Hai completato il 00% della tua richiesta
di preventivo

CONTINUA CON LA RICHIESTA CANCELLA RICHIESTA

Chiedi preventivi per

TESTAMENTO

Dove ti serve il servizio?
Non ricordi il CAP?
CHIEDI PREVENTIVO
  • Invia la tua
    richiesta gratis

    Rispondi ad alcune brevi domande sul servizio che ti serve e lascia i dati per essere contattato
  • Ricevi fino a 5
    preventivi

    I nostri professionisti ti invieranno preventivi personalizzati nel più breve tempo possibile
  • Scegli il preventivo
    migliore

    Confronta preventivi, profili e recensioni, quindi assumi il professionista adatto a te

GUIDA UTILE

Testamento: come farlo, le tipologie e quali sono i costi

Il testamento rappresenta la volontà della persona defunta il cui patrimonio sarà destinato secondo suo volere. È bene attenersi a poche e semplici regole affinché sia valido e sia così possibile mettere in atto il volere dell’interessato.

 

Il testamento è un atto revocabile (nessuno può rinunciare alla facoltà di revoca), tramite cui una persona sottoscrive le sue volontà dopo la morte. In Italia, secondo la legge il testimone deve aver compiuto 18 anni d’età, deve esser capace di intendere e volere e non essere stato interdetto. Il testamento è un atto personale, non può quindi nascere per esigenza di terzi o da rappresentanti (a parte la relazioni scritte sotto dettatura nei casi previsti dalla legge).

Che cos’è il testamento

Il testamento, secondo l’art. 587 del codice civile, “è un atto revocabile con il quale taluno dispone, per il tempo in cui avrà cessato di vivere, di tutte le proprie sostanze o di parte di esse”. In poche parole, si tratta di un documento che permette di poter disporre di determinati beni dopo la morte, a parenti e non.

Il testamento: libertà e vincoli

Anche se, secondo legge, prerogative del testamento sono la libertà e la revocabilità, esistono dei vincoli. Si è totalmente liberi nel disporre dei propri beni solo se non si hanno figli e in generale familiari prossimi. Se invece il testatore ha una famiglia o parenti, deve forzatamente donare una parte dei suoi beni a questi, e potrà di conseguenza decidere in modo libero solo di quella restante.

Testamento, quali sono le proporzioni da rispettare?

Esistono delle quote precise a cui attenersi, anzi tutto per quelle che spettano rispettivamente a coniuge, figli e i loro discendenti, e in assenza di figli i genitori detti ascendenti. Questo significa che il testatore, volente o nolente, deve riconoscere una parte dei beni ai propri parenti (si chiama quota di legittima).

 

In particolare, al coniuge spetta la metà del patrimonio, al figlio unico (in assenza di un coniuge) la metà del patrimonio del genitore. La stessa quota diventa due terzi se i figli sono due o più (art. 537 c.c.).

Cosa succede in caso di testamento senza figli?

Se il testatore non ha né coniuge, né figli, allora subentreranno i genitori, i quali hanno diritto ad un terzo dei beni, secondo l’art 538 c.c. In secondo caso, sempre in assenza di figli, se con il coniuge concorressero i genitori, il primo ha diritto alla metà, mentre gli ascendenti un quarto (art. 544 c.c.).

Testamento ad amici o terzi

Oltre le quote di legittima, è possibile donare il patrimonio a terzi (amici, conoscenti o organizzazioni) secondo le proprie disposizioni. È l’alternativa migliore in caso di mancati parenti: lo stato, infatti, dopo la morte dell’interessato si impossesserebbe dei beni nel caso di mancato testamento.

Tipologie di testamento

Esistono tre tipi principali di testamento:

 

Il primo è il testamento olografo, sicuramente quello più veloce, pratico ed economico. Non serve nessun atto notarile, se non un foglio bianco scritto a penna (non con dispositivi come computer o altro) dal diretto interessato che mette nero su bianco le proprie volontà post-morte. Il documento per far sì che sia valido deve avere firma e data, non necessità dell’approvazione di nessun perito e può essere tenuto segreto finché lo si desidera.

 

Nel caso del testamento pubblico non basta la volontà sottoscritta dal diretto interessato, dovrà esser presente un notaio che scriverà sotto dettatura e in presenza di due testimoni. L’atto è custodito così dal notaio il quale sottoscriverà un documento ufficiale assieme al proprietario dei beni nonché ai due testimoni.

 

Per quanto riguarda il testamento segreto invece, è un modello meno usuale, si tratta di un documento disposto in modo segreto sia al notaio che ai testimoni, il cui contenuto è chiaro al solo diretto interessato. Il testamento deve essere consegnato ad un notaio in compagnia di due testimoni e può essere consegnato direttamente a busta chiusa, oppure in alternativa essere sigillato sul momento, prima della consegna. È il modo più sicuro per la custodia.

Testamenti speciali

I testamenti speciali intervengono quando non si può redigere un testamento ordinario. Si tratta di una modalità per semplificare formalità e burocrazia, tuttavia la validità è limitata. Lo si può fare in caso di malattia, infortuni o calamità -se il documento è ricevuto da un notaio, sindaco, ministro di culto, o giudice di pace, in presenza di due testimoni che non abbiano meno di sedici anni- così come a bordo di una nave consegnando il documento al comandante o da un suo diretto subalterno, o a bordo di un aeromobile.

Quanto costa il testamento

Il costo del testamento oscilla tra i 300 e i 500 € ma può toccare anche i 1.500 € ed oltre per i testamenti che abbiano un valore patrimoniale maggiore.

 

Non accontentarti di prezzi indicativi, richiedi più preventivi gratuiti tramite Pg Casa e scegli quello più adatto in base al miglior rapporto qualità-prezzo nelle tue vicinanze!

Domande frequenti:

  • Come fare un testamento non impugnabile?

    Basta seguire le regole del testamento olografo: il diretto interessato deve scrivere di suo pugno, dall’inizio alla fine -con carta e penna- le sue volontà, (non con computer o similari) e apporre data e firma (su tutti i fogli) indicando in modo leggibile nomi e cognomi.

    Richiedi un Preventivo su PG Casa

  • Come funziona il testamento?

    Si può decidere tra 4 tipologie, la prima è rappresentata dal testamento olografo, consiste nel mettere per iscritto le volontà dal diretto interessato con carta e penna, data e firma. Le altre tipologie richiedono un atto notarile e testimoni.

  • Chi può fare il testamento?

    Tutti i cittadini, secondo le legge italiana, che abbiano compiuto 18 anni d’età, abbiano capacità di intendere e di volere e che non siano stati destituiti. Il testamento per far sì che sia valido deve seguire precise e semplici regole.


Aziende consigliate da noi

Studio Notarile Grumetto

Lo Studio Notarile Grumetto svolge la propria attività a Milano. Lo studio offre assistenza notarile a privati...

Chiedi preventivo
Studio Notarile Cabizza Dr. Alessandro

Il Dottor Cabizza Alessandro, a Milano, vanta notevole esperienza come notaio. Offre una vasta gamma di servizi...

Chiedi preventivo
Studio Notarile Lattanzi

Lo Studio Notarile Lattanzi garantisce ai propri assistiti servizi di alto standard qualitativo. Specializzato...

Chiedi preventivo
Franco Notaio Giuseppe

Lo studio notarile del dr. Giuseppe Franco, a Milano, al civico 6 di via Larga, si occupa di compravendite...

Chiedi preventivo
Studio Notai Associati Ugo Friedmann e Luca Iberati

Lo STUDIO NOTAI ASSOCIATI UGO FRIEDMANN & LUCA IBERATI di Milano si occupa di autenticazione di documenti,...

Chiedi preventivo
Notaio Calori Isabella

Lo Studio Notarile della Dottoressa Calori Isabella si occupa della stipula e redazione di tutti quegli atti...

Chiedi preventivo
Studio Notarile Ciro De Vivo

Il notaio Ciro De Vivo è specializzato in stipulazione mutui e compravendite notarili, a Milano in via...

Chiedi preventivo
Studio Notarile Bossi

Il dottor Bossi Roberto ha il suo studio notarile a Milano. Grazie alla sua lunga esperienza nel settore e alla...

Chiedi preventivo