MAGAZINE
Logo Magazine

Costruire un soppalco: serve un permesso?

Per realizzare un soppalco bisogna chiedere il permesso a costruire al Comune? Vediamo come costruire un soppalco in regola per evitare sanzioni

21-02-2023 (Ultimo aggiornamento 21-05-2024)
description icon open or close
Nel 2015 ottiene la laurea magistrale in Architettura e ingegneria edile all'Università Mediterranea di Reggio Calabria. Durante il corso degli studi non sono mancate esperienze lavorative all'estero che hanno contribuito a rafforzare le conoscenze acquisite durante il percorso universitario. Dopo ...
Chiedi un preventivo per
soppalco in legno

Se stai cercando di creare più spazio nella tua casa, costruire un soppalco potrebbe essere una soluzione ideale. Tuttavia, prima di iniziare a progettare e a costruire, è importante capire se serve un permesso per la realizzazione di un soppalco. Questo è un aspetto spesso sottovalutato, ma che potrebbe causare problemi legali e costi aggiuntivi se non gestito correttamente.

In questo articolo ti guideremo attraverso i requisiti legali e normativi necessari per la costruzione di un soppalco.

I requisiti da rispettare per realizzare un soppalco

Costruire un soppalco può essere una soluzione veloce ed economica per ricavare un locale in più, soprattutto per chi ha una casa con soffitto alto e poco spazio calpestabile. Spesso i soppalchi sono utilizzati nei monolocali per creare una camera da letto separata dalla cucina open space.

Per costruire un soppalco in casa, è necessario rispettare le norme edilizie che regolano l’incremento della superficie calpestabile e il valore dell’immobile sul mercato. Alcuni requisiti minimi da rispettare valgono per tutte le regioni:

  • le dimensioni del soppalco devono essere proporzionate alla superficie della stanza in cui si trova, solitamente rappresentando un terzo o un quarto della stessa;
  • il lato più lungo del soppalco deve essere aperto verso l’esterno, e pertanto verso il vuoto;
  • è obbligatorio l’utilizzo di un parapetto di almeno 110 cm per garantire la sicurezza delle persone che lo utilizzano;
  • è necessario che l’altezza del tetto sia di almeno 220 cm, ma questo limite può variare in base ai regolamenti comunali. In ogni caso, non è possibile scendere al di sotto di tale soglia, anche se in alcuni comuni possono esserci limiti ancora più restrittivi, ad esempio di 240 o 270 cm. Di conseguenza, i soppalchi possono essere costruiti solo in case con soffitti tradizionalmente più alti, come quelli delle abitazioni antiche e signorili.

La costruzione di un soppalco non è un’operazione che può essere effettuata autonomamente. È necessario rivolgersi a un tecnico esperto che possa valutare la fattibilità del progetto, consigliare i materiali e le giuste dimensioni in conformità con la normativa regionale e/o comunale.

Dopo aver stabilito il progetto del soppalco con l’architetto o l’ingegnere, è necessario presentarlo all’Ufficio tecnico del Comune per ottenere i permessi. Inoltre, bisogna rivolgersi all’Ufficio del Catasto per richiedere l’aggiornamento della planimetria catastale con la nuova metratura dell’immobile.

Serve il permesso del Comune per costruire un soppalco?

È necessario ottenere l’autorizzazione del Comune ogni volta che il soppalco viene utilizzato come stanza abitabile, perché destinato a studio o camera per gli ospiti, anziché come semplice deposito. Il proprietario deve richiedere il permesso a costruire poiché l’incremento dei mq calpestabili aumenta il valore dell’abitazione sul mercato in caso di futura vendita.

Se l’immobile in cui si desidera costruire il soppalco è soggetto a vincolo artistico-architettonico, ad esempio se si trova in un palazzo nel centro storico o in un borgo, oltre al permesso del Comune, è necessario richiedere il nulla osta della Soprintendenza.

Nel caso di condomini, è comune chiedersi se, per apportare modifiche all’appartamento, sia necessario ottenere l’autorizzazione dall’amministratore o dall’assemblea. Tuttavia, nel caso dei soppalchi, non è necessario ottenere l’autorizzazione dall’amministratore o dall’assemblea.

Il motivo per cui non è necessario ottenere l’autorizzazione dall’amministratore o dall’assemblea per la costruzione di un soppalco è che questo non altera la facciata dell’edificio e quindi non interessa agli altri condomini. Pertanto, si può procedere alla sua costruzione senza informare l’amministratore o convocare una riunione condominiale.

Quando un soppalco è abusivo?

Un soppalco calpestabile, cioè abitabile, viene considerato abusivo se costruito senza il permesso del Comune. Questo vale anche per chi acquista un immobile con un soppalco non dichiarato al suo interno: in tal caso, il proprietario dovrà regolarizzare l’abuso edilizio.

Le regole, gli adempimenti e i documenti necessari per regolarizzare un soppalco abusivo dipendono dal Comune in cui si trova l’abitazione. È importante affidarsi a un tecnico esperto per sapere quali certificazioni fornire e per evitare di incorrere in sanzioni.

Devi sapere che gli abusi edilizi sono soggetti a sanzioni pecuniarie, e in casi gravi, anche alla demolizione dell’opera abusiva. Inoltre, non esiste un termine di prescrizione per gli abusi edilizi e quindi i proprietari possono essere sanzionati anche se l’opera abusiva è stata realizzata molti anni prima.

Per regolarizzare un soppalco senza permesso, occorre rispettare gli obblighi del Comune di appartenenza dell’immobile. A seconda dei regolamenti in vigore, potrebbe essere necessario richiedere una CILA o una SCIA in sanatoria.

Per rendere conforme il soppalco, oltre alla presentazione di una CILA o una SCIA, il richiedente deve pagare una sanzione che varia in base alle dimensioni del soppalco. Ciò vale anche se il richiedente non ha costruito il soppalco, ma ha acquistato l’immobile in una situazione di irregolarità.

A chi rivolgersi per realizzare un soppalco?

Se stai pensando di creare uno spazio aggiuntivo nella tua casa, un soppalco potrebbe essere la soluzione perfetta. Tuttavia, la progettazione e la costruzione di un soppalco richiedono competenze e conoscenze specifiche, nonché una solida esperienza nel settore.

Per questo motivo, ti invitiamo a contattare un professionista tecnico esperto in questo tipo di lavoro, presente su PagineGialle Casa. Grazie alla nostra piattaforma, potrai accedere a una vasta selezione di professionisti qualificati, pronti ad offrirti una consulenza personalizzata e a realizzare il tuo soppalco in modo preciso e a norma.

Scegliere un professionista di qualità significa avere la garanzia di un lavoro ben fatto e di una maggiore tranquillità per te e la tua famiglia. Non esitare a contattare un tecnico della tua zona per ricevere un preventivo e per realizzare il tuo soppalco dei sogni.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a soppalco in legno
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE