MAGAZINE
Logo Magazine

Soluzioni per un buon impianto di condizionamento

L'impianto di condizionamento consente di ottenere la temperatura ideale all'interno della propria abitazione; ecco tutte le novità reperibili in commercio

24-05-2021 (Ultimo aggiornamento 10-06-2021)
Chiedi un preventivo per
impianti di condizionamento

L’impianto di condizionamento è molto utile all’interno di un’abitazione in quanto permette di regolare la temperatura interna della casa, assicurando un elevato comfort abitativo. Un impianto di climatizzazione, invece, non solo regola la temperatura, ma permette anche di mantenere il giusto livello di umidità, inoltre è in grado di filtrare e purificare l’aria migliorando la vivibilità all’interno dell’abitazione. 

Prima di prendere una decisione è importante conoscere le caratteristiche principali delle varie tipologie di impianto di condizionamento, per essere in grado di compiere una scelta consapevole, con un occhio ai costi e alle agevolazioni fiscali disponibili. Vediamo subito quale dispositivo conviene scegliere per il raffrescamento della propria casa. 

Impianto di condizionamento o climatizzazione: le differenze

Prima di tutto occorre evitare fraintendimenti e utilizzare i termini corretti. I condizionatori raffreddano solamente l’aria ma non forniscono altre funzionalità autonome come il ricambio o il ricircolo d’aria, né deumidificano l’ambiente. Ovviamente, l’intervento sull’abbassamento della temperatura consente un’azione indiretta di deumidificazione, in quanto raffrescando l’ambiente diminuirà anche l’umidità presente all’interno della stanza.

Al contrario, i climatizzatori permettono il riciclo, il filtraggio e la purificazione dell’aria, in più sono in grado di deumidificare e, in alcuni casi, anche riscaldare l’ambiente. La differenza principale rispetto ai condizionatori è l’azione diretta e autonoma di queste funzionalità, poiché i climatizzatori sono capaci di regolare temperatura e umidità in modo indipendente e specifico, mentre nei condizionatori si tratta di un’azione indotta. Ad ogni modo, oggi quasi tutti i prodotti sul mercato sono in grado di raffrescare, riscaldare e deumidificare l’ambiente.

Impianto di condizionamento: tipologie principali

In base alle funzionalità e alle tecnologie integrate è possibile riconoscere diverse tipologie di condizionatori, tra cui quelle principali sono:

  • impianto di condizionamento a pompa di calore o convenzionale;
  • impianto di condizionamento canalizzato o portatile;
  • impianto di condizionamento ad acqua o aria;
  • impianto di condizionamento a pavimento o a parete.

Condizionatori fissi o portatili

Una volta scelto se acquistare il condizionatore o climatizzatore, è importante verificare le esigenze di spazio, per capire se scegliere un modello fisso o uno portatile.

  • Un impianto di condizionamento fisso consente di gestire le condizioni climatiche di ogni ambiente: il livello della temperatura, l’umidità e la purificazione dell’aria. Se ben posizionati e proporzionati, non è necessaria l’installazione di una singola unità per ogni ambiente. Ovviamente necessitano di un’installazione invasiva, fatta da professionisti specializzati, tuttavia oggi esistono tipologie di impianti di condizionamento fissi che si adattano a tutte le esigenze di spazio (esistono climatizzatori a parete, a soffitto, ad angolo, a pavimento o a incasso).
  • I condizionatori portatili sono molto indicati per ambienti piccoli e facili da scaldare o raffrescare. Hanno sostanzialmente le stesse funzionalità di deumidificazione e filtraggio dell’aria, con l’unica differenza di una minore efficacia e una maggiore rumorosità. Ad ogni modo, i condizionatori portatili sono facili da usare e comodi da spostare, senza interventi strutturali alle pareti di casa.

Tecnologia Inverter oppure on-off

La tecnologia on-off, quella classica dei primi impianti di condizionamento, funziona alternando periodi di attivazione a periodi di disattivazione della macchina, a seconda della temperatura presente all’interno del locale. La tecnologia inverter, invece, consente di regolare in continuazione e automaticamente la potenza e la velocità di funzionamento del climatizzatore. 

Quale delle due tecnologie scegliere per un impianto di condizionamento? La tecnologia inverter comporta un risparmio energetico di circa il 30-40%!

Mono-split o Multi-split

In fase di scelta di un nuovo condizionatore per la casa, una decisione importante da prendere riguarda l’acquisto di un impianto mono-split o multi-split.

  • I condizionatori mono-split sono quei sistemi in cui ogni apparecchio interno è collegato ad una unità esterna.
  • Un impianto di condizionamento multi-split, invece, consiste in un sistema di climatizzazione munito di due o più apparecchi interni collegati alla stessa unità esterna. Questo sistema è più costoso ma anche più efficiente, sia per le abitazioni residenziali sia per i locali aziendali più grandi, perché permette di ottimizzare costi e prestazioni.

Come scegliere l’impianto di condizionamento per la casa

Abbiamo visto finora che esistono varie tipologie di condizionatori, ma come facciamo a scegliere il migliore impianto di condizionamento per la nostra casa? Ecco le caratteristiche da tenere in considerazione per un acquisto consapevole!

  • La potenza: questo valore deve essere direttamente proporzionale alla grandezza della stanza da climatizzare. L’unità di misura è espressa in BTU/h, quindi per scegliere il modello giusto basta moltiplicare i metri quadrati della stanza per un coefficiente fisso di 340.
  • Il sistema di filtraggio: questo dispositivo dev’essere sempre presente nel proprio impianto, poiché aiuta a migliorare la qualità dell’aria all’interno dell’abitazione.
  • La classe energetica: è importante valutare la casse di efficienza energetica dell’impianto di condizionamento, per determinare quanto il nostro impianto inciderà sulla bolletta elettrica. La classe più efficiente in commercio è la A+++, perciò si consiglia di acquistare almeno un impianto classe A+.
  • Il livello di rumorosità: per garantire un comfort indoor ottimale bisogna tenere ben presente in fase di acquisto la rumorosità del condizionatore, il cui livello è indicato all’interno dell’etichetta del dispositivo, ed è espresso con un’unità di misura in decibel (dB).

Impianto di condizionamento: prezzi indicativi

Il costo di un impianto di condizionamento dipende da tutti i fattori appena indicati e altri aspetti, tra cui:

  • tecnologia dell’impianto;
  • qualità dei materiali;
  • funzionalità integrate;
  • tipologia del dispositivo;
  • potenza del condizionatore;
  • numero di unità esterne.

Inoltre, bisogna tenere conto della spesa necessaria per l’installazione, considerando i costi della manodopera in base alla complessità del montaggio e alle eventuali opere murarie necessarie. In genere, un impianto di condizionamento canalizzato prevede un costo indicativo di circa 40-70 al mq, a seconda della lunghezza della canalizzazione da installare. 

Un impianto di condizionamento mono split, invece, può costare intorno ai 250-350 euro, arrivando fino a 700-800 euro per un dispositivo trial split dotato di tre unità esterne e un motore. Il condizionatore a pompa di calore è senza dubbio il modello più costoso, con un prezzo compreso tra 300 e 900 euro al kW. Tuttavia, si tratta di un impianto green alimentato con una fonte energetica rinnovabile e pulita, inoltre è integrabile con il fotovoltaico

Impianto di condizionamento: detrazioni e agevolazioni

Per l’acquisto e la posa di un nuovo condizionatore è possibile usufruire di importanti agevolazioni fiscali, grazie alle misure contenute nel Bonus Condizionatori. In particolare, è possibile beneficiare di una detrazione del 50-65%, se l’intervento prevede la sostituzione del vecchio dispositivo e il montaggio di un apparecchio nuovo di ultima generazione ad alta efficienza. 

Gli incentivi sono disponibili se l’intervento avviene insieme a un lavoro di ristrutturazione edilizia, in questo caso anche per l’acquisto di un condizionatore convenzionale. Altrimenti, le agevolazioni del 65% per la riqualificazione energetica richiedono la scelta di un impianto di condizionamento di classe A o superiore, oppure di un condizionatore a pompa di calore. 

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a impianti di condizionamento
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE