Sei già cliente?

Gestisci i tuoi servizi nell'area dedicata di Italiaonline.

accedi all'area clienti

Vuoi trovare
nuovi clienti?

Scopri come inserire la tua attività
su PagineGialle Casa!
CONTATTI: NUMERO VERDE 800-011411
info@italiaonline.it

MAGAZINE

chiedi preventivo

Caldaia a pellet: guida all’acquisto

Conviene davvero acquistare una caldaia a pellet? Scopri maggiori dettagli in questo articolo

Caldaia a pellet
Chiedi un preventivo per caldaie a pellet richiedi un preventivo gratis

Installare una caldaia a pellet, in sostituzione di un tradizionale riscaldamento a gas, può rivelarsi una scelta molto conveniente per le proprie tasche e più rispettosa nei confronti dell’ambiente.

Proseguendo nella lettura di questo articolo, potrai scoprire il perché una caldaia a pellet conviene davvero, quali sono i suoi consumi specifici, i prezzi e le nostre opinioni a riguardo, così da avere più strumenti in mano per aiutarti nell’acquisto del dispositivo di riscaldamento migliore per la tua casa.

Perché una caldaia a pellet conviene rispetto ad una a gas?

La caldaia a pellet conviene, innanzitutto, perché si tratta di un apparecchio che non utilizza combustibili fossili, ma che prende la propria energia direttamente dal pellet, un biocombustile composto da segatura compressa in piccolissimi cilindretti. Quindi, essendo un composto pulito ed ecologico, non vengono emessi fumi dannosi per l’ambiente, a differenza dei fumi emessi dalla combustione del gas.

L’installazione di una caldaia a pellet risulta, inoltre, molto pratica e semplice. Non è richiesto alcun cambiamento dell’impianto di riscaldamento in uso: se nella tua abitazione hai già in dotazione una canna di scarico della vecchia caldaia, questa può essere integrata in pochi passaggi con quella nuova.

I modelli più recenti offrono anche la possibilità dell’integrazione domotica e del comando da remoto: si possono integrare facilmente con gli altri dispositivi intelligenti presenti nell’abitazione e possono essere programmati attraverso un’applicazione per lo smartphone, attraverso la quale impostare i programmi di riscaldamento personalizzati.

L’unico svantaggio rispetto al gas è che una caldaia a pellet richiede un rifornimento periodico di biocombustile. Non si tratta di un’operazione difficoltosa e stressante, in quanto la maggior parte delle caldaie a pellet è dotata di un capiente serbatoio, nel quale versare il contenuto presenti nei sacchi facilmente reperibili in commercio. I serbatoi possono essere dei veri e propri silos: essi garantiscono diverse settimane di autonomia della caldaia.

Le caratteristiche che una caldaia a pellet deve avere, secondo le nostre opinioni

Spesso, leggendo tra le recensioni presenti su internet, diverse persone sottovalutano alcune caratteristiche che le caldaie a pellet devono avere, in particolare riguardanti il caricamento e la pulizia, ritrovandosi dei prodotti poco efficienti e non tecnologicamente avanzati.

Se hai deciso di acquistare una caldaia a pellet è utile, quindi, che tu sappia riconoscere quale sia l’apparecchio che offra il top dell’efficienza.

Secondo le opinioni dei nostri esperti in materia una caldaia a pellet, per riuscire a soddisfare pienamente le esigenze, deve avere le seguenti caratteristiche:

  • Funzionamento automatico, in particolare per quanto riguarda il caricamento del biocombustibile;
  • Pulizia automatica delle superfici, così da agevolare la rimozione delle ceneri;
  • Serbatoio con capacità non inferiore ai 260 kg;
  • Elevati standard di sicurezza;
  • Produzione ridotta di cenere. Lo svuotamento del cassetto deve avvenire al massimo 1 o 2 volte all’anno;
  • Possibilità di gestione da remoto.

Queste sono le caratteristiche principali che una caldaia a pellet dovrebbe avere e che riescono a garantirti un elevato rendimento, superiore al 90%, ma soprattutto bassi consumi.

Andiamo di seguito a scoprire quanto potrebbe farti risparmiare una caldaia a pellet di ultima generazione.

Prezzi e consumi di una caldaia a pellet

L’installazione di una caldaia a pellet ha dei prezzi che si aggirano sui 5000 mila euro, ma che possono variare notevolmente in base alla potenza della caldaia e da eventuali optional che si vogliono aggiungere o togliere. Essa rappresenta un buon investimento, soprattutto sul medio-lungo termine. Da tenere conto è anche la possibilità di usufruire delle detrazioni fiscali, in quanto tutti i sistemi di riscaldamento a pellet sono ecologici.

Ma quali sono i consumi nello specifico di un apparecchio di questo tipo?

Una caldaia a pellet moderna consuma 0,25 kg/ora, per Kw di potenza, di biocombustibile, pari a circa 0,35 kg per decimetro cubo.

Se hai acquistato una caldaia a pellet di 20 Kw, il consumo sarà, di conseguenza, pari a 5 kg all’ora. Se essa dispone di 10 metri cubi di serbatoio, una volta riempito non dovrai rifornirlo per due mesi continuativi. In commercio potrai trovare sacchi da 15 kg per le caldaie piccole, mentre sacchi fino a 1000 kg per le caldaie a pellet di grandi dimensioni, soprattutto quelle alimentate da una clochea.

Come fare a capire quanti sacchi acquistare? Semplice. Se la superficie di casa tua è pari, ad esempio, a 100 mq e ha un fabbisogno energetico equivalente a 50 kWh/mq all’anno, l’energia termica per il riscaldamento della casa sarà pari a 5000 Kwh. Una volta calcolato questo dato, è necessario controllare quello riportato tra i dati di targa della caldaia a pellet: se l’energia termica resa dal generatore è pari a 4,0 kWh/kg, saranno necessari per l’intera stagione 1235 kg di pellet, ovvero all’incirca 80/82 sacchi che ti costeranno circa 330 euro.

Per essere certo di seguire tutti i regolamenti ed installare un impianto a norma di legge, richiedi ora un preventivo su misura a una ditta specializzata del tuo territorio.

preventivo

Scegli uno dei nostri migliori professionisti! Richiedi un preventivo gratis a caldaie a pellet

invia la tua richiesta gratis ricevi fino a 5 preventivi scegli il preventivo migliore

CHIEDI ORA
  • caldaia a pellet opinioni
  • caldaia a pellet consumi
  • caldaia a pellet conviene