Hai completato il 00% della tua richiesta
di preventivo

CONTINUA CON LA RICHIESTA CANCELLA RICHIESTA

Chiedi preventivi per

RILIEVO CATASTALE

Dove ti serve il servizio?
Non ricordi il CAP?
CHIEDI PREVENTIVO
  • Invia la tua
    richiesta gratis

    Rispondi ad alcune brevi domande sul servizio che ti serve e lascia i dati per essere contattato
  • Ricevi fino a 5
    preventivi

    I nostri professionisti ti invieranno preventivi personalizzati nel più breve tempo possibile
  • Scegli il preventivo
    migliore

    Confronta preventivi, profili e recensioni, quindi assumi il professionista adatto a te

GUIDA UTILE

Rilievo catastale: quando richiederlo e quali sono i costi

Il rilievo catastale è una procedura di verifica delle dimensioni di un terreno che si ottiene grazie ad una consulenza di un perito quale geometra, ingegnere o architetto che può impiegare diversi strumenti di analisi.

Rilievo topografico

Il rilievo catastale è fattibile grazie al rilievo topografico, un servizio di misurazione specifico che risponde a varie esigenze. Il costo del rilievo topografico è spesso alto perché richiede una strumentazione innovativa complessa tra cui GPS e droni, ma sono varie le strumentazioni a disposizione. Il rilievo della topografia si richiede, oltre che per fini catastali, anche per altri motivi, quali eredità su un terreno o dispute di proprietà o ancora necessità di ristrutturare una casa o di porre rimedio ad un errore da parte del catasto. In linea più generale, si tratta di un servizio che serve a decretare le misure precise di un terreno, per poterne misurare i confini in modo univoco e legale.

Quando richiedere il rilievo catastale

Sono vari i motivi che possono spingere alla richiesta di un rilievo catastale, ad iniziare da un errore finito in archivio che deve essere modificato. Il catasto deve infatti per legge essere aggiornato con dati oggettivi e validi. Altro motivo può essere la necessità di ristrutturazione, costruzione di un edificio -o semplicemente per decretarne l’edificabilità. Anche dispute derivanti dalla divisione ereditaria, tra vicini e semplici privati sono alcune tra le richieste più comuni.  Tutti questi casi prevedono l’intervento di un esperto che procede alla rilevazione topografica.

Punti fiduciali

Parlando di rilievo catastale, è impossibile non tirare in ballo i punti fiduciali. Per avere dei parametri affidabili e decretare le misure, sono necessari dei punti di riferimento, che in gergo prendono il nome di punti fiduciali. Un punto fiduciale può essere definito tale se consultabile, oggettivo ed univoco. È una necessità che accomuna qualsiasi rilievo topografico, sia i rilievi catastali che ogni altra operazione che deve analizzare le dimensioni di un territorio, sia in scala che su cartina o mappa etc. Sono consultabili sui siti web ufficiali del territorio di riferimento, dove puoi scaricare i pdf della TAF, l’archivio dei punti territoriali aggiornati. Vi possono accedere gli esperti del settore, tra cui geometri ed architetti.

Rilievo diretto

Secondo l’esigenza, è possibile stabilire quale tipo di rilievo sia la soluzione migliore tra il rilievo diretto, il rilievo con scanner 3D e fotogrammetrico. Nel primo caso, si tratta della modalità più antica e che non tiene quindi conto degli strumenti innovativi che si dispongono oggi. Si procede così in modo preciso ma con tempi lunghi e faticosi. Si predilige questo metodo quando si tratta di strutture di piccole dimensioni.

Rilievo con scanner 3D

Il rilievo con laser scanner 3D è la seconda modalità impiegata e si è affacciata sul mercato circa una ventina d’anni fa, questo perché sfrutta la potenzialità dei più moderni sistemi di rilevazione tramite macchine specifiche create ad hoc. È in grado di velocizzare il lavoro umano e il processo di misurazione e raccolta dei dati, usa le penne laser, note in gergo con il nome di distanziometri. Servono a delimitare le coordinate spaziali dei punti cardine di un terreno o una struttura, per agevolare il lavoro di rappresentazione grafica e di calcolo.

Rilievo fotogrammetrico

Questo tipo di rilievo si pone a cavallo tra i due precedenti appena visti. Usa dispostivi in grado di automatizzare, almeno in parte, il lavoro di rilevamento. Il rilievo fotogrammetrico prende il nome dallo strumento di cui si serve, la fotografia stereoscopica, ossia una serie di scatti a sequenza che, seguendo particolari regole, sono capaci di trasporre l’oggetto in modalità tridimensionale.

A chi chiedere il rilievo catastale?

Ingegneri, geometri e architetti, queste sono le categorie dei professionisti grazie alle quali poter ottenere un rilievo catastale. L’ingegnere è un professionista la cui competenza va ben al di là della semplice rilevazione, non a caso spesso è inserito come figura responsabile di cantiere. L’architetto è un’altra figura che si occupa del lavoro e la cui professionalità può essere d’aiuto anche per intervenire su caratteristiche funzionali e di design della struttura. Infine, anche il geometra, tra i vari compiti, assolve quelli relativi alla documentazione, aiutandoti nella compilazione e nella consegna degli atti e documenti necessari, offrendo così sia il lavoro tecnico manuale che quello di tipo amministrativo.

Quali sono i costi del rilievo catastale?

Guarda la tabella di seguito per conoscere la media dei prezzi per la richiesta di un servizio di rilievo catastale. Si tratta di cifre indicative che possono oscillare secondo dimensioni della struttura e caratteristiche, per conoscere il prezzo preciso, grazie alla piattaforma di Pg Casa puoi ottenere più preventivi gratuiti e senza impegno.

 

Dettaglio Costo medio
Rilievo catastale 100-300 €
Rilievo topografico diretto 200-650 €
Rilievo topografico con fotogrammetria 250-700 €
Rilievo topografico con rilevazione al laser scanner 3D 300-800 €
Lavoro di un geometra per rilievo 20-45 € all’ora

 

Domande frequenti:

  • Come si fa un rilievo con stazione totale?

    Per rilievo con stazione totale (o messa in stazione) si intende la misurazione dei punti fiduciali tramite uno strumento topografico per il rilievo indiretto. La misurazione non proviene quindi direttamente dall’oggetto ma da un calcolo eseguito su vari parametri.

    Richiedi un Preventivo su PG Casa

  • Quanto costa far misurare un terreno?

    Il costo varia secondo la tecnica usata per la misurazione: il rilievo topografico diretto, quello più semplice, prevede una spesa di circa 200 - 650e , mentre quello con rilevazione al laser scanner 3D va dai 300 ai 800 €  circa.

  • A cosa serve il rilievo topografico?

    Il rilievo topografico consente di misurare le dimensioni di un’area in modo preciso ed univoco, assieme alla pendenza e all’analisi di tutti gli elementi che lo circondano tra cui vegetazione, strade, strutture etc.


Aziende consigliate da noi

Mt Studio

MT STUDIO SRL nel mercato dell’edilizia civile(residenziale, industriale e terziaria), propone interventi,...

Chiedi preventivo
Fontana Arch. Laura Anna

Lo studio dell'architetto Fontana Laura è diventato, negli anni, un punto di riferimento sul territorio di...

Chiedi preventivo

Pluriennale esperienza nel settore Edile, azienda leader nelle costruzioni e ristrutturazioni dalla...

Chiedi preventivo
Terrazze e Verande Milano

Archedil svolge la propria attività a Milano. la ditta opera con successo nel settore delle coperture edili e...

Chiedi preventivo
Archedil Interior Design e Architettura

Archedil svolge la propria attività a Milano. la ditta opera con successo nel settore delle coperture edili e...

Chiedi preventivo
Sercos Servizi Costruzioni Spa

Sercos Servizi Costruzioni spa ha sede a Milano. Vanta esperienza dal 1986 come impresa edile. Inizialmente...

Chiedi preventivo
Impresa Edile Edilfalco

Impresa Edile Edilfalco svolge la propria attività a Milano. L’impresa si occupa di costruzioni e manutenzioni...

Chiedi preventivo
Piscozzi - Ristrutturazione di Interni

PISCOZZI SRL IMPRESA EDILE MILANO Eseguiamo progettazioni d’interni, ristrutturazioni complete di appartamenti,...

Chiedi preventivo