MAGAZINE
Logo Magazine

A chi affidarsi per ristrutturare casa: architetto o geometra?

Devi ristrutturare casa e non sai a quale professionista rivolgerti? Per capire se scegliere un architetto o un geometra puoi leggere questa breve guida

Chiedi un preventivo per
ristrutturazione case
richiedi un preventivo gratis

Stai pensando di ristrutturare la tua casa, o quella dei nonni? Hai acquistato una casa in campagna e vuoi modernizzarla per trasformarla nel tuo nido? Affrontare un’opera di ritrutturazione può essere molto avvincente e appassionante, ma è necessario scegliere il giusto professionista, che ti affianchi lungo le diverse fasi e sappia consigliarti sui migliori passaggi, fornitori, nonché sulla normativa vigente per non incorrere in errori.

L’architetto o il geometra sono le due figure professionali a cui di solito ci si può affidare per intraprendere una ristrutturazione. Ecco la guida di PG Casa per scegliere il professionista che fa al caso tuo e come trarre il massimo dalla sua consulenza!

Achitetto o geometra? Competenze a confronto

Innanzittutto è bene fare un’importante distinzione: se entrambi, architetto e geometra si occupano di elaborare progetti di ristrutturazione, il primo è specializzato nella modifica e soprattutto certifica dei lavori quando si prevede di intervenire su strutture portanti, in alternativa il geometra è una figura ugualmente valida. 

In passato le due figure erano nettamente distinte, con una formazione più rivolta al design da parte dell’architetto e un approccio più pratico da parte del geometra, con conoscenze più spiccatamente burocratiche ed amministrative. 

Oggi i due ruoli per certi versi si sovrappongono: entrambi sono chiamati a firmare la documentazione di inizio lavori (DIA), così come i vari elaborati e certificazioni di strutture installate e modifiche, come l’installazione di scale, colonne, caminetti, muretti, l’abbattimento di pareti e, di particolare interesse in questo periodo, l’aggiornamento della certificazione energetica. A loro volta queste figure si avvalgono spesso di figure prettamente tecniche che si occupano di organizzare il lavoro di progettazione. È qui che entrano in gioco, quando necessario, gli ingegneri: a tutti gli effetti, ristrutturare una casa non è un lavoro così semplice da banalizzare e per certe operazioni un tecnico specialista assume le responsabilità dei calcoli necessari agli interventi più sensibili, nonchè potenzialmente pericolosi se effettuati con leggerezza.

Il ruolo dell’architetto e del geometra in una ristrutturazione

A livello generale è necessario che il professionista sia un esperto delle pratiche edilizie e delle loro leggi, oltre ad avere una buona esperienza sul campo della resa dei materiali, del funzionamento degli impianti, della portata delle strutture, di architettura e perfino di design degli interni, per prevedere gli spazi adeguati e gestire la progressione dei lavori tenendo conto del risultato finale. 

Sia l’architetto sia il geometra dovranno essere disponibili ad affiancarvi e guidarvi nelle varie fasi, a partire dalla prima, quella della progettazione: un primo passaggio è quello che prevede di definire le richieste del cliente, le esigenze e la situazione di partenza dell’immobile da ristrutturare. In questa fase puramente teorica si individuano le eventuali pratiche urbanistiche, strutturali e impiantistiche da sbrigare per poter procedere con i lavori di ristrutturazione. Una volta pronti a partire, il professionista si occuperà della  direzione dei lavori, la seconda fase in cui si entra nel vivo della ristrutturazione e del progetto. Si tratterà di essere presente e vigilare che i lavori progrediscano secondo i progetto iniziale, intervenendo a risolvere qualsiasi possibile problematica, garantendo al cliente il disbrigo delle pratiche, la comunicazione con i fornitori, il coordinamento degli operatori al lavoro e possibilmente un risparmio di tempo e denaro.

Quanto costa affidare la ristrutturazione ad un architetto o a un geometra?

A proposito di fattore economico, ingaggiare un geometra piuttosto che un architetto può essere anche una questione di soldi. Sebbene non sia consigliabile risparmiare sulla sicurezza, certamente un valido professionista dovrebbe essere molto trasparente su cosa sia sua competenza e cosa no, ed eventualmente richiedere il coinvolgimento di un ulteriore figura se necessaria per alcune operazioni.

In generale, la parcella di un geometra per la ristrutturazione di una casa è difficilmente calcolata a ore, ma viene emessa in seguito ad un preventivo, che viene proposto al cliente. Il costo può variare da un fisso per opere minori (si va dalle 400 euro di una pratica catastale, alle 500 euro per una progettazione energetica o per la gestione dei lavori) ad un calcolo in percentuale in caso di opere di una maggiore portata.

Consideriamo invece la parcella di un architetto nel caso di un progetto di ristrutturazione di una casa con interventi specifici di interior design: il professionista viene coinvolto per procedere alla progettazione degli ambienti, alla selezione degli arredi, dei materiali da rivestimento, degli infissi etc. In questo caso il costo della consulenza potrà aggirarsi intorno ad una percentuale del 3/4% sul costo dell’opera, oppure attenersi ad un prezzo variabile a seconda dell’architetto in questione, dalla sua fama e dal suo prestigio sul mercato. Il nostro consiglio è quello di consultare più di un professionista e richiedere una serie di preventivi prima di scegliere quello più adatto a cui affidare il nostro progetto di ristrutturazione.

Richiedi un preventivo gratuito su PG Casa.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a ristrutturazione case
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE
Accedi con le tue credenziali