MAGAZINE
Logo Magazine

Come scegliere le fughe colorate in base alle piastrelle

In questo articolo vi forniremo una guida per scegliere il colore delle fughe delle piastrelle e vi diremo quali sono le migliori tecniche per pulirle

Chiedi un preventivo per
pulizia di pavimenti in pietra
richiedi un preventivo gratis

Scegliere il colore delle fughe delle piastrelle può diventare determinante per trasformare un pavimento o una parete apparentemente anonimi, in qualcosa di particolare. Le fughe, se tu non lo sapessi, sono quegli spazi che separano le varie mattonelle, e che sono necessari per mantenere un buon assetto della superficie permettendo che gli sbalzi termici non la danneggino. Anche con le mattonelle perfettamente squadrate questo spazio si riduce, ma non si azzera, per cui, per renderlo più tollerabile, è importante scegliere la giusta colorazione, che può farlo diventare invisibile o evidenziarlo ancora di più, per creare effetti cromatici d’effetto.

Tono su tono o contrasto?

Le fughe colorate per piastrelle possono essere scelte o dello stesso colore della mattonella o di una tonalità che sia opposta. Nel caso in cui tu scelga un colore tono su tono tieni conto, al momento della scelta, che dopo un po’ la fuga si scurirà. Per il gres porcellanato a effetto legno ti consiglio di optare per colore neutro, che riprenda quello principale della mattonella. Per ambienti moderni e ricchi di contrasti sono invece consigliati colori decisi, ma da scegliere con attenzione e in relazione alle varie tonalità presenti sulle piastrelle, per creare effetti profondità, in locali di piccole dimensioni. Se proprio sei indeciso, gli esperti consigliano di scegliere fughe di colore grigio. Richiedi un preventivo senza impegno.

Come colorare le fughe

Lo stucco ibrido è il colorante perfetto per colorare le fughe di qualsiasi piastrella, realizzate in pietre naturali, gres o mosaico. La malta epossidica traslucida, trasparente e brillante è quella che si utilizza di più insieme a piastrelle vetrose. La vernice polimerica, una resina a base acquosa, permette di rinnovare o modificare velocemente il colore delle fughe, sia per rivestimenti interni che esterni. Prima però di decidere di colorare le fughe accertati che queste siano ben pulite.

Meglio bianche o colorate?

In passato le fughe delle piastrelle erano realizzate tutte in bianco, per mimetizzarle il più possibile con la parete, ma questo tono si è da subito dimostrato difficile da mantenere, perché si sporcava facilmente, sia sui pavimenti che su pareti particolarmente esposte, come quelle della cucina. Usando il colore questo effetto viene molto diminuito, ancora di più se le vernici usate hanno una base resinosa (vernici epossidiche), che le permea contro l’azione degli acidi.

Come pulire le fughe

Sia che tu abbia scelto delle fughe per piastrelle bianche o colorate, per averle sempre belle e in ordine, devi pulirle periodicamente. Vediamo insieme quali sono le tecniche migliori per averle sempre ben pulite.

  • Bicarbonato e acqua calda. Crea una pappetta con queste due sostanze e strofinala sulle fughe, che torneranno come nuove;
  • Aceto bianco e acqua tiepida. Spruzza questa miscela sulle fughe, lasciala agire 10 minuti e queste torneranno pulite in modo ecologico;
  • Vapore. Il vapore ha un alto potere sgrassante, che farà sciogliere tutto lo sporco accumulato dentro le fughe.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a pulizia di pavimenti in pietra
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE
Accedi con le tue credenziali