MAGAZINE
Logo Magazine

Parquet: perché scegliere un pavimento in legno?

Il legno è un materiale vivo, che dona calore a qualsiasi ambiente: un pavimento in parquet però richiede costante manutenzione e attenzione

27-12-2021 (Ultimo aggiornamento 05-01-2022)
Chiedi un preventivo per
parquet tradizionali

Il parquet è in grado di dare ad ogni abitazione un carattere unico e accogliente. Si tratta di una pavimentazione legata a tradizioni antichissime di taglio e posatura del legno, oggi è resa attuale e meno costosa da accorgimenti strutturali ed estetici che permettono di adattare questa soluzione a tutte le esigenze abitative ed economiche.

Tra gli aspetti distintivi di un pavimento in parquet ci sono eleganza, durevolezza e versatilità, i vantaggi più evidenti di questo tipi di rivestimento, mentre la piacevolezza al tatto e quell’inconfondibile scricchiolio sono i pregi più nascosti e preziosi del parquet.

Tuttavia, la cura costante dopo la posa è una condizione necessaria per ottenere una lunga resa del legno e una buona riuscita estetica. Assieme al costo piuttosto elevato è l’unico svantaggio di questo tipo di pavimentazione, un materiale in grado di garantire numerosi e importanti benefici per la casa.

Perché un pavimento in legno è la soluzione giusta per la casa?

Il parquet è in grado di rendere memorabile un ambiente: le stanze di grandi dimensioni diventano subito accoglienti e appaiono più raccolte, quasi già arredate dalla sola presenza del pavimento in legno, mentre le stanze più piccole acquisiscono un carattere originale e raffinato. Intervenendo in fase di ristrutturazione di un appartamento, inoltre, scegliere di posare un pavimento in legno permette di aumentare il valore della proprietà e facilitarne spesso la vendita.

Un’abitazione con i pavimenti in parquet, infatti, per molti acquirenti garantisce un valore aggiunto notevole, consentendo di proporre un prezzo più alto rispetto alla media di mercato. Ovviamente non a tutti piace il parquet in casa, in quanto richiede anche una manutenzione periodica per evitarne il deterioramento. Ad ogni modo, al pari di altri rivestimenti di qualità il parquet è senza dubbio un investimento conveniente sotto vari punti di vista.

Parquet: pro e contro dei pavimenti in legno

Un pavimento in parquet è una scelta che comporta una serie di vantaggi e svantaggi, aspetti che vanno considerati con grande attenzione prima di prendere la decisione finale. Soltanto informandosi bene e analizzando con accuratezza pro e contro è possibile compiere una scelta corretta, per capire se è realmente la soluzione migliore per la propria casa optare per un rivestimento in legno per il pavimento.

I vantaggi più importanti di un pavimento in parquet

I primi fattori da tenere in conto sono principalmente il tatto e l’udito, i quali intervengono subito nel rendere unico il rapporto che si instaura tra la casa con un pavimento a parquet e le persone che la abitano. Infatti, camminare a piedi nudi su un parquet di qualità è un’esperienza sensoriale eccitante per i bambini, allo stesso tempo risulta anche rilassante per quegli adulti che hanno perso – o non hanno mai sperimentato – un contatto diretto con un materiale antico e naturale come il legno. Sul parquet tutti i rumori sono attutiti, quindi anche le case più affollate si trasformano magicamente in un’oasi di quiete.

Oltre all’isolamento acustico, il pavimento in legno favorisce anche l’isolamento termico di un’abitazione, entrando quindi a pieno titolo tra gli interventi che consentono di migliorare il comfort e l’efficienza di un immobile. Si tratta ad esempio di prestazioni superiori rispetto a quelle offerte da un pavimento in ceramica, anche per quanto riguarda la protezione dall’umidità. Questo fattore va tenuto in grande in considerazione, soprattutto in presenza di una casa con un’esposizione al sole sfavorevole.

In generale, i principali vantaggi del parquet sono:

  • alta qualità estetica;
  • elevata resistenza all’usura;
  • ottimo isolamento termoacustico;
  • incremento del valore immobiliare;
  • comfort abitativo superiore.

I principali svantaggi del parquet

Lo svantaggio del pavimento in legno è legato soprattutto al suo costo piuttosto elevato rispetto ai pavimenti tradizionali. Naturalmente, c’è modo di ovviare a questo problema, scegliendo soluzioni in cui vengano utilizzate percentuali piuttosto contenute di legni pregiati (esposti in superficie), in combinazione con legni di maggior resistenza ma minor pregio, oppure optare per pavimento finto legno o una qualità bassa del parquet per risparmiare.

Inoltre, i tempi di posa di un pavimento in legno sono abbastanza lunghi, con il procedimento di installazione che in generale è più complesso della posa di un pavimento tradizionale e va effettuato da un falegname professionista. In alcuni casi è possibile che la posatura comprenda anche la finitura in opera del parquet, allungando ulteriormente i tempi complessivi necessari per la posa, ad ogni modo rispetto ad altre soluzioni il parquet non è un rivestimento veloce da applicare.

Anche la manutenzione del parquet deve essere accurata e costante, al fine di rallentare il processo di ossidazione delle fibre di legno che finisce inevitabilmente per alterarne il colore. Per un pavimento in legno massiccio non multistrato è assolutamente sconsigliato l’utilizzo di acqua per la pulizia, la quale va sostituita con prodotti appositi per la cura del legno da diluire molto poco, curando il proprio parquet con attenzione per preservarlo nel tempo e mantenerne intatte le qualità estetiche.

In linea di massima, questi sono i principali svantaggi del parquet da considerare:

  • prezzo elevato;
  • tempi lunghi di posa del pavimento;
  • manutenzione periodica;
  • sensibilità alle condizioni ambientali.

Domande frequenti:

  • Quanto costa il parquet al metro quadro?

    Il costo del parquet al metro quadro varia a seconda della qualità, con un prezzo a partire da 20 euro al metro quadro per i parquet economici fino a 100 euro al metro quadro per quelli più pregiati.

  • Qual è il parquet più duro?

    Il parquet più duro e resistente è il pavimento in teak, un legno molto robusto e pregiato, altrimenti sono indicati anche il parquet in afromosia e i pavimenti in rovere e in bambù.

  • Cosa significa parquet sigillato?

    Il termine parquet sigillato significa che il pavimento è protetto da uno strato esterno, un rivestimento aggiuntivo che tutela il legno e lo preserva contro l’umidità e la sporcizia.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a parquet tradizionali
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE