MAGAZINE
Logo Magazine

Superbonus in condominio: cosa comunicare entro il 7 aprile

Arriva una scadenza importante per chi ha effettuato lavori nelle parti comuni del condominio: ecco di cosa si tratta

25-03-2022
Chiedi un preventivo per
ristrutturazioni edili e restauri

Arrivano le prime scadenze dell’anno per tutti i beneficiari dei Bonus Casa. Tra le diverse date da ricordare spicca il 7 aprile 2022, che è l’ultimo giorno utile per comunicare gli interventi condominiali svolti l’anno precedente finanziati dai Bonus Casa ed in particolare quelli legati al Superbonus 110%.  Con il provvedimento numero 83833/22 l’Agenzia delle Entrate ha deciso di prorogare i termini, che inizialmente erano fissati per il 16 marzo.

Cosa comunicare entro il 7 aprile 2022

I condomini devono comunicare tutti i lavori trainanti ed eventualmente trainati effettuati nel 2021 e tutti quelli agevolati al recupero del patrimonio edilizio e di efficientamento energetico sulle parti comuni dell’edificio. Nello specifico, devono essere gli amministratori di condominio a inviare tutta la documentazione prevista con i dati legati alle spese, che poi dovranno essere riversati nella dichiarazione precompilata di ciascun contribuente beneficiario.

La proroga può essere accolta solo per tutti i beneficiari dei bonus che hanno manifestato l’esigenza di avere più tempo a disposizione per “assicurare la trasmissione di informazioni il più possibile corrette e complete ai fini della predisposizione della dichiarazione precompilata e tenuto conto che le specifiche tecniche per la trasmissione dei dati sono variate rispetto all’anno precedente al fine di recepire le modifiche normative introdotte agli articoli 119 e 121 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34 (c.d. Decreto Rilancio)”.

29 aprile 2022: un’altra importante data da ricordare

Oltre al 7 aprile, i beneficiari dei bonus casa devono ricordare un’altra data: il 29 aprile è l’ultimo giorno utile per comunicare all’Agenzia delle Entrate la scelta tra cessione del credito e sconto in fattura  con riferimento alle spese sostenute nel 2021 e rate residue delle detrazioni delle spese sostenute nel 2020.

Questo disallineamento tra le scadenze potrebbe comportare dei problemi per l’amministratore che al 7 aprile potrebbe non avere ancora tutte le comunicazioni da parte dei condomini circa la scelta della cessione del credito o dello sconto in fattura. Quindi – nonostante il termine sia il 29 aprile – i condomini dovrebbero allinearsi per comunicare qualche settimana prima la scelta all’Agenzia. In caso di comunicazione errata, omessa o tardiva potrebbe scattare una sanzione di 100 euro per ciascun condomino. Tuttavia, la sanzione non viene applicata nel caso in cui si corregga entro 5 giorni dall’invio o, nel caso in cui l’Agenzia lo richieda, entro 5 giorni dalla segnalazione. In alcuni casi, la sanzione è ridotta a 33,33 euro se le comunicazioni vengono inviate in ritardo ma comunque entro 30 giorni dalla scadenza.

Tutti i continui aggiornamenti provocheranno con tutta probabilità ulteriori ritardi: per esempio, in base al DL 4/2022 l’Agenzia delle Entrate ritarderà la pubblicazione delle dichiarazioni precompilate relative al 2021. In ogni caso, chi ha eseguito i lavori di ristrutturazione in condominio dovrà prepararsi e affrontare la scadenza del 7 aprile 2022.

Chi, invece, vuole affrontare nuovi interventi presso la propria abitazione può fin da subito capire qual è il costo: grazie a Pagine Gialle Casa è possibile contattare professionisti e ditte di ristrutturazione della propria zona e chiedere diversi preventivi, scegliendo così la migliore offerta per le proprie esigenze.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a ristrutturazioni edili e restauri
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE