MAGAZINE
Logo Magazine

Bonus edilizi e certificazione SOA: calendario completo delle nuove scadenze

La normativa ha stabilito l'obbligo della certificazione SOA per alcuni lavori edili: vediamo tutte le scadenze da rispettare per ottenere gli incentivi

27-04-2023
Chiedi un preventivo per
ristrutturazione immobili

Gli incentivi fiscali nel settore edilizio hanno sempre rappresentato una grande opportunità per le imprese del settore. Tuttavia, per poter accedere a questi benefici, le imprese devono rispettare rigorosi standard di qualità e sicurezza, attestati dalla certificazione SOA.

Con l’evoluzione della normativa, il calendario delle procedure per ottenere i bonus edilizi e la certificazione SOA è stato inevitabilmente modificato. In questo articolo, approfondiamo tutte le nuove scadenze in relazione alla stipula del contratto, e tutto quello che c’è da sapere per ottenere gli incentivi richiesti.

Certificazione SOA: quando è obbligatoria?

Il DL Energia ha stabilito che, partire dal 1° gennaio 2023, è obbligatorio affidarsi ad aziende edili con attestazione SOA per i lavori di importo superiore a 516mila euro. Questo requisito è stato introdotto per far sì che le imprese qualificate siano le uniche ad eseguire gli interventi e rispettino tutte le norme in vigore.

L’attestazione SOA sarà necessaria per accedere non solo al Superbonus, ma anche ad altri bonus come il Bonus Ristrutturazione, l’Ecobonus o il Sismabonus. Non si applica ai cantieri in corso o ai contratti stipulati prima del 21 maggio 2022.

Attestazione SOA per i bonus edilizi: date e scadenze

Per poter richiedere le agevolazioni fiscali, dal 1° gennaio 2023 al 30 giugno 2023, l’esecuzione dei lavori deve essere affidata esclusivamente ad imprese edili che possiedono la certificazione SOA necessaria al momento della sottoscrizione del contratto di appalto o subappalto. In alternativa, le imprese possono dimostrare al committente o all’impresa subappaltante di aver stipulato un contratto per il rilascio della certificazione SOA al momento della firma del contratto di appalto o subappalto.

Invece, a partire dal 1º luglio 2023, sarà necessario affidare l’esecuzione dei lavori esclusivamente ad imprese edili già in possesso della certificazione SOA necessaria al momento della sottoscrizione del contratto di appalto o subappalto, al fine di usufruire delle agevolazioni fiscali.

Secondo una circolare, per i contratti conclusi prima del 21 maggio 2022 e per i lavori in corso alla medesima data, gli incentivi fiscali dovranno essere garantiti indipendentemente dalla presenza della certificazione SOA, anche per le spese sostenute dal 1º luglio 2023. Per i contratti stipulati a partire dal 21 maggio 2022, gli incentivi fiscali saranno concessi solo se le imprese edili abbiano acquisito la certificazione SOA o abbiano sottoscritto un contratto per il suo rilascio, sempre entro la stessa data. A partire dal 1º luglio 2023, invece, sarà necessario possedere la certificazione SOA per beneficiare degli incentivi fiscali per le spese sostenute.

Per poter beneficiare del Superbonus e delle relative agevolazioni fiscali, è fondamentale verificare l’importo totale della spesa e accertarsi di adempiere tutti i requisiti richiesti per poter richiedere il bonus. Uno dei primi passi da compiere è valutare la possibilità di contattare professionisti del settore per richiedere un preventivo personalizzato: su PagineGialle Casa puoi effettuare questo tipo di richiesta in modo semplice e veloce contattando i professionisti del settore della tua zona.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a ristrutturazione immobili
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE