pagine gialle casa

richiedi preventivo icon menu

magazine

Impianto parafulmine per una casa protetta

Scopriamo insieme l'utilità di un impianto parafulmine per quanto concerne la protezione dell'impianto elettrico della propria casa dalle scariche elettriche durante fenomeni atmosferici come i temporali

I parafulmini sono dei dispositivi innovativi e tecnologici ci fondamentale importanza per rendere più sicura la propria abitazione. Durante fenomeni atmosferici di particolare entità capita di trovarsi a prendere in considerazione l'installazione di un impianto parafulmine. Numerosi sono gli effetti positivi scaturiti dall'installazione di una simile tecnologia che sarebbe capace di proteggere i dispositivi elettrici presenti all'interno della propria abitazione. La potenza delle scariche elettriche emessa da un fulmine infatti, ha la rovinosa capacità di riuscire a danneggiare intere abitazioni, oltre a tutti gli elettrodomestici che al momento della scarica risultano essere connessi alla rete elettrica. Per evitare delle simili catastrofi occorre agire in anticipo, dotandosi appunto di impianti parafulmini. Gli Ampere scaricati in un millisecondo da un fulmine hanno un'intensità che varia tra i 5 mila e i 100 mila Ampere. In tanti, nel corso degli ultimi anni, hanno provveduto ad installare un impianto parafulmine che garantisse loro la giusta protezione.
Il parafulmine è uno strumento dalle origini antiche. Esso infatti venne inventato e costruito per la prima volta da Benjamin Franklin, noto fisico e studioso originario degli Stati Uniti d’America. Per poter arrivare alla costruzione di questo dispositivo, il fisico dovette studiare gli effetti del fulmine. Solo una volta che fu arrivato a capire che la maggior parte dei danni provocati da questo fenomeno atmosferico erano generati anche dal calore prodotto dalla scarica elettrica, iniziò a progettare il dispositivo. Egli scoprì che alcuni metalli, tra cui ad esempio l’oro, hanno il potere di attrarre il fulmine a sè. Scoprendo questo, lo scienziato arrivò a mettere in pratica una strategia che consentisse di catturare e scaricare a terra il fulmine, senza che l'ambiente circostante subisse alcun danno. Il primo parafulmine a venir utilizzato in maniera corretta ed efficiente sarà quello installato a Parigi. Quando si parla di parafulmine in genere si fa riferimento alla classica asta metallica che possiede sulla sommità un quantitativo di metallo nobile, ossia un particolare metallo ad alta conduttività elettrica. Il parafulmine viene collegato a terra mediante un cavo, attraverso il quale la scarica elettrica può essere tranquillamente dispersa nel terreno del lotto abitativo, senza causare danni. Il cavo in questione deve avere una sezione adeguata a supportare il carico elettrico nel momento in cui il fulmine si scaglia sul dispositivo, in modo da poter trasportare la corrente senza rimanere danneggiato a causa del calore.

È bene anche considerare che esistono diverse tipologie di parafulmini. La Gabbia di Faraday ad esempio consiste in una moltitudine di aste metalliche messe in parallelo e collegate tra di loro tramite cavi o conduttori in modo da poter avvolgere interamente l’edificio sul quale è installata. Sono anche da citare i parafulmini laser che vengono utilizzati prevalentemente per garantire una protezione adeguata alle centrali elettriche; grazie a questa tecnologia è possibile ionizzare l’aria con un laser ad infrarossi o in alternativa ad ultravioletti, avente una particolare lunghezza e frequenza d’onda. La progettazione di un impianto richiede naturalmente specifiche competenze che sono possedute da figure professionali quali ingegneri specializzati o periti elettrotecnici. Per poter installare un parafulmine è necessario conoscere e valutare in maniera approfondita il terreno sul quale le scariche verranno dissipate, andando ad analizzare la composizione mineraria e la presenza più o meno marcata d’acqua in modo da capire se vi possano essere ostacoli che impediscano all’impianto antifulmine di scaricare correttamente la corrente. In questo modo si andrà a costruire un dispersore avente le caratteristiche opportune e capace di poter fare il proprio lavoro in maniera corretta.
Come già detto, la sbarra o le trecce di cavi che compongono i parafulmini andranno montate sulla sommità di un qualsiasi edificio, devono essere necessariamente di acciaio e devono avere un diametro che può variare dai 20 ai 30 millimetri circa. È bene considerare però che il dimensionamento dell’impianto e dei relativi componenti deve essere fatto da un professionista in modo da assicurarsi il corretto funzionamento e scongiurare eventuali danni. L’installazione del dispositivo non è obbligatoria per tutti gli edifici, ma solamente per quelli dove vi è un’alta concentrazione di persone o individui (come le scuole o i centri commerciali) o in luoghi in cui vi è la presenza di sostanze che possono infiammarsi facilmente o addirittura esplodere. In fase progettuale viene anche presa in considerazione l’eventuale possibilità di non installare l’impianto, andando ad analizzare l’altezza dell’edificio sul quale verrà inserito il parafulmine e anche quelli limitrofi, la presenza di oggetti come antenne e tralici che trasportano la corrente.
  • Parafulmine
  • impianto parafulmine per proteggere casa

Potrebbe interessarti anche

Elettricisti
I quadri elettrici e di comando

In ogni abitazione è presente un quadro elettrico di piccole o medie dimensioni, questo dispositivo svolge una specifica funzione: alimentare i circuiti per le luci, gli interruttori, ecc. In commercio sono disponibili diversi modelli di quadri elettrici e di comando che presentano differenti funzioni e caratteristiche. In generale, il quadro elettrico domestico, presenta alcuni elementi...

Elettricisti
Impianti elettrici ed elettronici: come migliorare la vivibilità della casa in sicurezza

L'impianto elettrico casalingo è un fattore molto importante, in quanto da esso dipendono l'illuminazione e il funzionamento degli elettrodomestici. Vista l'integrazione tecnologica nelle unità abitative, è fondamentale informarsi debitamente e mettersi nelle condizioni di capire se un impianto elettrico è ben eseguito e scegliere quali possono essere le soluzioni più adatte alle proprie...

Elettricisti
Come progettare un impianto tv per il digitale terrestre

La progettazione e realizzazione di un impianto con antenna per il digitale terrestre deve essere fatta necessariamente seguendo un insieme di regole e consigli che possono essere utili al fine di evitare spiacevoli problematiche come la mancata ricezione del segnale in maniera ottimale con la conseguente impossibilità di poter usufruire in modo corretto della propria televisione. Infatti per fare...