Sei già cliente?

Gestisci i tuoi servizi nell'area dedicata di Italiaonline.

accedi all'area clienti

Vuoi trovare
nuovi clienti?

Scopri come inserire la tua attività
su PagineGialle Casa!
CONTATTI: NUMERO VERDE 800-011411
info@italiaonline.it

Accedi con le tue credenziali

MAGAZINE

chiedi preventivo

Come progettare un'aiuola e a chi rivolgersi

Con la primavera in arrivo si può cominciare a pensare alla progettazione delle aiuole. In questo articolo vi consiglieremo quali bordure scegliere e cosa piantare

progettazione aiuole
Chiedi un preventivo per progettazione aiuole richiedi un preventivo gratis

Con la primavera in arrivo, lo spirito abbattuto che avevamo avuto finora verso il nostro giardino a causa dell’inverno, cambia totalmente: è tempo di vedere i frutti del proprio duro lavoro, è tempo di piantare per avere risultati. E quale alleato migliore se non un’aiuola per delle belle piante fiorite.

Oltre agli stessi fiori, un’aiuola è ottima anche per le piante a cespuglio. Questo perché grazie alle bordure che le delineano, le rendono capaci di resistere a lungo. Per chi quindi si volesse cimentare per la prima volta nella progettazione di aiuole, deve sapere fin da subito che non sarà un gioco da ragazzi. Infatti, dietro a questo processo esistono delle regole e dei consigli che se seguiti alla lettera, daranno luce a un giardino che potrà rimanere rigoglioso a lungo.

Innanzitutto, quindi è importante conoscere il clima con il quale si avrà a che fare, gli elementi architettonici e naturalistici con il quale ci si andrà a rapportare e le caratteristiche stesse del terreno da lavorare. Con elementi architettonici si intendono muri come anche alberi e siepi. Quest’ultime infatti se da una parte risultano essere utili, in quanto filtrano i venti più forti trasformandoli in piccole correnti d’aria, dall’altra assorbono più facilmente l’umidità e l’acqua e per questo è importante tenerle alla giusta distanza.

Progettare aiuole: i consigli

Certo si sa che quando si avvia la progettazione di un giardino, ciò che conta sono soprattutto i prezzi e il tempo che questo comporterà. Al contrario però di ciò che si pensi, un’aiuola fai da te non impiegherà una grande spesa nella realizzazione. Se poi si tratta del nostro primo progetto, è meglio realizzarne una unica grande con attenzione, piuttosto che tante ma sparse per il vostro giardino.

Questo perché sicuramente sarà più semplice da mantenere, ma soprattutto perché darà al vostro giardino un maggiore senso di ordine. Per quanto riguarda i fiori poi, è sempre meglio scegliere la stessa specie anche se con colori diversi: disposti in maniera non lineare daranno un effetto più naturale, ma essendo della stessa famiglia saranno sicuramente più facili da curare e inoltre si eviterà anche il rischio di non crescere bene insieme.

Bordure per aiuole: quale scegliere

Quando si progetta un’aiuola, oltre alla forma, alle dimensioni e ai colori dei fiori che si andranno a piantare, di vitale importanza risulta essere la bordatura per aiuole che si andrà a scegliere. Innanzitutto, è importante l’ampiezza minima e massima che la riguarda: non bisognerà infatti superare un massimo di 3 metri e un minimo di 1 metro e mezzo. Poi è da tenere in considerazione il tipo di delimitazione che si vuole utilizzare. Questo perché una volta scelta la tipologia di pianta che si vorrà utilizzare, bisognerà capire la bordatura per lei più adatta. Non sempre è necessario utilizzarla, ma si consiglia soprattutto se si scelgono delle piante sempreverdi.

I tipi di bordure che solitamente vengono scelti però sono tre:

  • bordure in legno per aiuole
  • bordure in pietra per aiuole
  • bordura in materiale sintetico per aiuole

Il legno risulta essere sicuramente il materiale più apprezzato e utilizzato in quanto si adatta perfettamente alle piante fiorite e all’armonia del giardino stesso. L’unico problema però è che necessita di un’attenta manutenzione in quanto le intemperie meteorologiche spesso la rovinano facilmente. Ciò quindi sicuramente non accade con la pietra, che viene spesso scelta proprio per questa ragione, oltre che alla facile applicazione e massima resa estetica. Per quanto riguarda invece il materiale sintetico o pvc, sicuramente risulta essere la bordura meno costosa e più durevole. Infatti, è quella che svolge meglio il suo lavoro, senza richiedere una grande manutenzione, a discapito però dell’effetto visivo che non sarà il massimo.

Risultano diversi i fattori che allora bisogna tener conto quando si vuole costruire un’aiuola: l’importante è che ci si affidi ai consigli dei più esperti, utilizzando i giusti materiali e prendendo le misurate precauzioni: chiedi adesso un preventivo gratuito per progettare un giardino perfetto.

preventivo

Scegli uno dei nostri migliori professionisti! Richiedi un preventivo gratis a progettazione aiuole

invia la tua richiesta gratis ricevi fino a 5 preventivi scegli il preventivo migliore

CHIEDI ORA