Sei già cliente?

Gestisci i tuoi servizi nell'area dedicata di Italiaonline.

accedi all'area clienti

Vuoi trovare
nuovi clienti?

Scopri come inserire la tua attività
su PagineGialle Casa!
CONTATTI: NUMERO VERDE 800-011411
info@italiaonline.it

Accedi con le tue credenziali

MAGAZINE

chiedi preventivo

Eolico domestico: come funziona e quanto costa

L'eolico domestico è un'alternativa interessante al fotovoltaico per chi abita in zone sufficientemente ventilate. Ecco come funziona e quanto costa.

Eolico domestico: come
Chiedi un preventivo per RISPARMIO ENERGETICO E FOTOVOLTAICO richiedi un preventivo gratis

L’uso dell’energia solare ed energie alternative come l’eolico è una scelta sempre più frequente delle famiglie perché consente di auto-produrre energia in modo eco-compatibile e risparmiare sulla bolletta. Se fino a qualche anno fa la preferenza era per il fotovoltaico, oggi sono in molti a puntare sull’eolico domestico per sfruttare il vento; la preferenza per questa fonte è data dal fatto che permette di produrre anche di notte.

L’uso di energie alternative consente di ridurre l’uso di combustibili fossili e di conseguenza riduce anche le emissioni inquinanti, ecco perché si tratta di una scelta volta ad aiutare l’ambiente. Prima di procedere all’installazione di sistemi eolici domestici è bene chiedere il parere di un esperto in energie rinnovabili,  in  in quanto è necessario che si tratti di zone particolarmente ventilate, anche se non occorre un forza elevata del vento.

Che cosa si intende per eolico domestico?

L’eolico domestico, chiamato anche mini eolico o microeolico, è costituito da una turbina eolica di piccole dimensioni, adatta a soddisfare il fabbisogno energetico familiare. Proprio come le classiche turbine eoliche che possiamo incontrare in varie zone del nostro Paese, anche le pale eoliche domestiche sfruttano l’energia cinetica del vento trasformandola dapprima in energia meccanica, che fa girare le pale, e convertendo successivamente quest’ultima in energia elettrica, grazie alla presenza di un generatore eolico. Gli impianti di mini eolico domestico possono essere di due tipi:

– ad asse verticale: meno ingombranti, più facili da installare e in grado di seguire la direzione del vento, ma meno potenti;

– ad asse orizzontale: con una resa aerodinamica maggiore e in grado di produrre una maggiore quantità di energia rispetto a quello verticale.

I kit per l’eolico domestico possono essere acquistati facilmente anche on line e installati in maniera molto semplice nelle aree esterne della casa, come per esempio sul balcone, sul tetto o in giardino. È importante, però, valutare attentamente la ventosità dell’area in cui si trova l’abitazione, anche seguendo le mappe dell’Atlante Eolico d’Italia disponibile on line, e considerare che, per una maggiore efficienza, è consigliabile installare l’impianto o sul tetto o, se in giardino, a un’altezza superiore ai 5 metri da terra, per far sì che non vi siano elementi di ostacolo al vento.

Dove installare un impianto eolico domestico?

La prima cosa da valutare è il posto dove installare un sistema di produzione di energie alternative come l’impianto eolico. Vi sono tre possibili soluzioni: il balcone, il tetto, il giardino. Il balcone nella maggior parte dei casi è protetto dalla stessa abitazione, ciò vuol dire che un impianto ivi posizionato assicura una produzione di energia non elevata e dovrà essere preferito un impianto ad asse verticale. Solitamente riesce a produrre 1 KW però grazie all’asse verticale è capace di captare anche il vento a mini velocità 0,5 m/sec.

Il tetto consente una maggiore produzione di energia da 1kW a 3kW. Questo consente di produrre l’energia necessaria anche all’intera abitazione che quindi, grazie anche all’energia solare e altre energie alternative, ricordiamo che le pale possono essere installate anche in concomitanza a pannelli fotovoltaici, sarà autosufficiente. Infine, è possibile installare l’impianto eolico in giardino, in questo caso si possono montare aerogeneratori da 5kW e di conseguenza vendere la produzione in eccesso rispetto agli usi.

Eolico domestico: che differenza c’è tra orizzontale e verticale?

Si è parlato di impianto ad asse verticale e orizzontale, ma cosa vuol dire? Gli impianti ad asse verticale si sviluppano verso l’alto, sono in grado di captare vento e trasformalo in energia anche se questo è solo una leggera brezza marina ed è un sistema poco rumoroso, proprio per questo sono indicati per gli impianti eolici domestici.

Gli impianti ad asse orizzontale sono utilizzati soprattutto dalle imprese, si sviluppano in orizzontale e sono particolarmente adatti ad essere montati in aree libere, dove il vento non incontra particolari ostacoli, come appunto uno spazio ampio e aperto o un tetto. Sono realizzati secondo due sistemi: upwind e downwind in base a come sono posizionate le eliche e quindi alla modalità in cui captano vento per poi trasformarlo in energia, la scelta tra questi due sistemi deve essere fatta tenendo in considerazione le caratteristiche del posto in cui si installa.

Quanto costa un impianto eolico domestico?

Prima di affrontare la scelta di produrre energia solare o con altre fonti alternative è bene valutare i costi. Un impianto micro-eolico installato da un professionista, ma è bene evitare di farlo montare da un dilettante, può costare dai 3.000 ai 5.000 euro. L’impianto eolico può essere abbinato anche ad un fotovoltaico, ovviamente i costi crescono, ma cresce anche la produzione e la possibilità di rivendere energia. L’eolico domestico rispetto al fotovoltaico ha un vantaggio, infatti se ci si trova in zone particolarmente esposte al vento vi è una produzione costante: giorno e notte. Il solare assicura una produzione ottimale solo nelle ore diurne e nei giorni in cui il cielo è coperto da nuvole la produzione cala vistosamente, se a questo si aggiunge il numero scarso di ore di sole nella stagione autunnale e invernale, ci si rende conto che in zone ventilate può essere più opportuna la scelta dell’eolico in modo da avere produzione maggiore e coprire anche il riscaldamento di casa.

Eolico fai da te: come funziona e quando conviene?

Si può risparmiare sul costo di installazione di energia solare ed energie alternative comprando il kit per l’eolico domestico da montare da soli, ma occorre comunque avere buona dimestichezza con l’elettronica per avere successo nell’operazione. La produzione dei kit domestici è ridotta, infatti sono impianti che non vanno oltre i 0,5kW. L’eolico domestico ha il vantaggio di richiedere poca manutenzione e la durata di un impianto è di circa 25 anni. Allo stesso tempo offre la possibilità di beneficiare degli incentivi fiscali riconosciuti per i lavori volti a migliorare la classe energetica dell’immobile. Questo vuol dire che i costi di installazione possono essere nel tempo recuperati.

preventivo

Scegli uno dei nostri migliori professionisti! Richiedi un preventivo gratis a RISPARMIO ENERGETICO E FOTOVOLTAICO

invia la tua richiesta gratis ricevi fino a 5 preventivi scegli il preventivo migliore

CHIEDI ORA