MAGAZINE
Logo Magazine

Superbonus 110% semplificato: tutte le novità

Richiedere il Superbonus 110% sarà più facile: il Governo lavora alla procedura semplificata, senza burocrazia. Ecco come funziona

27-07-2021
Chiedi un preventivo per
ristrutturazioni

Il Superbonus 110% è la maxi-agevolazione pensata per incentivare le ristrutturazioni e l’efficientamento energetico di edifici e abitazioni. Purtroppo, ad oggi – nonostante sia già stata richiesta da tanti italiani – non ha raggiunto gli obiettivi prefissati: ad aprile 2021 sono state inoltrate poco più di 12.700 domande, 10% da condomini e 90% da case indipendenti.  Molti evitano di imbarcarsi nella procedura complessa e decidono di non richiedere l’incentivo perchè la burocrazia è tanta e i tempi d’attesa lunghi. Per questo motivo si è deciso di semplificarlo. La conversione del Decreto Legge Semplificazioni è stata approvata il 23 luglio dalla Camera dei Deputati. L’obiettivo è rendere accessibile il bonus grazie ad un modello unico valido in tutta Italia, ovvero la Comunicazione di inizio lavori asseverata (Cila).

Superbonus 110% semplificato grazie alla CILA

Il Ministero della Pubblica Amministrazione in collaborazione con gli enti locali, l’Ance e la Rete delle professioni tecniche sta lavorando a un modulo unico, valido in tutti i Comuni italiani, che servirà per iniziare i lavori e avere il Superbonus 110%. Il documento verrà terminato e presentato entro la fine di luglio alla Conferenza unificata. Inoltre, se il DDL passerà al Senato (sempre entro il 30 luglio) allora la procedura del Superbonus 110% sarà finalmente più facile da affrontare per i tanti italiani interessati a ristrutturare casa.

Infatti, basterà consegnare la CILA al Comune in cui è ubicato l’immobile, a cui bisognerà aggiungere l’asseverazione tecnica. Tutti gli interventi trainanti e trainati saranno inclusi nella nuova procedura ad esclusione degli edifici da demolire e ricostruire da zero.

Superbonus 110% semplificato: caratteristiche della CILA

La CILA conterrà tutti i dati del richiedente, le informazioni relative al permesso di costruire o altro provvedimento che legittima l’esistenza dell’immobile. Per gli immobili più datati per i quali è difficile avere tutte le documentazioni, sarà sufficiente comunicare che sono stati costruiti prima del 1° settembre 1967.

LA CILA viene inserita nel Testo Unico dell’Edilizia nel 2010 e permette di iniziare interventi edilizia senza dover obbligatoriamente presentare il titolo abitativo, documento realizzato da un tecnico e comunicato all’Ufficio Tecnico del Comune.

Quindi la procedura viene semplificata in modo importante e con questo passo si auspica che gli italiani inoltreranno le domande finora rimandate. Infatti, viene abolita l’attestazione di stato legittimo dell’immobile che richiedeva tempi d’attesa lunghissimi (una media di 3 mesi solo per la verifica di abitazioni e documenti) ed era molto costosa. Eliminare questa procedura equivale a risparmiare circa 110 milioni di euro di soldi pubblici. L’obiettivo del Superbonus 110% è aumentare nel complesso gli edifici efficienti in Italia, più sostenibili e innovativi, e incrementare anche il numero di interventi antisismici. Oltre alla CILA, il Governo lavora anche alla semplificazione dei lavori di edilizia libera: non servirà più presentare l’agibilità, ma un modulo in cui si descrivono gli interventi previsti.

Insomma, presto ristrutturare casa a costo zero (o quasi) sarà ancora più facile grazie al Superbonus 110% semplificato. Quindi, chi finora ha rimandato gli interventi può subito contattare una ditta di ristrutturazioni per chiedere informazioni circa lavori e costi. Su Pagine Gialle Casa è possibile chiedere preventivi senza impegno alle ditte della propria zona.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a ristrutturazioni
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE