Sei già cliente?

Gestisci i tuoi servizi nell'area dedicata di Italiaonline.

accedi all'area clienti

Vuoi trovare
nuovi clienti?

Scopri come inserire la tua attività
su PagineGialle Casa!
CONTATTI: NUMERO VERDE 800-011411
info@italiaonline.it

MAGAZINE

chiedi preventivo

Deumidificatore migliore: guida all'acquisto

I deumidificatori sono molto utili all'interno delle abitazioni, ma è bene sceglierli con attenzione: ecco le caratteristiche fondamentali da tenere presenti per non sbagliare

Chiedi un preventivo per CONDIZIONATORI richiedi un preventivo gratis

Deumidificatore: a cosa serve? Come scegliere il migliore?

Il deumidificatore elimina l’umidità in eccesso, condensandola in acqua che viene raccolta in un apposito contenitore. Ecco cosa bisogna fare per scegliere il deumidificatore migliore.

A cosa serve?

Esistono vari segnali all’interno della nostra abitazione che ci fanno comprendere quando è necessario l’utilizzo di un deumidificatore. Muffa sulle pareti, goccioline sui vetri interni delle finestre e intonaci screpolati rappresentano i fenomeni più evidenti. Ed ancora, la presenza di rigonfiamenti che sollevano la vernice o l’intonaco dai muri. Oppure il caldo afoso e appiccicoso che si percepisce d’estate anche dentro casa.

Senza dimenticare lo stato di disagio avvertito dalle persone che si trovano all’interno dello stabile. É risaputo che l’umidità dannosa per la salute. Favorisce l’insorgere di dolori reumatici e articolari, ma anche raffreddori, allergie varie e asma. Tutte queste situazioni dipendono dall’umidità, la quale può influire negativamente sul nostro benessere e sullo stato di salute degli spazi in cui viviamo. Per questo motivo non va sottovalutata.

Per i motivi sopra citati, quindi, è consigliabile l’uso di un deumidificatore. Si tratta di un elettrodomestico di dimensioni non eccessive. Avrà quindi il compito di diminuire il tasso di umidità, trasformandola a sua volta in acqua distillata riutilizzabile. Non agisce direttamente sulla temperatura dell’ambiente, ma solo sulla temperatura percepita. In sintesi è diverso da un condizionatore o da un termoventilatore poiché non raffredda né riscalda l’aria circostante.

Deumidificatore: come è composto

Un deumidificatore rappresenta un meccanismo molto semplice. Il suo effetto è immediato appena viene messo in azione. Entrando nello specifico, questo strumento risulta essere composto da vari elementi:

  • motore
  • circuito frigorifero
  • un evaporatore
  • una ventola

Nel circuito frigorifero circola il gas refrigerante che assorbe l’umidità dell’ambiente. L’evaporatore e la ventola vengono utilizzati per reimmettere l’aria nell’ambiente depurata dal vapore acqueo.

La condensa creata viene depositata in un serbatoio all’interno del deumidificatore. La capacità di questo serbatoio varia a seconda del modello che si intende acquistare. Infatti, più grande sarà il serbatoio e minore sarà la frequenza con cui bisognerà svuotarlo.

Deumidificatore: prezzi e scelta

Una volta che sono stati analizzati i motivi per cui dovrebbe essere utilizzato questo strumento, vi sarà sicuramente sorta una domanda importante. Qual è il prezzo dei deumidificatori migliori? Naturalmente tutto dipenderà dal prodotto che si decide di acquistare. Il prezzo varia a seconda del modello e della quantità di umidità presente. Un buon deumidificatore ha un prezzo che supera tranquillamente i 250 euro.

Il prezzo varia anche a seconda se opterete per un deumidificatore fisso o portatile. I primi sono obbligati a restare nell’ambiente in cui vengono installati. Quelli portatili, invece, possono essere trasportati da una stanza all’altra. La scelta migliore dipenderà dalle vostre esigenze: i primi sono in genere più efficaci, ma più costosi. I secondi, invece, sono meno potenti. Tuttavia hanno il vantaggio di poter essere spostati in base alle necessità.

Importanti nella scelta saranno anche le caratteristiche tecniche. Ci sono infatti i deumidificatori refrigerativi-meccanici e quelli passivi-essiccativi. Quelli refrigerativi sono i più comuni sul mercato e si basano sul circuito di raffreddamento. Al contrario, i deumidificatori passivi o essiccativi agiscono attraverso l’impiego di materiale essiccante, in genere gel di silice. Sono più adatti ad ambienti caratterizzati da basse temperature, quindi per regioni con temperature elevate ed elevati tassi di umidità si consiglia il primo tipo, quello refrigerativo-meccanico.

preventivo

Scegli uno dei nostri migliori professionisti! Richiedi un preventivo gratis a CONDIZIONATORI

invia la tua richiesta gratis ricevi fino a 5 preventivi scegli il preventivo migliore

CHIEDI ORA
  • deumidificatore prezzi
  • deumidificatore silenzioso
  • deumidificatore a cosa serve