pagine gialle casa

richiedi preventivo icon menu

magazine

Condizionatori e incentivi fiscali

Installazione condizionatori: conoscere tutti gli incentivi fiscali di cui si può fruire, in modo tale da risparmiare denaro e dimezzare sui costi di installazione.

I condizionatori sono diventati un elemento indispensabile, in particolar modo durante la stagione estiva. Con il caldo afoso e torrido è bene possedere un condizionatore che rinfreschi l'aria, soprattutto per chi, non potendo andare al mare, si rinchiude in casa durante le ore più calde. Per questo un condizionatore può essere davvero molto utile, ad esempio per le persone anziane e per coloro i quali soffrono di pressione bassa. Ma il condizionatore fisso si rivela molto utile anche durante la stagione invernale, andando a incrementare o sostituire gli impianti di riscaldamento tradizionali. Tuttavia, rispetto ad un condizionatore portatile, l'installazione di condizionatori fissi comporta delle spese aggiuntive che si sommano a quelle dell'acquisto del solo condizionatore. Infatti è necessario effettuare, da parte di tecnici esperti, dei veri e propri lavori di muratura che prevedono: la creazione di fori all'interno delle mura di casa, installazione di tubi, canaline e unità esterne alla facciata della casa, spesso antiestetiche. Tuttavia installare un condizionatore fisso non solo presenta un'efficienza indiscutibilmente migliore a quella di un condizionatore portatile, ma permette di usufruire di alcuni sgravi fiscali che permettono di ammortizzarne l'acquisto.
Esistono numerose agevolazioni fiscali per chi decide di compiere lavori di installazione di condizionatori nella propria casa. Anche per il 2017 la legge di stabilità prevede vari tipi di detrazioni fiscali per questo tipo di intervento. Vi sono alcuni casi, infatti, in cui è possibile che il costo di acquisto e d'installazione di un condizionatore d'aria possa essere detratto dalla propria dichiarazione dei redditi. Per godere di questi sgravi fiscali è molto importante che il condizionatore acquistato, anche non ad alta efficienza, sia a pompa di calore e vada ad integrare o sostituire gli impianti di riscaldamento invernale, cioè possa essere utilizzato anche per il riscaldamento durante la stagione fredda. I condizionatori a pompa di calore sono delle apparecchiature che sfruttano l'energia già presente nell'aria, producendo calore. Si può beneficiare di diverse agevolazioni come ad esempio quella del 50% che riguarda le ristrutturazioni edilizie. E' possibile, infatti, detrarre il 50 % delle spese sostenute per i lavori, anche quelli di tipo amministrativo e progettuale, fino ad un massimo di 96.000 euro. Questo tipo di detrazione riguarda tutte le persone fisiche, non solo i proprietari di casa ma anche gli inquilini che decidono di sostituire i loro impianti di riscaldamento invernale e prendersi a carico tutte le spese. inoltre questi bonus riguardano anche le aziende e tutti gli edifici già esistenti e dotati di un proprio impianto di riscaldamento.

Un altro tipo detrazione fiscale è quella del 65% che riguarda gli interventi di efficienza energetica. Si tratta di tutti quei condizionatori utilizzabili sia d'estate che d'inverno, in sostituzione agli impianti di riscaldamento invernale preesistenti, a patto che siano ad alta efficienza energetica. Questo tipo di ecobonus del 65% è stato prorogato dal governo per tutti i lavori realizzati fino al 31 dicembre 2017. Questo bonus fiscale consiste in una detrazione dall’Irpef o dall'Ires, ed è ripartita in rate di 10 anni, su una spesa massima di 100.000 euro. Potranno fruire di questo ecobonus tutte le persone fisiche e le aziende che decidono di compiere un intervento di riqualificazione energetica su un immobile. Tuttavia gli sgravi fiscali per le ristrutturazioni e per gli interventi di efficienza energetica non sono cumulabili tra di loro.
Un altro bonus fiscale di ci si può godere è il bonus mobili. Si tratta di una detrazione fiscale del 50%, che riguarda tutti quegli interventi effettuati come lavori di ristrutturazione entro il 31 dicembre 2017, con un costo massimo di 10.000 euro. Questo tipo di sgravio fiscale interessa tutti coloro i quali hanno sostenuto delle spese per gli arredi della propria casa con l'acquisto di grandi elettrodomestici e per tutte quelle apparecchiature elettroniche che fanno parte dell'ambio dell'efficienza energetica. E' necessario, inoltre, che i condizionatori d'aria installati appartengano ad una classe energetica A+ oppure superiore. Anche in questo caso la detrazione è ripartita in 10 anni e il costo massimo previsto per ogni edificio interessato è i 10.000 euro. I condizionatori a pompa di calore, tuttavia, consumano più energia elettrica rispetto ad altri tipi di riscaldamento; per questo motivo esiste una speciale tariffa agevolata D1, che riguarda tutti coloro i quali utilizzano il condizionatore a pompa di calore come unico sistema di riscaldamento invernale. La tariffa D1 stabilisce che ogni kWh che viene consumato abbia sempre lo stesso costo, a prescindere dal volume di consumo annuo. Questo tipo di tariffa agevolata permette di risparmiare sulle bollette e riguarda i proprietari della prima casa e tutti titolari di utenze domestiche che sono in possesso di un contatore elettronico telegestito. Infine tutti i possessori di un condizionatore godono dell'aliquota Iva agevolata al 10%. Questa agevolazione però non si applica sul costo totale di uno o più condizionatori ma si basa sulla differenza tra il valore complessivo dei servizi di installazione condizionatori e il costo dei condizionatori stessi.


  • installazione condizionatori
  • bonus fiscali condizionatori

Potrebbe interessarti anche

Condizionatori
La sicurezza in casa aumenta con la domotica e gli allarmi antifurto

Ad oggi, l'innovazione tecnologica punta a facilitare il nostro modo di vivere la quotidianità, partendo dagli aspetti più banali fino ad arrivare a quelli più complessi. Negli ultimi anni l'informatica si è posta l'obiettivo di migliorare la qualità della vita degli uomini, investendo moltissime risorse su una branca in particolare, nota con il nome di domotica. Questa ha come fine quello di...

Condizionatori
Come sfruttare la produzione di energia rinnovabile in casa

Negli ultimi anni lo sfruttamento e la produzione di energia rinnovabile, a basso impatto ambientale, ha fatto passi da gigante. Oggi è possibile per una famiglia, o anche per un'azienda, riuscire a produrre tutta l'energia necessaria nel quotidiano utilizzando un impianto fotovoltaico, evitando quindi di utilizzare impianti a combustibili fossili. Si tratta di una scelta che sicuramente permette,...

Condizionatori
Climatizzare un ambiente a Salerno

Che il clima negli ultimi anni stia profondamente cambiando è un dato certo. Estati sempre più calde ed inverni sempre più freddi stanno caratterizzando l'andare delle stagioni. É possibile che in un futuro non lontano le cose possano ancora cambiare ed è importante non lasciarsi cogliere impreparati. Chi infatti abita a Salerno è abituato a temperature miti, ma con i picchi stagionali che si...