MAGAZINE
Logo Magazine

Mancata revisione della caldaia: i rischi da conoscere

La mancata revisione della caldaia comporta una multa. Ecco tutto quello che devi sapere prima di incappare in una qualsiasi sanzione. Scopri di più continuando a leggere!

Chiedi un preventivo per
revisione caldaie a gas
richiedi un preventivo gratis

Le sanzioni per la mancata revisione della caldaia sono salate ma ancora più importante dell’aspetto economico è avere la certezza di vivere in una casa con  un apparecchio controllato, evitando che si possano verificare pericolosi incidenti. Fare una manutenzione corretta delle caldaie è compito del padrone di casa, dell’affittuario o dell’amministratore di condominio. Per quanto riguarda invece i controlli di verifica, questi vengono fatti a campione (con l’invio di una raccomandata che anticipa la visita del tecnico) e mirano a verificare che sia stato pagato il bollino blu.

Quali sono le sanzioni in caso di mancato controllo?

Se ti dimenticherai di fare la revisione della caldaia potrai incorrere in sanzioni. Queste hanno un importo che varia da un minimo di 500 euro, fino a un massimo di 3000 euro ma possono essere aumentare da 50 a 200 euro in caso si riscontrino ulteriori anomalie. Non perdere mai il libretto impianto, perché la multa sarà da 500 a 600 euro. 

Ogni quanto si fa la revisione della caldaia

La revisione caldaia è obbligatoria e va fatta con scadenze ben precise. Di solito, questa operazione avviene ogni due anni, con alcune eccezioni. In questi casi, per capire ogni quanto fare l’intervento di controllo e manutenzione, è necessario controllare:

  • le indicazioni fornite dalla ditta che ha istallato l’impianto;
  • le indicazioni fornite dalla ditta produttrice dell’apparecchio.

Nella maggior parte dei casi è possibile capire ogni quanto fare la revisione consultando questi dati, ma se così non dovesse essere allora dovrei consultare le istruzioni tecniche della caldaia, che potrai trovare nel manuale guida per l’utente.

Dove vanno annotate le revisioni fatte?

Per evitare una mancata manutenzione della caldaia è fondamentale annotare ogni intervento fatto. Di solito sono gli stessi produttori che consigliano di fare interventi di manutenzione annuali, la cui data va segnata sul libretto tecnico dell’impianto. Saranno i tecnici intervenuti a dover dichiarare che tipo di intervento è stato effettuato e quando è stato fatto. Proprio per questo motivo è fondamentale che ogni attività di questo tipo sia effettuata da personale specializzato e qualificato.

Altri interventi di manutenzione sulla caldaia: i controlli dell’efficienza energetica 

Ci sono dei controlli che vanno fatti per verificare l’efficienza energetica degli impianti. Questi si effettuano su tutti gli impianti che funzionano a combustibile, sia liquido che solido. La scadenza è biennale, tranne che per gli apparecchi a metano o gpl, dove sale a 4 anni. Alcune regioni però (Liguria, Valle d’Aosta, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Toscana, Puglia e Sicilia) hanno un regolamento autonomo in materia di sicurezza delle caldaie. È sempre molto importante, quindi, informarsi sulla normativa vigente nella propria regione di residenza.

Vuoi evitare sanzioni per la mancata manutenzione della caldaia? Prima di tutto controlla il libretto dell’impianto e se devi effettuare il controllo contatta un tecnico specializzato e richiedi un preventivo utilizzando il Sistema di Richiesta Preventivo di PG Casa.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a revisione caldaie a gas
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE
Accedi con le tue credenziali