MAGAZINE
Logo Magazine

Bonus prima casa: ancora sospese le scadenze

Chi vuole acquistare la prima casa ha tempo fino al 31 dicembre 2021 per adempiere a tutte le procedure necessarie per avere il bonus: ecco la novità

09-03-2021
Chiedi un preventivo per
notai

Il Decreto Milleproroghe sospende diverse scadenze importanti per i contribuenti italiani e tra queste ci sono anche quelle relative al Bonus Prima Casa. Parliamo di una serie di aiuti che permettono ai consumatori di comprare la casa in cui avranno la residenza. L’obiettivo della proroga è aiutare gli italiani, privati e aziende, ancora fortemente colpiti dalla crisi legata al Covid-19. Ma in cosa consiste l’agevolazione e qual è il testo in cui viene indicata la proroga della scadenza? Facciamo chiarezza.

Cos’è il Bonus Casa?

Quando si parla di Bonus Casa si fa riferimento a un insieme di agevolazioni che riguardano i proprietari dell’abitazione in cui prenderanno la residenza. Nello specifico si intende l’abbassamento dell’IVA sul prezzo dell’immobile da 40% al 4% nel caso in cui l’immobile sia acquistata direttamente dalla ditta costruttrice.

Inoltre, c’è un taglio dell’imposta di registro al 2% e il credito di imposta per chi vende una casa e ne riacquista una nuova entro 12 mesi, quindi ha già pagato le imposte precedentemente. L’Agenzia delle Entrate ha chiarito che l’agevolazione si può usare sotto forma di detrazione quando si presenta la dichiarazione dei redditi l’anno successivo. Il Governo ha modificato il termine per richiedere le agevolazioni.

Proroga scadenza Bonus Prima Casa: le novità

Nel Decreto Liquidità del 2020 venivano fissate al 31 dicembre 2020 le scadenze per accedere ai Bonus Prima Casa. Ora, con il Milleproroghe ha prorogato di un anno tali appuntamenti fiscali: oggi è possibile accedervi fino al 31 dicembre 2021. Ci significa che si ha tutto il tempo necessario, almeno fino a quest’anno, per eseguire gli adempimenti necessari per ottenere l’agevolazione per la prima casa.

Ecco cosa si legge nell’emendamento:

“I termini previsti dalla nota II-bis all’articolo 1 della Tariffa parte prima, allegata al testo unico delle disposizioni concernenti l’imposta di registro, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 26 aprile 1986, n. 131, nonché il termine previsto dall’articolo 7 della legge 23 dicembre 1998, n. 448, ai fini del riconoscimento del credito d’imposta per il riacquisto della prima casa, sono sospesi nel periodo compreso tra il 23 febbraio 2020 e il 31 dicembre 2021.

Con questo provvedimento si tiene dunque conto delle difficoltà legate ai traslochi durante la pandemia e in generale al settore delle compravendite immobiliari, danneggiato dal Covid-19. Nel frattempo, i contribuenti dovranno comunque tenere conto di altri appuntamenti: le scadenze fiscali di marzo 2021 legate agli immobili sono diverse ed è necessario attenersi alle data di riferimento per evitare sanzioni o more.

Chi desidera acquistare una nuova casa è quindi invitato a contattare un esperto per ottenere il massimo delle agevolazioni disponibili: c’è tutto l’anno a disposizione.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a notai
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE
Accedi con le tue credenziali