Hai completato il 00% della tua richiesta
di preventivo

CONTINUA CON LA RICHIESTA CANCELLA RICHIESTA

Chiedi preventivi per

TERMOCONVETTORI E TERMOSIFONI

Dove ti serve il servizio?
Non ricordi il CAP?
CHIEDI PREVENTIVO
  • Invia la tua
    richiesta gratis

    Rispondi ad alcune brevi domande sul servizio che ti serve e lascia i dati per essere contattato
  • Ricevi fino a 5
    preventivi

    I nostri professionisti ti invieranno preventivi personalizzati nel più breve tempo possibile
  • Scegli il preventivo
    migliore

    Confronta preventivi, profili e recensioni, quindi assumi il professionista adatto a te

GUIDA UTILE

Termoconvettori e termosifoni: differenze, manutenzione e costi

I termoconvettori e termosifoni sono due dispositivi molto usati ma che hanno frequenza di manutenzione, costi energetici e caratteristiche diversi.

Termosifoni

Senza dubbio più conosciuti, i termosifoni (chiamati anche caloriferi) sono i radiatori usati tradizionalmente per riscaldare le mura domestiche. Sono realizzati in alluminio, ghisa e acciaio e vengono localizzati in punti strategici della casa da cui irradiare il calore. Il termosifone è collegato alla caldaia con un sistema di tubazioni. L’acqua riscaldata defluisce dalla caldaia al termosifone per poi riiniziare il ciclo, soddisfando la temperatura stabilita dal termostato.

Termoconvettori

Il termoconvettore ha ugualmente lo scopo di riscaldare la casa, ma sono presenti delle caratteristiche diverse, a partire dal sistema di riscaldamento. Se il termosifone usa il calore radiante, il termoconvettore usa il calore di convezione: aspira aria fredda per trasformarla in calda, così come l’acqua calda che passa attraverso un piccolissimo tubo per riscaldare l’ambiente in cui è posizionato. Si tratta di un sistema più versatile e veloce nel funzionamento, ma che comporta anche bollette più care.

Differenza tra termosifone e termoconvettore

Oltre al tipo di sistema di riscaldamento, infatti, ci sono altri punti di differenza. Un termosifone impiega più tempo a scaldare un ambiente, il termoconvettore una volta azionato con un semplice click inizia a lavorare immediatamente sparando aria calda dalla bocca al livello richiesto. Anche il formato cambia: i termosifoni sono standard, mentre il termoconvettore permette di giocare con misure e formati diversi, quindi possono esser spostati o installati in modo più versatile.

 

Il termoconvettore è molto più versatile perché dispone di 3 bottoni che permettono di stabilire la funzione: elettricità, acqua o gas da scegliere secondo i tuoi bisogni. Il termosifone invece, oltre ad attivarsi con più lentezza, ha un impiego che deriva dalla chiusura o apertura della valvola di alimentazione della caldaia. Inoltre, all’interno di un condominio, il termosifone non consente un uso indipendente, cosa invece possibile con il termoconvettore.

Manutenzione

Praticità fa rima con manutenzione a volte: il termoconvettore offre maggiore semplicità d’uso e minore manutenzione perché basta collegarlo all’elettricità per metterlo in funzione, per muoversi in modo totalmente autonomo senza l’intervento di alcun addetto. Diversamente con il suo competitor, che necessita oltre che del lavoro iniziale di installazione anche di manutenzione per spurgare l’aria. Si tratta di un’operazione ordinaria da assicurare in modo regolare prima dell’inverno su ogni valvola, per far sì che non si riscaldi solo in parte o addirittura vada in blocco.

Costo

La differenza tra termoconvettori e termosifoni sta anche nel costo. Guardando sul web, ti accorgerai che i primi sono disponibili in vari modelli a gas, elettrici o a acqua, ognuno con diverse potenza ed efficienza, facendo oscillare anche di molto il prezzo medio di vendita. È comunque possibile stabilire una media che parte dai 30 € per quelli più modesti di dimensione fino ad un massimo di 600 €. Il termosifone invece, se si parla di un modello tradizionale in alluminio con funzioni standard, comporta una spesa media di minimo 40 fino ai 300 €.

Meglio termosifone o termoconvettore?

A seconda dell’esigenza, puoi optare per l’uno o l’altro. In genere si predilige il termosifone che, pur avendo un sistema di avvio del riscaldamento non veloce come il termoconvettore, assicura un calore più omogeneo con costi in bolletta senza dubbio più contenuti. I modelli di convettori -soprattutto elettrici- infatti, comportano anche spese sostenute. Anche la dimensione della casa e la frequenza d’uso sono importati per stabilire quale sistema sia il migliore: se si tratta di un monolocale da voler riscaldare velocemente o una piccola casa di vacanza, il termoconvettore sarà meglio, se si tratta di un appartamento di residenza di medie o grandi dimensioni, la scelta ricadrà automaticamente sul riscaldamento tradizionale (e magari un termoconvettore da integrare in casi di bisogno).

Quali sono i costi del termoconvettore e del termosifone?

Guarda le tabelle di seguito per confrontare i costi di acquisto e di installazione del termosifone e del termoconvettore. Ricorda che le cifre possono oscillare secondo la regione e la ditta incaricata. Tramite la piattaforma di Pg Casa puoi chiedere più preventivi gratuiti e senza impegno per conoscere il tuo prezzo finale di intervento.

 

 

Modello di termoconvettore Costo medio d’acquisto
Termoconvettore radiante 500 W € 180 – € 220
Termoconvettore a secchio radiante ad infrarossi € 240 – € 250
Ventilatore ad acqua DC € 350 – € 400

 

 

Installazione  
Installazione del Termoconvettore a gas € 150 – € 450
Installazione del Termoconvettore elettrico € 60 – € 250

 

 

Modello di Termosifone  Costo medio d’acquisto
Termosifone in acciaio € 150 – € 250
Termosifone in ghisa € 200 – € 250
Termosifone in alluminio € 100 – € 200

 

Domande frequenti:

  • Che differenza c'è tra termosifone e termoconvettore?

    Entrambi servono per riscaldare casa, ma il termosifone usa un sistema radiante, il radiatore di convenzione. Una delle differenze sta poi nel costo: il termoconvettore ha costi maggiori in bolletta, ma offre più velocità di riscaldamento e meno manutenzione. La scelta dipende dalla frequenza d’uso ma soprattutto dalle dimensioni di riscaldare: il termosifone è più adatto per le case medie-grandi.

    Richiedi un Preventivo su PG Casa

  • Quanto costa cambiare i termoconvettori?

    Bisogna calcolare sia i costi d’acquisto del termoconvettore che il costo della manodopera. Per l’acquisto si parla di un costo medio di € 200 - € 300, per l’installazione dai € 60 agli oltre € 200, secondo il tipo.

  • Quanto consuma un termoconvettore al mese?

    Considerando un termoconvettore di qualità media con una potenza dai 1.000 ai 2.000 watt che permette una buona efficienza, si arriva ad una spesa media di circa € 60 - € 130 al mese (attivazione per 6 h al giorno).


Aziende consigliate da noi

Due P Impianti - Idraulica Condizionamento Riscaldamento

Due P Impianti svolge la propria attività a Milano. L’azienda è centro assistenza tecnica autorizzato E.L.M....

Chiedi preventivo
Riparazioni Casa Milano H24 - Idraulico Porta Romana

Idraulico Porta Romana Milano è una ditta di tecnici specializzati per interventi e riparazioni sugli impianti...

Chiedi preventivo
Guidi

La ditta Guidi si occupa con notevole esperienza dell’installazione di caldaie murari e a basamento. Si avvale...

Chiedi preventivo
Il Bagno di Colombo

A Boviso Masciago la ditta Il Bagno è specializzata in lavori di ristrutturazione in particolare per il bagno...

Chiedi preventivo
Termotecnica Monzese

La Termotecnica Monzese opera a Monza, dove vanta una grande esperienza nella manutenzione di impianti di...

Chiedi preventivo
Idrotherma Fdl Srl

IDROTHERMA FDL è a Cassano D'Adda (MI) dagli anni '80. Azienda di forte tradizione familiare che punta alla...

Chiedi preventivo
Impresa Edile Costruzioni Lidijar

Costruzioni Lidijar, affermata nel settore edile ormai da anni, si è specializzata in lavori sia interni, quali...

Chiedi preventivo