pagine gialle casa

richiedi preventivo icon menu

magazine

Materiali isolanti termici: come risparmiare su riscaldamento e climatizzazione

La scelta dei materiali isolanti per garantire il risparmio energetico della propria abitazione prevede una vasta gamma di composti di natura sintetica o naturale.

Ottenere un notevole risparmio energetico con l'utilizzo di materiali isolanti è piuttosto semplice. L'importante è conoscere le varie tipologie di isolanti termini presenti in commercio e scegliere quello che maggiormente soddisfa le nostre osservazioni. Tra le varie alternative presenti, bisogna soffermarsi sulle caratteristiche che rendono i materiali isolanti i migliori a conseguire l'obiettivo di coibentare gli ambienti in maniera ottimale. Per tali materiali, infatti, bisogna sottoporre alla propria attenzione lo spessore, la conducibilità termica, la traspirabilità, la resistenza, la durevolezza e l'atossicità. E' palese che il materiale isolante riesce a coibentare meglio gli ambienti domestici se ha uno spessore consistente. I materiali isolanti migliori, inoltre, sono quelli che hanno una conducibilità termica bassa.
E' importante anche tenere conto del tempo impiegato dal calore per attraversare le pareti domestiche e giungere in casa, che cambia a seconda del materiale. Un buon materiale isolante deve necessariamente essere traspirante. Grazie a questa caratteristica, infatti, il materiale garantisce che non si crei condensa permettendo di isolare termicamente gli ambienti in maniera ottimale. Durante la scelta dei trattamenti per coibentare gli ambienti dobbiamo anche tenere conto delle caratteristiche atossiche, resistenti e longeve dei materiali isolanti. Quando si decide di coibentare un ambiente domestico bisogna decidere se avvalersi di materiali isolanti sintetici, minerali o vegetali. Queste tre tipologie di materiali differiscono sotto diversi aspetti e garantiscono vantaggi diversi. Gli isolanti sintetici sono costituiti da composti chimici derivanti dal petrolio. Un esempio di isolanti sintetici sono il poliuretano, il poliestere, il polietilene, etc. Essendo di derivazione petrolifera, questo tipo di materiale risulta facilmente infiammabile ed inoltre può rilasciare sostanze tossiche nell'ambiente in cui viene posato. Gli isolanti termici sono ideali per l'isolamento di facciate, ponti e per la copertura esterna a cappotto. Tali materiali godono di una notevole resistenza e longevità e riescono a mantenere la loro validità sino a oltre 50 anni dalla posa in opera. I materiali sintetici, inoltre, godono di un basso costo d'acquisto. Tra gli isolanti sono sempre più diffusi quelli di origine vegetale. Tali materiali sono di origine naturale e non chimica, divenendo, quindi, innocui per la salute dell'uomo e per l'ambiente. Il prezzo è decisamente superiore rispetto agli isolanti sintetici ma i vantaggi ricavati dal loro uso sono molteplici.

I materiali vegetali, infatti, garantiscono un buon isolamento termico, sono atossici, sono biodegradabili, durevoli e permettono anche un buon isolamento acustico. Tra gli isolanti vegetali vi sono i pannelli in legno e sughero che accumulano notevolmente il calore, garantendo ambienti freschi durante la stagione estiva. Per l'isolamento vegetale dei pavimenti vengono di solito usati i rotoli di feltro in legno o sughero. Tali materiali riescono a isolare molto bene sia dal punto termico che acustico e sono eco-compatibili e bio degradabili. Un altro tipo di isolante naturale è la fibra di cellulosa . Essa si produce dalla carta riciclata ed ha la capacità di assorbire e trattenere l'umidità esterna. Per isolare gli ambienti interni in maniera del tutto naturale viene utilizzata anche la lana di pecora, che ha potere di isolamento termico ed acustico.
La terza tipologia di materiali isolanti è quella di origine minerale. In questa categoria rientrano i componenti derivanti dalle rocce. Anche i materiali minerali, quindi, sono del tutto naturali, atossici e biodegradabili. Il principale vantaggio degli isolanti minerali è di essere molto resistente alle muffe e di non essere incendiabile. Essi sono inoltre traspiranti e durevoli nel tempo. Vengono di solito usate per isolare solai, controsoffitti, sottopavimenti e facciate. La lana di roccia riesce a fungere da barriera per il caldo e il freddo riuscendo ad isolare gli ambienti domestici in maniera ottimale. La lana di vetro, prodotta dal riciclo del vetro, è molto resistente all'umidità e funge da ottimo isolante termico e acustico. Un altro tipo di isolante minerale molto usato è la pomice. Questo materiale, di origine vulcanica, ha un ottimo potere isolante. Altro isolante minerale è l'argilla espansa, che generalmente viene inserita nei sottopavimenti e nei sottotetti e funge da isolante incombustibile e resistente. Una delle più diffuse tecniche per la posa in opera degli isolanti è, oggi, l'insufflaggio, che consiste nel praticare piccoli fori nella parete e riempirli con il materiale isolante. I fori, vengono poi chiusi e tinteggiati. Questa tecnica permette di isolare la casa in breve tempo e a basso costo.


  • risparmio energetico
  • materiali isolanti

Potrebbe interessarti anche

Ristrutturazioni
Ristrutturare casa con gusto

A volte, per rendere più accogliente e funzionale la casa, è necessario svolgere qualche lavoro di ristrutturazione edile capace di dare un nuovo gusto alle stanze e rispondere in maniera più efficiente alle rinnovate e sempre mutevoli esigenze di chi vi abita. Soprattutto se si decide di intervenire in maniera profonda, potrebbe essere notevolmente d'aiuto realizzare un progetto da seguire....

Ristrutturazioni
Levigatura, trattamento e posa di parquet e pavimenti

La lavorazione di un pavimento in legno o in marmo richiede diverse fasi, che portano all'ottenimento di un prodotto finale che è sempre caratterizzato da elevata originalità e che può essere adoperato come rivestimento sia in ambienti privati che all'interno di locali in cui si svolgono attività aperte al pubblico. Sia il legno che il marmo sono infatti materiali particolarmente belli dal punto...

Ristrutturazioni
Costruzioni e ristrutturazioni edili: come realizzare una casa perfetta

Quando si dispone di un terreno edificabile e si vuole costruire una casa, bisogna seguire un preciso iter burocratico e richiedere l'intervento di tutti gli specialisti necessari. Bisogna innanzitutto rivolgersi ad un tecnico che rediga un progetto sulla base delle proprie esigenze o richieste. In secondo luogo, si deve consultare il piano regolatore del comune, accertarsi che il progetto sia...