MAGAZINE
Logo Magazine

Quanto costa realizzare un pozzo artesiano

Pozzo artesiano: cos'è, quanto costa costruirlo, qual è la normativa di riferimento e che profondità può raggiungere. Scopri qui tutte le informazioni

Chiedi un preventivo per
spurghi
richiedi un preventivo gratis

Per l’approvvigionamento idrico, una delle soluzioni più utilizzare è il pozzo artesiano, una struttura scavata nel terreno che permette di raggiungere le falde acquifere sottostanti. A differenza di altri sistemi non richiede l’utilizzo di pompe sommerse, poiché l’acqua fuoriesce grazie alla pressione naturale dell’acqua, risalendo attraverso la conduttura scavata con delle apposite punte per pozzi artesiani. Per la sua costruzione è necessario richiedere degli appositi permessi, informandosi preventivamente presso gli uffici comunali di competenza. Dopodiché è possibile rivolgersi a delle ditte specializzate, per ottenere dei preventivi di spesa, conoscere il costo del pozzo artesiano ed eventualmente avviare la sua realizzazione.

Cos’è un pozzo artesiano e come sono fatti

Il pozzo artesiano è una struttura interrata per l’approvvigionamento idrico, il quale non utilizza per il suo funzionamento mezzi meccanici, poiché l’acqua sgorga in maniera naturale grazie alla forza della pressione. Dopo la costruzione del pozzo artesiano, l’acqua viene prelevata da una falda acquifera chiamata appunto artesiana. Questa sorgente naturale ha dentro di sé una pressione, la quale a seconda della forza esercitata cambia la capacità dell’acqua di risalire in superficie. Quest’ultima tende a emergere da sola fino al punto in cui la pressione è nulla, detta linea piezometrica, grazie a una perforazione nella parte superiore della falda, affinché il movimento dell’acqua verso l’alto possa raggiungere un livello statico.

In ogni caso, a seconda della pressione che si esercita sulla falda, un pozzo artesiano può fornire una grande quantità d’acqua a un costo piuttosto basso. Se infatti si esercita una pressione abbastanza forte, l’acqua sarà spinta in superficie senza alcuno sforzo, creando un pozzo fluente che non avrà quindi bisogno di estendersi per centinaia di metri sotto la superficie. Queste strutture sono abbastanza comuni laddove la falda freatica non è molto profonda, altrimenti è necessario inserire delle pompe sommerse per pompare l’acqua in superficie. Si tratta dunque si un sistema semplice ed economico per irrigare il giardino o fornire acqua per attività agricole.

Quanto costa realizzare un pozzo artesiano?

Assicurando una portata maggiore di acqua rispetto a quello freatico, il pozzo artesiano garantisce una resa costante e continuativa. Proprio grazie alla sua buona portata, infatti, viene utilizzato sia per gli acquedotti pubblici che per gli impianti antincendio, le coltivazioni agricole, le abitazioni private e condominiali, per evitare di innaffiare le piante e il prato con l’acqua potabile. Inoltre non è da sottovalutare un altro aspetto, ovvero la necessità di pochissimi interventi di manutenzione, un fattore decisivo quando si vuole scegliere che tipo di pozzo far costruire, oltre naturalmente alla spesa da sostenere.

Per quanto riguarda infatti il costo di un pozzo artesiano, la spesa può andare da un minimo di 2 mila euro fino a un massimo di 3.500 euro circa, in base a una serie di aspetti come la profondità, la difficoltà di perforazione e gli interventi accessori da realizzare. Uno dei fattori che influiscono maggiormente sul prezzo dei pozzi artesiani, infatti, è il costo di perforazione, la cui spesa in media è di 15 euro per ogni metro di profondità, in caso di terreni morbosi e sabbiosi, altrimenti di 80/100 euro al metro per terreni rocciosi molto duri.

In questo modo si può calcolare ad esempio il costo di un pozzo artesiano di 100 metri, considerando le due fasce di prezzo. In tal caso, dunque, per un terreno alluvionale morbido la spesa sarà intorno ai 1.500 euro per la perforazione, più la spesa da sostenere per l’installazione delle componenti di aspirazione, mentre per un terreno roccioso di almeno 8 mila euro per la sola trivellazione della superficie. Se avete in mente di realizzare un pozzo artesiano e volete ulteriori informazioni sui prezzi, è consigliabile rivolgersi ad un’azienda esperta nel settore e richiedere un preventivo.

Pozzo artesiano: qual è la normativa di legge?

La normativa sui criteri di realizzazione di pozzi artesiani non è regolamentata in ogni aspetto dalla legge dello Stato, infatti si rimanda sempre alle disposizioni regionali. Anche se l’acqua sotterranea è liberamente utilizzabile per usi domestici, bisogna comunque informarsi sui permessi da richiedere per la costruzione del pozzo artesiano, recandosi presso gli uffici di competenza della regione di riferimento. Infatti, in qualunque caso, è necessario contattare l’ufficio tecnico comunale, per capire se la zona sulla quale si vuole installare la struttura è soggetta a vincoli idrogeni.

Tutti i documenti necessari alla realizzazione del pozzo, quindi, devono essere inviati all’ufficio provinciale di competenza. L’autorizzazione che viene data, dopo aver eseguito le procedure previste dalle normative di legge, ha validità di un anno, durata che può essere prorogata di ulteriori 6 mesi. Infine, anche se l’uso rimane gratuito, ogni anno è necessario consegnare all’organo competente un rendiconto sul volume di acqua prelevata durante l’anno passato, una misura il cui obiettivo è monitorare le falde acquifere e il corretto approvvigionamento da parte di tutti gli utenti, per evitare situazioni di scarsità e privilegiare in tal caso alcuni impieghi.

La profondità del pozzo artesiano

Grazie a delle trivelle montate su appositi camion, questo tipo di pozzo solitamente è di dimensioni ridotte, tuttavia può raggiungere profondità elevate, fino a un massimo di circa 100 metri, in base all’altezza della falda da intercettare. I pozzi freatici invece sono in genere molto larghi, ma con una profondità non oltre i 20 metri. L’acqua che fuoriesce in superfice è potabile, infatti può avere diversi impieghi. Grazie infatti ai punti della falda, che possono essere sigillati o mantenuti aperti, si può stabilire un equilibrio tra quelle da chiudere e quelle da aprire. In questo modo è possibile decidere di utilizzare il pozzo solo per irrigare i campi, aumentando la portata d’acqua, oppure per scopi domestici, selezionando le falde acquifere di maggiore qualità e che inquinano meno.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a spurghi
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE
Accedi con le tue credenziali