MAGAZINE
Logo Magazine

Legna da ardere: quale scegliere e prezzi

Scegli la migliore legna da ardere per il tuo camino o la tua stufa. Ecco una guida alle caratteristiche e ai prezzi. Scopri di più su PG Casa

Chiedi un preventivo per
legna da ardere
richiedi un preventivo gratis

Un bel camino acceso, con delle fiamme scoppiettanti dà un’immagine di calore e armonia. Per alimentare le sue fiamme, come anche quelle di una stufa, occorre però un carburante ben preciso, la legna da ardere. Non tutta la legna è uguale però e, per riscaldare nel modo migliore gli ambienti, occorra fare la giusta scelta in partenza. La migliore legna per camino  è quella che ha una maggiore resa termica, ma si parla poi di legna dura e tenera. Andiamo a scoprire di più.

Tipi di legna da ardere 

Ci sono varie tipologie di legna per stufa e per camino tra cui scegliere. Una prima divisione si può fare tra:

  • legna dura
  • legna tenera

La seconda è quella più adatta per la cottura, ma non per riscaldare la casa. La legna dura è invece quella ideale da utilizzare per il riscaldamento, vista la sua maggiore densità, che riesce quindi a garantire un maggior rapporto tra calore e volume. Il legno, che ho descritto come duro, viene ricavato da alberi di latifoglie, come il faggio, il rovere o il noce. La legna da ardere tenera è invece ottenuta dal legno delle conifere (pino, larice e abete).

Come scegliere la giusta legna da ardere

Sono l’essenza, cioè la derivazione del legno, e il suo grado di umidità i valori principali che devono guidarti nella scelta della giusta legna da ardere. Il livello di umidità è legato al livello di stagionatura del legno, infatti un pezzo più “vecchio” avrà un tasso di acqua minore di uno giovane. La legna migliore è quella che ha un tasso di umidità minore del 20%. Questo aspetto si riflette su un tempo di bruciatura più lungo, ma anche in un livello minore di calore rilasciato. Ma come capire se la legna è stagionata? Un ciocco si considera tale quando sono passati dai 9 mesi ai 2 anni dal suo taglio.

Che cosa è l’essenza della legna?

Fino ad ora abbiamo visto che tipi di legna da ardere si possono trovare, vediamo adesso quali sono le tipologie più consigliate per avere la massima resa, in termini di calore emanato. Il legni top da usare, per avere una casa ben riscaldata, sono:

  • acero;
  • carpino;
  • frassino;
  • betulla;
  • faggio.

Oltre a avere un’ottima resa, hanno anche il vantaggio di emettere pochissimo fumo durante la combustione, oltre che a essere facili da tagliare.

La giusta pezzatura e il giusto costo

Nella scelta della migliore legna da ardere, va dato uno sguardo anche alla sua pezzatura. Le misure vanno scelte in relazione anche alla camera di combustione, che deve essere più lunga del pezzo di legno, che dovrebbe avere a sua volta uno spessore di circa 7-10 cm. Non è consigliato l’uso dei tondini, più difficili da bruciare. La resa della legna sarà più alta tanto maggiore sarà la parte esposta alle fiamme, cosa che permetterà di avere tanto calore, consumando meno materiale. Con una spesa di 8-9 euro potrai acquistare un quintale di legna, in tagli da 40-50 cm.

Se stai cercando un venditore di legna da ardere per camini e stufe, lo puoi trovare su PG Casa. Ti proponiamo gli indirizzi più vicini a te e, con il Sistema di Richiesta Preventivo, puoi richiedere oggi stesso i prezzi per la tua fornitura. Prova ora!

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a legna da ardere
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE
Accedi con le tue credenziali