pagine gialle casa

richiedi preventivo icon menu

Termostati intelligenti, una soluzione per le seconde case.

Il corretto riscaldamento in una seconda casa ha rappresentato per lungo periodo uno dei problemi principali per coloro che vi si recavano nel week-end o per una breve vacanza invernale.

Chiedi un preventivo per RISCALDAMENTO
  • Invia la tua richiesta gratis
  • Ricevi fino a 5 preventivi
  • Scegli il migliore
richiedi preventivo
Poter gestire il riscaldamento di una seconda casa è un po' il sogno di tutti. Se è vero che poter disporre di un'abitazione al mare oppure in montagna può essere un ottimo sistema per godersi un fine settimana diverso dal solito o per concedersi una piccola pausa durante il periodo invernale, è altrettanto vero che entrare in casa infreddoliti e trovare ad accoglierci una temperatura decisamente troppo bassa finisce per cancellare la gioia di esser giunti fin là. Oggi, grazie a numerosi sistemi intelligenti di gestione del riscaldamento a distanza, tutto questo potrà essere solo un brutto ricordo. Esperienza e professionalità oggi, permettono infatti di avere sistemi in grado di comandare accensione e spegnimento dell'impianto semplicemente attraverso una specifica app da installare sul proprio smartphone. Utilizzando questi nuovi sistemi intelligenti di gestione termosifoni, saremo in grado di ottimizzare al massimo i consumi e trovare un risparmio reale in bolletta, oltre ad un comfort sempre ottimale al nostro arrivo.
Per poter comandare a distanza i termosifoni occorre innanzitutto avere un buon sistema di riscaldamento. Innanzitutto è molto importante poter contare su impianti moderni e tecnologicamente avanzati. Occorrerà poi procedere con una regolare manutenzione ordinaria, che eliminerà i problemi di mancata accensione causata da blocchi della caldaia. Il sistema di riscaldamento on demand infatti prevede il collegamento della caldaia al proprio smartphone o tablet, permettendoci di accedere ai comandi anche da remoto. Con lo stesso procedimento è possibile prevedere l'accensione di qualsiasi caldaia a distanza, comprese quelle a pellet. Il sistema potrà rivelarsi molto utile anche per il riscaldamento della propria abitazione. Spesso infatti l'impiego di un normale timer non è sufficiente a garantire comfort e risparmio energetico, soprattutto se gli impegni di lavoro non ci consentono di rientrare sempre ad una certa ora. Con la programmazione di un timer normale infatti, potrebbe accadere che impegni imprevisti ci facciano rientrare a casa più tardi di quanto avevamo previsto, con un conseguente disperdio di energia.

Con i nuovi sistemi intelligenti tutto questo non avverrà più, perchè potremo attivare l'accensione direttamente da smartphone o tablet nel momento in cui decidiamo noi. Vediamo insieme cosa occorre per realizzare un impianto di questo tipo. Innanzitutto occorrerà procurarsi una scheda relè, un cronotermostato teleattivabile attraverso il controllo remoto e un router collegato ad internet. A questo punto potremo iniziare a collegare i due fili che fuoriescono dalla scheda relè al punto previsto per il contatto remoto nel cronotermostato della caldaia. L'uscita LAN della scheda relè invece dovrà essere collegata al router. Dopo aver testato il collegamento della scheda relè, basterà configurare il router per dirottare le connessioni da internet alla porta assegnata dell'indirizzo IP configurato. Da quel momento in poi sarà possibile decidere di accendere il riscaldamento mentre stiamo arrivando all'abitazione, oppure nel momento in cui ci mettiamo in viaggio per raggiungere la nostra casa delle vacanze. Al nostro arrivo troveremo gli ambienti sempre perfettamente scaldati e confortevoli.
Esiste in commercio anche un dispositivo per il riscaldamento in grado di accendere la caldaia direttamente dal cellulare. Si tratta di un interruttore elettrico Sms Control, comandabile attraverso una scheda per cellulare. Vediamo insieme come installarlo. Una volta acquistato il dispositivo elettrico (reperibile in ogni ferramenta), basterà aprire la confezione ed il coperchio posteriore dell'interruttore Sms Control. A questo punto dovremo procedere inserendo al suo interno la sim. Prima di effettuare questa operazione però, assicurarsi di aver disattivato sulla scheda telefonica la richiesta del codice Pin all'accensione. Dopo aver di nuovo collocato il coperchio all'interruttore, dovremo procedere collegandolo alla presa elettrica con l'alimentatore che si trova all'interno della confezione. Con il nostro cellulare dovremo a questo punto inviare un sms al numero corrispondente alla scheda appena inserita nel dispositivo. Il codice da inviare sarà *1234*. Ovviamente il messaggio di risposta che riceveremo ci dirà che entrambe le porte (sia quella in entrata che quella in uscita) sono sulla posizione Off, poichè il dispositivo è appena stato installato. Per aprire una porta basterà inviare un nuovo sms con il codice *1234S1*. Quella S rappresenta il comando di apertura, mentre per la chiusura dovremo digitare una R. Il numero che segue è il numero della porta che si aprirà o si chiuderà a seguito del nostro input. Questa seconda possibilità è particolarmente indicata per una seconda casa, dove generalmente non è disponibile internet. In questo modo potrete davvero partire per la vostra vacanza in montagna sereni e rilassati.
richiedi preventivo per RISCALDAMENTO
  • Riscaldamento
  • termostato intelligente
  • app smartphone
  • accensione riscaldamento

Potrebbe interessarti anche

Riscaldamento
Essenze del pellet: quali scegliere per avere una casa profumata

I sacchi di pellet si possono reperire in svariate tipologie, per questo motivo è importante essere ben informati sui vari tipi di essenze e scegliere quella più adatta ad ogni ambiente. Le essenze, infatti, giocano un ruolo fondamentale poiché oltre a donare calore alla casa la rendono profumata ed accogliente. Tuttavia, a seconda degli ambienti è preferibile associare dei prodotti specifici,...

Riscaldamento
7 Trucchi per la miglior resa della tua caldaia

Manutenzione della caldaia Allo scopo di garantire la sicurezza dell’impianto di riscaldamento, la legge stabilisce l’obbligo di eseguire la manutenzione della propria caldaia , tuttavia non è allo stesso tempo ferrea nell’indicare i tempi. Questo dipende dal tipo di modello installato, poiché differisce l’arco temporale in cui deve eseguirsi la manutenzione dell’impianto. Le scadenze sono...

Riscaldamento
Hai chiamato lo spazzacamino? Arriva Babbo Natale!

L'intervento annuale di uno spazzacamini per la pulizia delle caldaie, dei camini e della canna fumaria ha innanzitutto il fine di preservare la sicurezza di tutti gli occupanti un'abitazione, infatti una scarsa manutenzione, combinata con una mancanza di ventilazione nel magazzino della caldaia, può portare ad avvelenamento da monossido di carbonio. A seconda della quantità e della durata...