MAGAZINE
Logo Magazine

Impianto elettrico: come fare la verifica della messa a terra

Vediamo chi può fare la verifica di messa a terra di un impianto elettrico e quali sono i costi e le tempistiche

Chiedi un preventivo per
messa a terra impianto elettrico
richiedi un preventivo gratis

La messa a terra è un sistema di sicurezza indispensabile in un impianto elettrico: ecco perché è importante la sua verifica. Questo sistema assicura una protezione contro la folgorazione e i conseguenti pericolosi danni che potrebbe provocare a una persona. La legge prevede che un impianto deve avere la messa a terra e l’interruttore differenziale. In caso di guasto accidentale la messa a terra assicura l’intervento automatico dell’interruttore differenziale.

Come verificare la messa a terra?

Prima di vedere come verificare la messa a terra di un impianto elettrico, bisogna ricordare che questa attività deve essere effettuata da tecnici specializzati e abilitati.

Le fasi previste per questo lavoro sono 3:

  • Verifica della documentazione, la quale è composta dal progetto elettrico, dalla dichiarazione di conformità, dalla denuncia dell’impianto di terra all’Inail e all’Asl, e dal manuale di manutenzione degli impianti;
  • Verifica strumentale, che consta della misurazione della resistenza di terra, della misurazione di continuità dei conduttori di protezione e dei conduttori equipotenziali, e dell’analisi dei dispositivi di interruzione automatica.
  • Rilascio del Certificato di verifica e del Verbale di Verifica.

Quando effettuare la verifica della messa a terra di un impianto?

La legge dispone l’obbligo di verificare l’efficienza della messa a terra per i locali destinati ad attività produttive e per i condomini. Nel primo caso, la norma di riferimento è contenuta nel Decreto del Presidente della Repubblica n. 462 del 2001. Nel secondo caso, la norma di riferimento è la nota del Ministero delle Attività Produttive del 25 febbraio 2005 (protocollo 10723). Attraverso una corretta verifica si possono evitare parecchi rischi.

Chi può fare la verifica di messa a terra?

Vediamo ora chi può fare la verifica di messa a terra. Questa attività deve essere svolta da imprese specializzate in impiantistica abilitate a svolgere verifiche sull’efficienza della messa a terra di un impianto. Solo dei tecnici specializzati sono dotati degli strumenti e delle competenze necessarie per un lavoro fatto come si deve e per rilasciare poi le eventuali certificazioni richieste per legge.

Richiedi adesso un preventivo gratuito per certificare la messa a terra del tuo impianto. Sei sicuro che sia conforme alla normativa vigente?

Costi per la verifica della messa a terra?

Non è facile stabili esattamente i costi per la verifica della messa a terra di un impianto elettrico, perché i prezzi variano da elettricista a elettricista. Inoltre, la verifica periodica dipende dalla potenza dell’impianto. Tieni presente che per la verifica della messa a terra un tecnico può chiederti dai 100 ai 700 euro. Un modo per risparmiare può essere quello di chiedere il preventivo a diversi professionisti in modo da poter confrontare i diversi prezzi e valutare la soluzione migliore in termini di rapporto qualità prezzo.

Per rintracciare l’impresa o l’elettricista che può occuparsi di verificare la messa a terra del tuo impianto, puoi fare una ricerca su Internet e, sempre tramite la Rete, puoi controllare l’esperienza dei diversi professionisti e inviare una richiesta di preventivo per farti un’idea dei costi che devi affrontare per avere un impianto sempre efficiente.

Scegli uno dei nostri migliori professionisti!
Richiedi un preventivo gratis a messa a terra impianto elettrico
CHIEDI ORA
invia la tua richiesta gratis
ricevi fino a 5 preventivi
scegli il preventivo migliore
Lavori da fare in casa?
Ricevi e confronta preventivi gratis dai migliori professionisti nella tua zona
TUTTE LE CATEGORIE
Accedi con le tue credenziali