Sei già cliente?

Gestisci i tuoi servizi nell'area dedicata di Italiaonline.

accedi all'area clienti

Vuoi trovare
nuovi clienti?

Scopri come inserire la tua attività
su PagineGialle Casa!
CONTATTI: NUMERO VERDE 800-011411
info@italiaonline.it

Accedi con le tue credenziali

MAGAZINE

chiedi preventivo

Pietra leccese: caratteristiche e usi di un materiale senza tempo

Largamente impiegata in epoca barocca, la pietra leccese, conosciuta anche come pietra gentile, oggi è tornata ad essere molto apprezzata. Scopri su PG Casa quali sono le sue caratteristiche e quali usi se ne possono fare.

Pietra Leccese caratteristiche e usi
Chiedi un preventivo per rivestimenti in pietra richiedi un preventivo gratis

La pietra leccese è una pietra di origine calcarea che deve il suo nome alla provincia in cui si trovano la maggior parte delle cave: la provincia di Lecce, in Salento.  Composta da un misto di carbonato di calcio e granuli di calcare, la pietra leccese si è formata in epoca preistorica, precisamente nel Miocene. Essa affiora dal terreno e viene estratta da grandi cave a cielo aperto sotto forma di grossi blocchi rettangolari.

Caratteristiche e varietà

Questo tipo di pietra è caratterizzata da un’estrema duttilità, che la rende facile da estrarre e lavorare. In epoca barocca, è stato fatto un largo uso della pietra leccese in architettura, per la realizzazione di elaborate decorazioni che ancora oggi abbelliscono edifici di pregio e chiese.

Di pietra leccese ne esistono due tipologie differenti:

  • Il leccisu, che indica la pietra leccese più morbida e duttile, caratterizzata da una grana più fine;
  • Il leccisu bastardu, che è caratterizzato da una maggior durezza.

Per quanto riguarda i colori, invece, sono 3 quelli che caratterizzano la pietra gentile: il bianco, il grigio e il giallo paglierino.

Come viene impiegata?

La pietra leccese, grazie alla sua texture, alla sua estrema facilità di lavorazione e alle sue caratteristiche, che la portano ad indurirsi con il passare del tempo, la rendono ideale per essere impiegata in moltissimi campi: dall’edilizia all’arte.

Le lastre di pietra leccese sono ideali per creare suggestivi rivestimenti per le pareti e per i pavimenti. Se opportunamente trattata con sostanze idrorepellenti, la pietra leccese può essere impiegata anche per realizzare dei bellissimi rivestimenti per esterni. In passato, per renderla impermeabile, la si immergeva nel latte; oggi esistono in commercio moltissimi prodotti che servono ad impermeabilizzarla e proteggerla nel tempo.

La pietra leccese è molto utilizzata in campo artistico, per creare sculture uniche, e nell’ambito del design, per realizzare accessori dalla bellezza particolare, come vasi e lampade; essa viene impiegata anche per costruire tavoli e top per la cucina. Ancora oggi, come in epoca barocca, la pietra gentile viene usata per realizzare camini, capitelli, colonne ed altri elementi architettonici prettamente decorativi.

Quanto costa la pietra leccese

La pietra leccese è considerata un materiale di pregio che, come abbiamo visto, può essere impiegato in svariati modi. Sei innamorato della pietra leccese e vorresti utilizzarla per arredare gli interni la tua casa? Vediamo quanto può costare la pietra leccese.

Per quanto riguarda i pavimenti in pietra leccese, i prezzi medi si attestano su cifre che vanno dai 20 ai 50 euro circa al mq.Se, invece, ami l’oggettistica realizzata in pietra leccese, i prezzi di lampade, vasi e altri oggetti di design partono da circa 25/ 30 euro e possono arrivare a superare i 100 euro.

Visto quante cose si possono fare con la pietra leccese? Prova a rivolgerti a dei veri esperti della lavorazione di questo materiale per scegliere degli oggetti o dei rivestimenti in pietra leccese per la tua casa.

preventivo

Scegli uno dei nostri migliori professionisti! Richiedi un preventivo gratis a rivestimenti in pietra

invia la tua richiesta gratis ricevi fino a 5 preventivi scegli il preventivo migliore

CHIEDI ORA