Hai completato il 00% della tua richiesta
di preventivo

CONTINUA CON LA RICHIESTA CANCELLA RICHIESTA

Chiedi preventivi per

INSTALLAZIONE STUFA A PELLET

Dove ti serve il servizio?
Non ricordi il CAP?
CHIEDI PREVENTIVO
  • Invia la tua
    richiesta gratis

    Rispondi ad alcune brevi domande sul servizio che ti serve e lascia i dati per essere contattato
  • Ricevi fino a 5
    preventivi

    I nostri professionisti ti invieranno preventivi personalizzati nel più breve tempo possibile
  • Scegli il preventivo
    migliore

    Confronta preventivi, profili e recensioni, quindi assumi il professionista adatto a te

GUIDA UTILE

Installazione della stufa a pellet: informazioni utili e costi

Le stufe a pellet hanno ormai conquistato il mercato internazionale soppiantando le stufe a legna. Infatti, è stato possibile dimostrare che l’impiego di pellet consente un riscaldamento dell’ambiente decisamente più immediato, produttivo ed efficace rispetto alle tradizionali stufe alimentate a legna.

 

La stufa a pellet, rappresenta oggi una scelta ecosostenibile, poiché il pellet è un materiale che deriva dallo scarto della lavorazione del legno, il quale così non andrà perduto, ma riutilizzato.

Il legno in pellet, infatti, non è altro che una particolare tipologia di combustibile ricavato dal legno vergine, in alcuni casi partendo da scarti di lavorazione (quali ad esempio piallatura, segatura, chips, ritagli) altre volte dal tronco intero.

 

In ogni caso, la produzione di pellet è caratterizzata da un sostanziale punto forte: consente di evitare l’ulteriore abbattimento degli alberi per la fornitura di legname da ardere. 

 

Stufa a pellet: l’installazione

Per l’installazione di una stufa a pellet, è consigliabile sempre fare affidamento all’esperienza di tecnici del settore, in quanto tali lavorazioni necessitano di calcoli tecnici e lavorazioni complesse.

 

Prima di installare una stufa di questo tipo bisogna considerare i seguenti accorgimenti:

  • L’idoneità del locale dove andrai a collocare la stufa;
  • La potenza della stufa stessa.

 

Mentre l’idoneità del locale viene definita da parametri tecnici prestabiliti (il locale da riscaldare deve essere abbastanza aerato, dato che il tipo di combustione necessita di molto ossigeno, e il piano di appoggio della stufa non deve essere di materiale infiammabile) per calcolare la potenza termica di una stufa a pellet bisogna prendere in considerazione elementi più o meno variabili, come: 

  • Il grado di isolamento termico dell’edificio in cui verrà collocata (grado di coibentazione);
  • Il clima della zona in cui si vive;
  • La qualità della stufa e del suo combustibile.

 

Dopo aver considerato questi aspetti, il tecnico farà un semplice calcolo matematico basato sulle dimensioni della stanza che si vuole riscaldare, attraverso l’utilizzo di un coefficiente moltiplicatore, che va da 0,004 a 0,006 per metro cubo. Questo indica il grado di isolamento della casa. Più basso è il coefficiente, maggiore sarà il grado di isolamento.

 

La complessità di un’operazione come il montaggio di una stufa a pellet è tale da poter essere effettuata solo da tecnici specializzati, in grado di gestire e risolvere le potenziali problematiche.

 

La collocazione deve avvenire in totale sicurezza, lontana da materiale infiammabile, sopra una pedana in metallo o ceramica che sporga, rispetto al perimetro della stufa, di almeno 50 cm. Una volta posizionata, i tecnici dovranno controllare anche il sistema di aerazione delle prese d’aria, che preleverà l’aria di combustione dall’esterno e non dall’interno della stanza. 

 

Per l’installazione della canna fumaria, bisognerà realizzare una struttura per l’inserimento dei tubi, o, nel caso si disponga di una vecchia canna fumaria, sfruttare la struttura precedente.

 

Infine, l’ultimo passaggio prevede il collegamento elettrico e la programmazione della centralina della stufa a pellet, che permetterà poi di modificare e monitorare (tramite un comodo display) alcuni parametri come: la temperatura, l’orario di accensione, l’intensità, ecc…ecc…

 

Il costo di installazione della stufa a pellet

ll prezzo per l’installazione di una stufa a pellet può dipendere da vari fattori, come il modello della stufa a pellet che si vuole installare (ad aria o idro), la precisa collocazione nell’ambiente domestico e l’installazione della canna fumaria se la stufa la prevede.

 

Nella tabella riportiamo i prezzi medi a seconda del tipo di lavorazione.

 

Tipo di stufa a pellet Prezzi medi
Stufe a pellet ad aria 300 € – 400 €
Stufe a pellet idro 400 € – 600 €
Canna fumaria 30 €
Manutenzione e pulizia della camera di combustione 40 € – 60 €

 

Installazione della canna fumaria per la stufa a pellet

Non esistono stufe a pellet senza canna fumaria, nonostante qualche operazione di marketing voglia convincere del contrario. Non bisogna infatti dimenticare che tutto ciò che brucia, produce fumi che vanno necessariamente smaltiti mediante sistemi di tiraggio. Dunque, anche le stufe a pellet prive di canna fumaria, necessitano in realtà di una tubazione di scarico, sebbene di dimensioni ridotte.

La canna fumaria è dunque un elemento fondamentale dell’impianto di riscaldamento dell’abitazione. Questo tubo – generalmente realizzato in materiali metallici – ha il compito primario di espellere al di fuori dello stabile il prodotto della combustione della propria caldaia, stufa o forno.

 

Generalmente la canna fumaria è d’acciaio e al termine della stessa viene posto il comignolo. L’azione combinata di tubo e comignolo conduce all’esterno tutti i fumi.

 

Per essere sicuri che l’espulsione dei fumi sia ottimale è molto importante montare una canna fumaria adeguata al dispositivo che genera il fumo. Oltre a questo tipo di adattamento bisogna poi verificare che il tubo e il comignolo siano delle giuste dimensioni.

 

È bene ricordare che quando si installa o si pulisce una canna fumaria, il professionista dovrà rilasciare una dichiarazione di conformità dell’impianto.

 

Nella tabella riportiamo i prezzi medi per questi tipi di lavori.

 

Tipo di stufa a pellet Prezzi medi
Stufa senza canna fumaria con tubazione di scarico 2.000 €
Installazione della canna fumaria 100 €

 

Domande frequenti:

  • Quanto costa l'installazione delle stufe a pellet?

    L'installazione delle stufe a pellet ha un prezzo che parte da una base di 150 € e può anche arrivare fino ai 2.000 €. Sul costo finale incide la presenza o meno della canna fumaria.

    Richiedi un Preventivo su PG Casa

  • Cosa serve per installare una stufa a pellet?

    L’installazione di una stufa a pellet può avvenire sia per potenziare un sistema di riscaldamento già esistente, sia costituire essa stessa un'alternativa ai vecchi impianti. È molto facile da installare, in quanto non richiede l’adempimento di condizioni specifiche, le poche attenzioni da avere prima di installare la stufa a pellet riguardano principalmente il luogo da riscaldare, che deve essere abbastanza aerato (dato che il tipo di combustione necessita di molto ossigeno) e la base di appoggio della stufa che non deve mai essere di materiale infiammabile (è sempre preferibile appoggi in mattone o cemento). Molto importante prevedere anche l'installazione di una canna fumaria, nonostante alcuni modelli ne siano sprovvisti.

  • Come installare una stufa a pellet?

    Prima di tutto bisogna togliere eventuali supporti usati durante il trasporto. Per garantire stabilità, infatti, la stufa è fissata al pallet di movimentazione con alcune viti inserite da sotto e bisogna rimuoverle per liberarla.

     

    In secondo luogo, bisogna realizzare un foro per l’uscita fumi. È importante verificare prima di bucare, che nel punto stabilito non corrano cavi elettrici o tubazioni sottotraccia.

     

    il terzo passaggio riguarda il montaggio del raccordo a T. Sull’uscita fumi posteriore si monta il raccordo a T, orientando in basso l’estremità destinata a raccogliere la fuliggine. Infine, colloca la stufa nella sua posizione definitiva e inserisci il tubo nel foro a parete; ora potrai collegare la stufa alla rete elettrica e verificarne il funzionamento.

     

    È importante ricordarsi sempre che alla prima accensione bisogna mettere una piccola quantità di pellet nel cestello: il dosatore, essendo vuoto, richiede un po’ di tempo per riempirsi. La prima accensione conclude il processo di essiccazione del focolare, quindi è possibile avvertire un po’ di odore: ventilare il locale se necessario.


Aziende consigliate da noi

La Nuova Idraulica 73 di Mantoan Maurizio

L'azienda si occupa di installazione impianti di riscaldamento, impianti idrotermosanitari, impianti di...

Chiedi preventivo
Musilli Fabio Climatizzazione

Musilli Fabio Climatizzazione ha sede a Milano. Vanta notevole esperienza nella vendita, installazione ed...

Chiedi preventivo
Supermario24

Multiservice Fabbro Pronto Intervento svolge la propria attività a Milano. Tecnici specializzati sono a...

Chiedi preventivo
Giametta A. S.r.l. Acqua Luce Gas

La Giametta A. è attiva sul mercato dal 1974 e si occupa di impianti e riparazioni idrauliche, elettriche e di...

Chiedi preventivo
Assistenza Riparazione Vendita Scaldabagni Boiler Milano -✅Girardelli Assistenza

Girardelli è un’azienda che vanta notevole esperienza nella fornitura di servizi di assistenza per scaldabagni...

Chiedi preventivo
Magazzino Edile Hidrotermoedile

La ditta Hidrotermoedile di Milano vanta un ampio assortimento di vendita di articoli tra cui idrosanitari,...

Chiedi preventivo
Sercos Servizi Costruzioni Spa

Sercos Servizi Costruzioni spa ha sede a Milano. Vanta esperienza dal 1986 come impresa edile. Inizialmente...

Chiedi preventivo
MD Energy Group

MD Energy Group è un’azienda che si occupa di manutenzione e riparazione impianti termici ed idraulici. Rivolge...

Chiedi preventivo