MAGAZINE
Logo Magazine

Vantaggi e svantaggi delle termostufe a legna

La termostufa permette di riscaldare casa in modo economico: ecco tutti i dettagli, i diversi modelli e i suoi vantaggi. Scopri di più in questo articolo

Chiedi un preventivo per
stufe
richiedi un preventivo gratis

Le termostufe a legna, a differenza delle semplici stufe, soddisfando contemporaneamente l’esigenza di riscaldare sia l’ambiente che l’acqua. Vediamo assieme come funziona questo sistema di riscaldamento, evidenziandone i pro e i contro.

Le termostufe a legna rappresentano una valida scelta per coloro che desiderano rispondere a più richieste allo stesso tempo, si sono infatti guadagnate l’appellativo di apparato per la generazione polivalente. Oltre a riscaldare l’ambiente come le altre competitor, infatti, queste termostufe sono spesso utilizzate anche per la produzione d’acqua calda sanitaria all’interno delle mura domestiche nonché, in particolari modelli, in cucina per scaldare e preparare gli alimenti. 

Le termostufe a legna si alimentano con ciocchi di legno, le termostufe a pellet con composti di legno triturato e compattato, mentre le termostufe a combustibile multiplo come suggerisce la denominazione possono essere alimentate in più modi, solitamente sia a legna che a pellet. Tutte funzionano bruciando biomasse

Come funziona la termostufa a legna

L’impianto prevede l’istallazione di una caldaia, il modello più performante lo si trova nella stufa a fiamma inversa. La fiamma è posizionata in alto, all’interno del vano di caricamento, così da bruciare molto più lentamente rispetto alla normale fiamma localizzata in basso. In tal modo, il sistema di riscaldamento arriva a durare fino ad 8 ore. Oltre la caldaia, il sistema prevede un accumulatore inerziale di calore, ossia un serbatoio coibentato contenente acqua che è collegato allo scambiatore della caldaia. Il bollitore d’acqua sanitaria è un serbatoio dotato di termostato che ha il compito di misurare la temperatura attraverso il termostato mettendo in azione, quando necessario, la pompa. Infine, il sistema di sicurezza (ne esistono svariati) per ovviare al problema di surriscaldamento o di sovrapproduzione di acqua, che viene essenzialmente incanalata o evaporizzata. Esistono anche dispositivi come il tubo di carico del vaso di espansione ed altri che compongono il sistema della termostufa a legna per termosifoni e per acqua, che può lavorare in sintonia anche con i pannelli solari

I vantaggi della termostufa a legna

La termostufa a legna (o termostufa a legno idro) tra i pro mette in evidenza il basso costo e l’elevato rendimento. Se si dispone di uno spazio dove stipare la legna selezionandone una tipologia che renda al massimo e ben secca, questo sistema di riscaldamento può sfiorare un’efficienza del 90%. Inoltre, lo stesso mette d’accordo anche i più sensibili alla tematica ambientale, trattandosi di un combustibile ecologico e non inquinante e, di conseguenza, non aumentando il bilancio di CO2.

Gli svantaggi della termostufa a legna

Il rovescio della medaglia vede al primo posto l’obbligo di una canna fumaria. In più, si ha bisogno di una manutenzione ogni 2-3 anni per rimuovere la cenere che vi si accumula all’interno. Anche i proprietari della casa dovranno pulire quando necessario l’accumulo di cenere che si deposita sul piatto principale. 

Riguardo i prezzi, si presentano piuttosto oscillanti in base alla resa termica, al design, al materiale e così via. La forbice oscilla dai 1000 fino ai 3000 euro, ma può allargare lo spazio se si considerano ad esempio termostufe a legna in maiolica o ghisa. 

Richiedi un preventivo senza impegno su PG Casa.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a stufe
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE
Accedi con le tue credenziali