Sei già cliente?

Gestisci i tuoi servizi nell'area dedicata di Italiaonline.

accedi all'area clienti

Vuoi trovare
nuovi clienti?

Scopri come inserire la tua attività
su PagineGialle Casa!
CONTATTI: NUMERO VERDE 800-011411
info@italiaonline.it

MAGAZINE

chiedi preventivo

Bonus condizionatori 2018: guida alle detrazioni fiscali

Il bonus condizionatori 2018 sarà valido fino al 31 dicembre. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta e come rientrare nelle agevolazioni previste

come usufruire del bonus condizionatori 2018
Chiedi un preventivo per CONDIZIONATORI richiedi un preventivo gratis

Il bonus condizionatori 2018 è un’agevolazione fiscale volta a migliorare il risparmio energetico, stimolando allo stesso tempo la domanda economica interna attraverso una serie di incentivi volti agli investimenti. La detrazione sui condizionatori viene riconosciuta sia in caso di ristrutturazione dell’immobile che per la semplice installazione dei climatizzatori senza ulteriori lavori edili all’interno dell’abitazione, ma solo ed esclusivamente in alcuni casi particolari. Si tratta del cosiddetto bonus condizionatori 2018 senza ristrutturazione, una soluzione volta a incentivare l’efficienza energetica degli immobili residenziali. Vediamo quali condizioni e requisiti sono richiesti per rientrare nelle detrazioni.

Requisiti per ottenere l’agevolazione del 65%

Possono usufruire del bonus condizionatori 2018 con detrazione al 65% privati e imprese. Il requisito fondamentale è che vengano sostituiti i vecchi impianti con condizionatori a pompa di calore, in grado di assicurare un’elevata efficienza energetica. Il tetto massimo di spesa è pari a 46.154 euro, quindi l’importo detraibile può arrivare fino a 30.000 euro. Quali sono i requisiti dell’immobile per cui si può applicare la detrazione al 65%?

Innanzitutto, l’abitazione deve risultare già accatastata a inizio 2018, oppure al  limite la richiesta di accatastamento può trovarsi in lavorazione presso gli uffici competenti. Inoltre, bisogna essere in regola con il pagamento delle tasse e l’impianto di riscaldamento deve risultare già presente nell’immobile. Oltre ai requisiti dell’immobile vanno considerati anche i quelli tecnici relativi all’impianto. In particolare l’intervento deve essere eseguito soltanto in sostituzione totale o parziale di un impianto esistente, quindi non è possibile effettuare l’installazione dei condizionatori ex novo e successivamente richiedere la detrazione del 65%. Infine le pompe di calore e la climatizzazione devono rispettare le norme dell’allegato 1 del Decreto Ministeriale del 6/08/2009, garantendo i coefficienti minimi di prestazione, COP nel caso delle pompe di calore ed EER per i climatizzatori.

Condizioni per rientrare nella detrazione al 50%

Accedere al bonus condizionatori 2018 con la detrazione fiscale al 50% è sicuramente un po’ più semplice, in quanto non è necessario sostituire un impianto preesistente. Le condizioni per usufruirne sono principalmente 3. La prima riguarda la ristrutturazione dell’immobile, che consente di accedere alla detrazione del 50% più l’IVA agevolata al 10%, semplicemente acquistando e installando un condizionatore con pompa di calore. Ovviamente l’apparecchio deve rientrare nei modelli ad alto risparmio energetico, indipendentemente dall’efficienza. Il bonus è applicabile sia a residenze private che a condomini e parti comuni. La seconda condizione interessa il bonus arredi e grandi elettrodomestici con ristrutturazione. Chi ristruttura la propria casa può inserire l’acquisto dei condizionatori nella detrazione al 50%, insieme ad esempio al frigorifero e alla lavatrice. Attenzione però, poiché la classe energetica minima richiesta è A+. Questa agevolazione vale anche in caso di lavori straordinari nel proprio condomino. Infine è prevista una detrazione per i condizionatori senza ristrutturazione. In questo caso si può dedurre il 50% della spesa se il condizionatore installato è a pompa di calore.

Come pagare il condizionatore per portarlo in detrazione?

Per usufruire delle agevolazioni fiscali previste dal bonus condizionatori 2018 bisogna essere molto precisi sulla documentazione necessaria. Qualora dovesse mancare anche un solo foglio infatti, si perderebbe qualsiasi possibilità di accedere alle detrazioni. Ecco tutto quello che bisogna sapere sui documenti da presentare.

Innanzitutto è necessario richiedere le certificazioni tramite il 730 o il Modello Unico. Per farlo bisogna effettuare il pagamento, tramite bonifico bancario ordinario oppure parlante. Vanno indicate la causale per il pagamento dei lavori di ristrutturazione con agevolazioni fiscali, il codice fiscale del beneficiario e il numero della partita Iva del ricevente il bonifico, ovvero il rivenditore presso il quale si acquista il condizionatore. Per pagare è possibile utilizzare sia la carta di debito o credito che realizzare un normale bonifico bancario, tuttavia è importante conservare la fattura o la ricevuta del pagamento, in quanto vale come documentazione ai fini fiscali.

Come calcolare l’Iva agevolata al 10%?

L’Iva agevolata al 10% viene calcolata su beni cosiddetti “significativi”, in cui rientrano per l’appunto anche i condizionatori. L’aliquota scontata al 10% non si applica però all’intero valore dell’operazione, ma soltanto alla differenza tra l’importo totale del servizio d’installazione meno il costo del condizionatore. Sul resto viene applicata la normale aliquota al 22%. Facciamo un esempio pratico per capire meglio. Ipotizziamo che il costo totale dell’installazione sia di 3.000 euro, di cui 700 euro per la manodopera e 2.300 euro per l’acquisto del condizionatore. Sul costo della manodopera bisogna calcolare l’Iva al 10%, mentre sul prezzo del condizionatore sarà valida solo la differenza tra il costo totale, 3.000 euro e quello della macchina, 2.300 euro, quindi 3.000 – 2.300 = 700 euro. Sui restanti 1.600 euro si applica invece l’Iva al 22%. Per usufruire del bonus condizionatori senza ristrutturazione, oppure all’interno di lavori edili alla propria abitazione, c’è tempo fino al 31 dicembre di quest’anno, perciò è consigliabile chiedere un preventivo gratuito e senza impegno di spesa al proprio installatore di fiducia e approfittare delle agevolazioni per un maggiore risparmio energetico.

preventivo

Scegli uno dei nostri migliori professionisti! Richiedi un preventivo gratis a CONDIZIONATORI

invia la tua richiesta gratis ricevi fino a 5 preventivi scegli il preventivo migliore

CHIEDI ORA
  • detrazione condizionatori
  • detrazione condizionatori senza ristrutturazione
  • bonus condizionatori 2018