Sei già cliente?

Gestisci i tuoi servizi nell'area dedicata di Italiaonline.

accedi all'area clienti

Vuoi trovare
nuovi clienti?

Scopri come inserire la tua attività
su PagineGialle Casa!
CONTATTI: NUMERO VERDE 800-011411
info@italiaonline.it

Accedi con le tue credenziali

MAGAZINE

chiedi preventivo

Cos'è e quando serve il computo metrico estimativo?

Il computo metrico estimativo viene compilato per definire il costo di costruzione di un'opera edilizia. Scopri tutti i dettagli: come si compila, chi lo usa e perché è importante farlo.

Computo metrico estimativo
Chiedi un preventivo per RIPARAZIONI CASA richiedi un preventivo gratis

Se hai intenzione di costruire o ristrutturare un immobile, c’è un documento che devi assolutamente richiedere all’impresa che eseguirà i lavori, ovvero il computo metrico estimativo che consente di avere una corretta stima dei costi.

Pertanto deve riportare con precisione tutte le opere che devono essere fatte con tanto di misure e relativi prezzi e deve essere richiesto ed emesso in fase di preventivazione.

Computo metrico estimativo per la ristrutturazione

Il computo metrico estimativo per la ristrutturazione di un immobile deve contenere nel dettaglio:

  • La suddivisione per categoria dei lavori (es. movimento terra, impianto elettrico)
  • La descrizione di ogni singola opera
  • Le misure e le quantità (es. metri quadrati del pavimento, il numero delle finestre)
  • Il prezzo unitario rapportato all’unità di misura della singola lavorazione
  • Il prezzo complessivo, compreso di IVA ed eventuali costi

Tra le categorie che di base deve contenere il computo metrico per la ristrutturazione ci sono:

  • Le demolizioni
  • Le opere edili
  • Gli impianti
  • Le finiture

Inoltre, il documento può anche contenere:

  • I costi di installazione del cantiere
  • Gli eventuali costi di occupazione del suolo pubblico, se la casa non dispone di uno spazio proprio dove è possibile caricare e scaricare i materiali
  • I costi burocratici

Differenza tra computo metrico estimativo e computo metrico

Esistono due tipologie di computo metrico, quello estimativo e quello non estimativo. Quest’ultimo in pratica è un documento del tutto simile al computo metrico estimativo, senza però l’indicazione dei prezzi.

Serve a determinare la quantità dei lavori previsti dal progetto e deve essere compilato prima del computo metrico estimativo in modo da associare le singole opere al relativo prezzo. Il computo metrico non estimativo è un documento fatto in maniera tale da permettere la trascrizione di tutte le misure delle lavorazioni previste dal progetto: lunghezza, larghezza, altezza e peso.

Come si fa ad avere un computo metrico estimativo

Per avere il computo metrico estimativo la soluzione migliore è rivolgersi a un tecnico (un architetto, un geometra o un ingegnere) in grado di compilare il documento senza però l’indicazione dei prezzi. In questo modo potrai sottoporlo a più imprese e avere diversi preventivi da confrontare. Pertanto è consigliabile che affidarsi a un professionista esterno per avere un computo metrico estimativo il più possibile imparziale.

Se ti rivolgi a un tecnico, devi sapere che la stesura del computo metrico senza prezzi ti può costare circa il 2% della spesa prevista per i lavori.

Ad esempio, se la ristrutturazione ti costerà 80.000 euro, per il computo metrico estimativo spenderai all’incirca 1.600 euro. Per trovare il professionista che può fare al caso tuo, puoi affidarti al sistema di richiesta preventivo di PG Casa e richiedere un preventivo in modo facile e veloce. 

Avere un computo metrico estimativo fatto con precisione, può aiutarti a non avere sorprese alla fine dei lavori, soprattutto in termini di spese sostenute.

preventivo

Scegli uno dei nostri migliori professionisti! Richiedi un preventivo gratis a RIPARAZIONI CASA

invia la tua richiesta gratis ricevi fino a 5 preventivi scegli il preventivo migliore

CHIEDI ORA