MAGAZINE
Logo Magazine

Come preparare il tuo giardino per la fine dell'estate e viverlo tutto l'anno

L'estate è il periodo in cui utilizziamo di più il giardino, ma sai che possiamo valorizzarlo in ogni stagione? Scopriamo come con i consigli dell'esperto

31-08-2023 (Ultimo aggiornamento 01-09-2023)
description icon open or close
image Andrea Musto

Andrea Musto

Landscaper - Architetto paesaggista

Chiedi un preventivo per
cura giardino e verde

L’utilizzo dello spazio esterno intorno alla nostra abitazione tende spesso a essere relegato esclusivamente alla stagione estiva. Tuttavia, la realtà è che, con una progettazione oculata e attenta, questo spazio può trasformarsi in una vera e propria estensione dell’ambiente interno, da sfruttare e godere durante tutto l’anno.

La fine dell’estate non deve necessariamente segnare l’abbandono del giardino, ma può essere un’opportunità per vivere all’aria aperta in ogni stagione. Vediamo alcune strategie e suggerimenti su come preparare il tuo giardino per affrontare la fine dell’estate e creare un ambiente accogliente e invitante che possa essere goduto in ogni periodo dell’anno.

Outdoor quattro stagioni: gli elementi da non trascurare

Come preparare il tuo giardino per la fine dell'estate e viverlo tutto l'anno

Shutterstock

L’utilizzo del giardino durante tutto l’anno deve essere considerato già in fase progettuale: un consiglio prezioso è quello di concentrarsi sugli spazi più vicini alla casa per quanto riguarda l’uso invernale. Un’ottima idea consiste nel collocare le aree conviviali, come il salotto e la zona pranzo, in prossimità delle stanze interne con funzionalità analoghe e, via via che ci si allontana dalla casa, dedicare ai restanti spazi funzioni ricreative prettamente estive. Si posizioneranno quindi living e pranzo a ridosso delle uscite principali della casa e piscina e spazi relax subito dopo. L’obiettivo è sempre quello di favorire un’interazione fluida tra gli ambienti interni ed esterni.

Per questo motivo, è consigliabile optare per una pavimentazione continua, in modo da creare una transizione naturale con gli spazi interni. Inoltre, è indispensabile aggiungere un elemento di copertura, come una pergola o una tenda, che possa proteggere da sole e pioggia, creando un ambiente fruibile a prescindere dalle condizioni meteo. Se si desidera andare oltre, si potrebbe valutare l’installazione di chiusure verticali, come vetrate panoramiche o tende verticali zippate. Questa scelta permetterebbe di creare verande vere e proprie, adatte da godere appieno anche nelle mezze stagioni e, se adeguatamente riscaldate, persino in inverno.

A proposito di riscaldamento, oltre alle lampade riscaldanti elettriche, è possibile integrare elementi a fiamma come bracieri, che siano alimentati a legna o a bioetanolo. Questi non solo aggiungono un tocco decorativo, persino quando non sono accesi, ma creano sempre un’atmosfera invitante. Completando la zona living con coperte o eco-pellicce, sarà irresistibile sedersi all’aperto anche nelle serate autunnali.

Complementi d’arredo UV e idrorepellenti: una scelta adatta a tutte le stagioni

Come preparare il tuo giardino per la fine dell'estate e viverlo tutto l'anno

Shutterstock

Senza dubbio, la scelta dei complementi d’arredo deve sempre essere in sintonia con l’ambiente interno, ma in grado di resistere alle intemperie. In questa ottica, è essenziale optare per tessuti idrorepellenti e resistenti ai raggi UV, garantendo così una durata prolungata e una protezione efficace dagli elementi atmosferici.

In alternativa, potrebbe essere utile prevedere elementi di stoccaggio a tenuta, come cassapanche o armadiature posizionate strategicamente vicino alla zona living, in modo da riporre facilmente qualsiasi elemento in caso di inutilizzo. Un’altra opzione è quella di valutare teli di copertura appositamente progettati per l’uso esterno, anche se potrebbero risultare esteticamente meno attraenti. In ogni caso, l’obiettivo è preservare la bellezza e la funzionalità degli arredi esterni, assicurandosi che siano pronti per essere goduti al massimo ogni volta che l’opportunità si presenta.

Dalla primavera all’inverno: come scegliere le piante giuste

Come preparare il tuo giardino per la fine dell'estate e viverlo tutto l'anno

Shutterstock

Quando si progetta un giardino, è fondamentale prendere in considerazione le scelte vegetazionali in modo da creare ambienti accattivanti e interessanti durante ogni stagione dell’anno.

Nelle aree dedicate alla vita all’aria aperta, come la zona living e pranzo, l’attenzione dovrebbe concentrarsi su specie sempreverdi con linee ordinate e strutturate. Piante come Lauri, Eleagni e Gelsomini offrono una base di verde costante, mentre piante aromatiche come Lavande, Rosmarini e Santoline donano struttura persistente e fragranze intense. Integrare elementi a fioritura invernale aggiunge un tocco di vitalità alle giornate più fredde. Piante come Camelie Sasanqua, Sarcococche, Hyberis, Hellebori, Hamamelis e Lonicere portano fioriture e profumi intensi, invitando a godersi l’outdoor quando i profumi sono meno scontati.

Tuttavia, è essenziale evitare di sovraccaricare le aree con un eccesso di queste specie. Un equilibrio tra varietà è cruciale per evitare un aspetto spento durante il resto dell’anno.

Nelle zone più remote dalla casa, che saranno utilizzate durante le stagioni estive, la scelta delle piante dovrebbe concentrarsi su varietà con cromatismi fogliari vivaci in autunno/inverno, o su esemplari con tronchi scultorei che aggiungono struttura e fascino anche durante il periodo di spogliazione. Piante come Aceri, Nysse selvatiche e Liquidambar possono dare vita a scenografie di sfumature accese di fogliame, evocando l’atmosfera della “Indian Summer”. Lagerstroemie, gruppi di Cornus alba e Betulle, con cortecce eccezionali, completano la gamma per rendere affascinanti anche i momenti di defogliazione.

Nel processo di progettazione, la considerazione dell’impianto di irrigazione e della sua gestione non può essere sottovalutata. L’uso di zone separate e l’installazione di centraline a comando remoto permettono di gestire in modo mirato le esigenze idriche delle diverse parti del giardino, specialmente durante le stagioni autunno/inverno. In un contesto in cui cambiamenti climatici possono portare a periodi siccitosi, mantenere l’idratazione delle piante sempreverdi è essenziale per il loro ciclo biologico-vegetativo.

Infine, la manutenzione rappresenta un aspetto critico, da pianificare attentamente. L’equilibrio tra interventi di potatura leggera e la preservazione della struttura verde durante l’inverno è fondamentale per garantire un giardino sempre invitante e in armonia con le diverse stagioni.

Domande frequenti:

  • Come avere un giardino fiorito tutto l'anno?

    Una scelta che assicura un giardino ricco di fiori in ogni stagione consiste nell'intercalare la semina di diversi tipi di bulbi, arbusti e piante a fioritura primaverile, estiva e invernale, sia annuali che perenni.

  • Quali sono le piante che durano tutto l'anno?

    Alcune piante che possono durare tutto l'anno includono l'agrifoglio, il bosso, il viburno, l'edera e alcune varietà di conifere. Tuttavia, è importante considerare il clima locale e le condizioni specifiche per scegliere le piante più adatte alla tua zona.

  • Cosa fare in autunno nel giardino?

    In autunno nel giardino, raccogli foglie cadute per il compost, pota piante perenni, pianta bulbi primaverili, fertilizza il prato, e proteggi le piante più sensibili dal freddo.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a cura giardino e verde
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE