Sei già cliente?

Gestisci i tuoi servizi nell'area dedicata di Italiaonline.

accedi all'area clienti

Vuoi trovare
nuovi clienti?

Scopri come inserire la tua attività
su PagineGialle Casa!
CONTATTI: NUMERO VERDE 800-011411
info@italiaonline.it

Accedi con le tue credenziali

MAGAZINE

chiedi preventivo

Riqualificazione energetica: i principali interventi

Una casa efficiente dal punto di vista del risparmio energetico consente di avere minori costi da sostenere e rispettare l'ambiente. Ecco che cos'è e come fare la riqualificazione energetica

guida alla riqualificazione energetica
Chiedi un preventivo per energie alternative e rinnovabili richiedi un preventivo gratis

La riqualificazione energetica consiste in una serie di interventi volti a migliorare l’efficienza energetica di un edificio. Ma cosa comporta concretamente?

Gli interventi di riqualificazione energetica

A partire dalla diagnosi energetica, che valuta ed evidenzia i punti critici di un fabbricato, è possibile progettare i lavori necessari a ridurre i consumi di energia con conseguente risparmio economico. Si può agire su diversi livelli: quello edilizio e quello impiantistico.

L’isolamento termico è un fattore fondamentale per evitare la dispersione di calore e dunque lo spreco di energia. Oltre alla sostituzione degli infissi di nuova generazione, realizzati con materiali decisamente più performanti, esistono interventi come il cappotto termico e l’insufflaggio.

Nel primo caso, si crea una sorta di involucro all’edificio, dall’esterno, grazie a un rivestimento realizzato con materiali isolanti. In questo modo, si evita la formazione di ponti termici e di conseguenti fenomeni di condensa e muffe. L’insufflaggio invece può essere svolto anche dall’interno della singola abitazione e consiste nel riempimento delle intercapedini dei muri con materiale isolante, attraverso dei semplici fori, chiusi poi al termine dell’operazione.

L’elettricità può essere affidata ai pannelli fotovoltaici di ultima generazione. L’energia solare prevede una spesa iniziale per l’installazione che viene però completamente recuperata nel tempo, sulla bolletta. Grazie al sole, è possibile risparmiare anche su acqua calda e riscaldamento con i pannelli solari.

Strettamente connessa all’energia solare, c’è l’installazione di caldaie a compensazione, la loro combinazione permette infatti di ridurre sostanzialmente il fabbisogno energetico. Ci sono poi anche la pompa di calore per sostituire i vecchi climatizzatori, l’illuminazione a LED e gli impianti di microcogenerazione per la produzione combinata di energia elettrica e termica da un unico impianto.

Per un maggiore controllo dei consumi, ci sono le valvole termostatiche per i radiatori, che permettono di decidere la temperatura desiderata nei vari ambienti a seconda dell’utilizzo. Per una gestione comoda di tutti i dispositivi invece c’è la domotica che consente di creare un sistema tecnologicamente avanzato, una casa intelligente con controllo anche da remoto, tramite smartphone pc e tablet. Particolarmente funzionale per anziani e disabili.

Vantaggi della riqualificazione energetica

Utilizzare l’energia in modo ottimale comporta:

  • Un aumento del comfort nell’abitazione, soprattutto in termini di temperatura e di ventilazione.
  • Una scelta ecologica, in linea con il futuro energetico del mondo.
  • L’aumento di valore dell’immobile.

Un risparmio economico importante non solo nel lungo termine ma già dall’inizio, grazie a importanti agevolazioni fiscali.

L’Ecobonus consente di beneficiare di uno sconto Irpef (o Ires) per recuperare una buona parte del costo sostenuto per attuare la riqualificazione energetica della propria casa o del condominio. Le detrazioni possono arrivare fino al 50% o addirittura al 65% a seconda della tipologia di lavoro o di installazione.

In caso di compravendita, affitto o ristrutturazioni consistenti occorre poi munirsi del’APE cioè l’attestato di prestazione energetica, un documento redatto da un tecnico che inserisce l’immobile in una classe energetica (la classifica va da A fino a G), descrivendone quindi l’efficienza energetica. I costi di certificazione energetica non sono fissi ma variano secondo diversi parametri e possono ammontare a 150 euro o poco meno e arrivare fino a più di 200 euro e ha una durata massima di 10 anni.

La riqualificazione energetica si configura come un passo in avanti verso un maggiore controllo della quantità di energia utilizzata, il rispetto per l’ambiente e un taglio agli sprechi. Richiedi adesso un preventivo gratuito per implementare la tua abitazione dal punto di vista energetico: vedrai che risparmio in bolletta!

preventivo

Scegli uno dei nostri migliori professionisti! Richiedi un preventivo gratis a energie alternative e rinnovabili

invia la tua richiesta gratis ricevi fino a 5 preventivi scegli il preventivo migliore

CHIEDI ORA