pagine gialle casa

richiedi preventivo icon menu

magazine

Che cos'è una pompa di calore?

Le pompe di calore sono meccanismi termodinamici che recuperano il calore dalla natura (aria, acqua o terra) portandolo a circolare in un'ambiente per riscaldarlo

Le pompe di calore sono dispositivi elettrici che estraggono calore da un punto e lo trasferiscono ad un altro. Non rappresentano una tecnologia recente, anzi sono utilizzate da molti decenni in tutto il mondo per il funzionamento dei condizionatori d'aria o dei frigoriferi. Le pompe di calore trasferiscono il calore facendo circolare un fluido refrigerante attraverso un ciclo di evaporazione e condensazione, in modo che in un primo momento il refrigerante contenuto in una bobina evapora a bassa pressione assorbendo calore dall'ambiente circostante, poi viene compresso in un altra bobina condensando e rilasciando il calore che ha assorbito precedentemente. Un frigorifero è essenzialmente un contenitore dotato di un grande isolamento termico e provvisto di una pompa di calore che ha l'evaporatore situato al suo interno, di solito nel vano congelatore. Il calore viene assorbito da questa posizione e trasferito all'esterno attraverso l'unità in cui si trova la serpentina del condensatore. Allo stesso modo, un condizionatore d'aria trasferisce calore dall'interno di una casa all'esterno. Il ciclo delle pompe di calore è completamente reversibile per cui sono in grado di fornire un controllo del clima della casa per tutto l'anno, riscaldandola in inverno e raffreddandola e deumidificandola in estate.
Le pompe di calore più diffuse sono le cosiddette air-source, a sorgente d'aria, divise in due tipologie, aria-aria e aria-acqua. Le più utilizzate sono le pompe di calore aria-aria, che estraggono calore dall'aria trasferendolo all'interno o all'esterno della casa a seconda della stagione. Le pompe di calore aria-acqua durante il periodo di riscaldamento prendono il calore dall'aria esterna e lo trasferiscono ad un circuito idraulico che si presta a irradiarlo nell'ambiente interno. In estate il processo è invertito e la pompa di calore estrae il calore dall'acqua del circuito idraulico e lo spinge fuori per raffreddare la casa. Questi sistemi sono rari e molti non forniscono il raffreddamento. Le pompe di calore aria-aria possono essere add-on, tutto-elettrico o bivalente. Le pompe add-on sono progettate per essere utilizzate con un'altra fonte di calore supplementare, le pompe di calore completamente elettriche sono dotate di un proprio sistema di riscaldamento supplementare a resistenza, mentre le pompe di calore bivalenti utilizzano un bruciatore a gas propano per aumentare la temperatura dell'aria entrante consentendo di operare a temperature esterne più basse.

Le pompe di calore aria-aria si basano su tre cicli denominati di riscaldamento, di raffreddamento e di sbrinamento. Durante il ciclo di riscaldamento il fluido refrigerante cambia di stato all'interno di due scambiatori passando da liquido a gassoso nell'evaporatore e da gassoso a liquido nel condensatore. Un compressore aspira il fluido refrigerante attraverso l'evaporatore dove assorbe il calore esterno ed evapora a bassa pressione. Il vapore viene poi spinto all'interno dell'apparato di condensazione dove condensa ad alta pressione e rilascia nell'ambiente interno il calore assorbito precedentemente. Il fluido poi attraversa una valvola, detta di laminazione, che gli riduce la pressione e successivamente rientra nell'evaporatore ricominciando il ciclo. La capacità della pompa di calore di trasferire il calore dall'aria esterna alla casa dipende dalla temperatura esterna e al suo abbassamento diminuisce ovviamente il rendimento della pompa. Inoltre esiste la cosiddetta temperatura esterna di equilibrio, per cui la capacità di riscaldamento della pompa di calore è pari alla perdita di calore della casa. Sotto questa temperatura la pompa di calore può fornire solo una parte del calore necessario per mantenere lo spazio abitativo confortevole, e quindi è richiesto calore da una fonte di riscaldamento supplementare.
Le pompe di calore hanno un ciclo di raffreddamento che è l'inverso del precedente, quindi in estate generano per mezzo del fluido che assorbe calore dall'aria interna diventando vapore a bassa temperatura. Il fluido poi passa attraverso la valvola di inversione alla bobina esterna che funge da condensatore, il calore viene trasferito all'aria esterna ed il gas diventato liquido ritorna al dispositivo di espansione ed il ciclo si ripete. Durante il ciclo di raffreddamento, la pompa di calore deumidifica anche l'aria interna e l'umidità viene condensata in acqua che è raccolta in una vaschetta ed espulsa all'esterno dell'abitazione. Il ciclo di sbrinamento si attiva automaticamente in inverno durante il ciclo di riscaldamento se la temperatura esterna è sotto lo zero e l'umidità dell'aria in uscita si condensa e congela sulla bobina diminuendone l'efficienza. Appositi sensori agiscono sulla valvola di inversione che cambia il ciclo in modalità di raffreddamento, che invia gas caldo alla bobina esterna per sciogliere la brina e allo stesso tempo viene spento il ventilatore esterno che soffia aria fredda.


  • pompe di calore
  • riscaldamento

Potrebbe interessarti anche

Condizionatori
Tutte le novità circa l'installazione di caldaie alimentate da biomasse

Le caldaie a biomassa sono un vero e proprio salto nel futuro: si tratta, infatti, di un'importante garanzia nel mondo dell'energia rinnovabile grazie all'innovazione garantita dai nuovi prodotti disponibili nel mercato. Per essere sempre all'avanguardia con la tecnologia non resta che scoprire tutte le caratteristiche relative ai vari prodotti proposti dalle aziende, in modo tale da conoscere...

Condizionatori
Soluzioni per un buon impianto di condizionamento

L'impianto di condizionamento al giorno d'oggi può comprendere una vasta gamma di tipologie e modelli. Optare per la soluzione migliore non è facile come può sembrare, in quanto vi sono numerosi fattori da prendere in considerazione al fine di scegliere l'apparecchio più adatto alle proprie esigenze. Con l'avvicinarsi della stagione estiva, in tanti scelgono di dotarsi di un impianto di...

Condizionatori
Aspetti tecnici dei condizionatori: monosplit, multisplit, quali le differenze?

I condizionatori dual split si differenziano dalle altre tipologie in base a delle caratteristiche specifiche. Al giorno d'oggi in commercio sono reperibili tantissime tecnologie, sempre più innovative e ricche di funzionalità particolari. Di conseguenza, questo aspetto comporta dei cambiamenti che col passare del tempo migliorano il settore della climatizzazione. Infatti, col trascorrere degli...