ottenere una struttura piuttosto robusta. In questo articolo abbiamo raccolto tutte le caratteristiche e le curiosità dei muri di pietra, in maniera da aiutarvi a capire il loro meccanismo e apprendere come fare un muro a secco.

Cosa sono i muretti a secco

Il muro a secco sembra più facile da realizzare rispetto a qualsiasi altra struttura che richiede la posa di mattoni e di cemento. La verità è che costruirli rappresenta invece una piccola sfida: se il cemento riesce a incollare le pietre dove non potrebbero aderire tra loro, nel muro a secco i sassi sono collocati per dimensioni e caratteristiche, in maniera tale che possano incastrarsi perfettamente l’uno con l’altro, creando un’elevata solidità. Naturalmente può succedere che, per corrispondere a questa esigenza molto specifica, i sassi devono essere lavorati e scolpiti prima della posa. Immaginate, dunque, di costruire un grosso puzzle tridimensionale, e avrete una prima idea – molto generale – di come costruire un muretto a secco.

Come si costruisce un muretto in pietra: un lavoro di “incastri”

Il muretto a secco è un’opera che richiede pazienza e un lavoro certosino, per riuscire a incastrare la pietra giusta nel posto più adeguato possibile. La solidità del muro è infatti legata all’incastro perfetto: le pietre, andando a combaciare, creano la stabilità strutturale per cui i muretti a secco sono così famosi da secoli.

Ecco alcuni consigli degli esperti per la realizzazione di muretti a secco.

  • Un muretto a secco alto non più di 60 centimetri è un lavoro che, con un po’ di impegno, può essere alla portata di tutti. Muri a secco più alti richiedono però l’intervento di una mano esperta e personale qualificato che sappia mettere al primo posto la stabilità della struttura, rendendola sicura a lungo.
  • La natura non è sempre così generosa da offrire i sassi perfetti per un muretto a secco. Ci vorrebbe davvero tanta fortuna per realizzare un muretto a secco con i sassi che si trovano in giro per la propria tenuta, senza prima un piccolo lavoro di limatura che possa renderli perfettamente compatibili tra loro!
  • Più il muretto è alto più dev’essere profondo, in questo modo sarà infatti più stabile. Gli esperti affermano che un muretto a secco alto 50 centimetri dovrebbe essere profondo almeno 30, meglio ancora se fosse profondo esattamente quanto è alto.
  • Il prezzo dei blocchi per muri a secco oscilla da 8 ai 17 euro in base alle caratteristiche della pietra e alla dimensione della stessa.

Esistono due tipi di muretti a secco:

  • muri di recinzione a secco: fungono da divisorio e creano una barriera tra uno spazio e l’altro. Hanno solitamente una forma a trapezio isoscele che aiuta la struttura ad essere più stabile.
  • muri di contenimento a secco o “contro terra”: svolgono la funzione di contenere un terreno sopraelevato, infatti vengono solitamente installati per trattenere il terreno in prossimità di un dislivello accentuato.

Come fare un muretto a secco

Il primo passo per realizzare un muretto a secco è la fondazione, ovvero un piccolo scavo nel terreno a una profondità di circa 20 centimetri, anche di più qualora il muro dovesse essere piuttosto alto. Nella buca realizzata vanno inserite le pietre più grandi e stabili. La base, che dev’essere più larga della sommità, dev’essere realizzata attraverso l’ausilio di dime, create con pezzi di legno che aiutano a dare la forma al muretto. Per alzare il muro occorre partire dalle estremità, scegliendo grandi blocchi perimetrali alternati a blocchi posati trasversalmente per sfalsare i giunti verticali.

La costruzione deve poi procedere a strati, fino al raggiungimento dell’altezza definitiva, mentre le pietre devono essere disposte in maniera da legare le fughe, evitando l’utilizzo di terriccio o materiale cementizio. Realizzare un muro a secco non è alla portata di tutti, soprattutto fa parte di una lunghissima tradizione che deve essere rispettata e mai improvvisata. Ecco perché importante rivolgersi a una ditta specializzata o a un professionista, perciò richiedi ora un preventivo su PG Casa.

Quanto costa un muro a secco: prezzi dei muri in pietra

Fin qui abbiamo capito come fare un muretto in pietra senza usare collanti per tenere insieme la struttura. Tuttavia una domanda sorge spontanea, quanto costa un muro a secco? Il prezzo dipende da alcuni fattori, tra cui il tipo di pietra utilizzata, infatti quella lavica costa il doppio rispetto ad esempio a una di tipo calcareo. Dopodiché bisogna considerare il tipo di struttura, ovvero se si tratta di un muro di recinzione o di contenimento: quest’ultimo può costare sui 150/170 euro al metro quadro, mentre il muretto di recinzione da 40 a 100 euro al metro quadro. Per una struttura normale, invece, il prezzo del muro a secco può andare da 10 a 50 euro al metro quadro, in base al tipo di pietra impiegata.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a muratore
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE
Accedi con le tue credenziali