MAGAZINE
Logo Magazine

Maniglie per le finestre: come scegliere quella giusta

Non è un'operazione da sottovalutare la sostituzione delle maniglie delle finestre. Troverai in questo breve articolo tutte le tipologie presenti sul mercato

Chiedi un preventivo per
sostituzione infissi
richiedi un preventivo gratis

Se avete deciso di cambiare le finestre o le porte della vostra casa o semplicemente di svecchiarle sostituendo le maniglie esistenti, ecco che vi si presenta una scelta tutt’altro che banale e scontata. Non è soltanto una questione di funzionalità, che indubbiamente ha il suo peso in quanto non esiste finestra peggiore di una finestra scomoda da usare, ma è soprattutto una questione di gusto e di estetica. Scegliere la maniglia sbagliata per una finestra è il modo migliore per ottenere, del tutto involontariamente (si spera), quell’effetto comunemente chiamato ‘pugno in un occhio’. Provate adesso a moltiplicare l’effetto per il numero delle finestre che avete in casa. Certo, ci sono le tende, ma basta un colpo di vento a svelare quello che sembrerà ai vostri occhi e a quelli dei vostri sventurati ospiti, non una fine armonia di dettagli visivi ma una cacofonia degna di uno strumento scordato, caratterizzato per giunta da ripetute e ostinate note. 

Scegliere la giusta maniglia per la finestra: l’effetto estetico

Prima di addentrarci nelle mare magnum di scelte possibili che il mercato offre per quanto riguarda le maniglie delle finestre, è bene avere qualche consiglio di massima da tenere a mente. Quando si sceglie una maniglia per le proprie finestre, i dettagli diventano fondamentali e occorre innanzitutto prestare cura e attenzione all’effetto estetico generale che le maniglie susciteranno all’interno della vostra casa. Le maniglie per finestra, tutt’altro che superflui elementi d’arredo, devono armonizzarsi con lo stile della casa, la combinazione data dal colore dei vostri mobili e l’aspetto dei vari ambienti. Come sono le maniglie delle porte? Non mescolate stili troppo diversi tra loro, pena l’effetto ‘pugno in un occhio’. Se la vostra casa ha uno stile classico o moderno, effettuate una scelta che sia in linea con esso. Alcuni membri della vostra famiglia hanno allergie? Evitate le finiture in nichel, spesso contenuto nell’acciaio inox, uno dei materiali più comuni con i quali si realizzano le maniglie per finestra. Se proprio non riuscite a raccapezzarvi o temete di fare una scelta sbagliata fatevi consigliare da chi le produce o le vende: nella stragrande maggioranza dei casi una finestra è commercializzata di default o con una maniglia specifica o con una serie di opzioni, tutte accettabili, che vi aiuteranno nella scelta limitando il ventaglio delle possibilità esistenti.  

Scegliere la giusta maniglia per la finestra: l’effetto pratico

Funzionalità, praticità e maneggevolezza. Questi i tre fattori, oltre a quello estetico, che una maniglia per finestra deve possedere. L’impugnatura deve essere sicura e confortevole. Per non sbagliare, valutate maniglie adatte a qualsiasi tipo di mano, quindi non troppo piccole e non troppo larghe. Considerate che le finestre dovete aprirle per tutta la vita, in tutta comodità.  

Le maniglie per finestra: materiali e finiture più comuni

Le maniglie per le finestre sono oggi disponibili in una vasta gamma di finiture diverse: satinate, opache, cromate o lucide. I materiali più comuni con i quali le maniglie per finestra sono realizzate sono invece bronzo, ottone, alluminio e acciaio inox.

Scegliere maniglie per finestra in bronzo

I vantaggi del bronzo sono quelli di essere un metallo (rame+stagno) estremamente robusto e di avere un’alta resistenza alla corrosione e dunque di durare a lungo nel tempo, acquistando valore con esso. Questo metallo si presta a infinite lavorazioni, che gli permettono di assumere infinite sfumature di colore e di aumentare allo stesso tempo le sue intrinseche proprietà antibatteriche, per via della sua componente di rame, e dunque autopulenti.

Scegliere maniglie per finestra in ottone

Ancora più classico del bronzo, l’ottone (rame+zinco) risulta anche il più delicato tra i materiali utilizzati per creare maniglie per le finestre. La percentuale di zinco in esso contenuta, varia grandemente il suo colore, la sua duttilità e la sua resistenza all’abrasione e alla corrosione. Per questo si dice che l’ottone è un materiale estremamente sensibile, al quale va dedicata una particolare cura per farlo durare nel tempo. Per questo viene usato esclusivamente per maniglie di interni. La presenza del rame, infine, lo rende altamente antibatterico, tanto quanto il bronzo.

Scegliere maniglie in alluminio

L’alluminio, ampiamente disponibile in natura, è invece un metallo molto leggero e resistente, ideale per realizzare maniglie per finestra estremamente moderne, lineari ed essenziali, dal design minimalista. Il suo colore argentato dai riflessi brillanti l’hanno reso molto famoso nel campo degli infissi dagli anni Ottanta in poi. Gli altri vantaggi di scegliere maniglie per finestra in alluminio stanno nello scarso bisogno di cure di cui ha bisogno, dunque molto facile da pulire. La patina vissuta che lo ricopre con il passare del tempo è spesso molto apprezzata da chi l’ha scelto come materiale per le proprie maniglie. Infine, non è da sottovalutare la sua elevata riciclabilità, che lo rendono anche altamente sostenibile per l’ambiente

Scegliere maniglie in acciaio inox

Questo materiale (acciaio+nichel+cromo) rappresenta di certo il non plus ultra per la resistenza alla corrosione, all’usura del tempo, alle ammaccature e ai graffi. Estremamente facile da mantenere e da pulire, robusto e solido, possiede inoltre importanti proprietà antibatteriche. Occhio però alle allergie, in quanto la lega di cui è costituito può contenere tracce di nichel.

La giusta maniglia per la finestra: le tipologie 

Tutte le maniglie per finestra sono vendute singolarmente e possono essere di tre tipologie differenti:

  • le cremonesi. Le più classiche e tradizionali, munite di placca lunga e impugnatura a T o a farfalla. Sotto alla placca è custodito il meccanismo che permette di far scorrere i perni e dunque la chiudere l’infisso. Esistono diversi movimenti per il meccanismo interno, in genere chiamati giochi;
  • le martelline. Il meccanismo di chiusura è celato da una rosetta (in genere tonda o ovale), mentre l’impugnatura scende verso il basso, montata sempre verticalmente, e somiglia proprio a un martello; 
  • le dry-keep (DK). A differenza delle martelline, anche se l’aspetto è uguale, vengono montate anche orizzontalmente in quanto il meccanismo interno permette di aprire anche finestre a ribalta o a vasistas.

Non ti resta che richiedere un preventivo a un professionista della tua zona e trovare la migliore soluzione per i tuoi ambienti.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a sostituzione infissi
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE
Accedi con le tue credenziali